HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Papers

Seleziona per argomento:

AmbienteEnergia & MercatoRinnovabiliFossiliNucleareEfficienza & RisparmioMobilità sostenibileRiciclo e RifiutiSostenibilitàGli stakeholder dell'energia
Seleziona per tag:

"Strategia Energetica Nazionale 2017" | Audizione Parlamentare 10 Maggio 2017

"Strategia Energetica Nazionale 2017" | Audizione Parlamentare 10 Maggio 2017

Autore: MiSE, MinAmbiente

IN SINTESI: Dall'Audizione Parlamentare del 30 Maggio 2017 sono stati sviluppati i contenuti preliminari della SEN 2017 che sono basati su input ed evidenze emerse in vari tavoli, sia a livello nazionale che internazionale. Nella presentazione vengono esposti gli scenario di riferimento tenendo conto  l'evoluzione del contesto energetico UE e nazionale al '30 e '50, ecc.

Leggi il documento


"Smart Meter - 14/2017 - Distribuzione 4.0: Una sfida per le utility"

"Smart Meter - 14/2017 - Distribuzione 4.0:  Una sfida per le utility"

Autore: ENERGIAMEDIA

IN SINTESI: Il progresso e l’innovazione tecnologica sono elementi irrinunciabili nell’azione di rilancio industriale, economico e, in ultima istanza, sociale dell’Italia. In special modo se essi puntano al miglioramento e all’implementazione di infrastrutture e servizi strategici per il Paese e per il suo sviluppo, come nel caso delle reti. È indispensabile, dunque, che i processi di innovazione in ottica 4.0 coinvolgano anche la distribuzionedistribuzione
Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
di elettricità, gas, acqua.

Leggi il documento


"2017 State of the EU ETS"

"2017 State of the EU ETS"

Autore: NE Nomisma EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)

IN SINTESI: L’Emission TradingTrading
Attività di acquisto e/o di vendita di prodotti (materie prime o commodities) sui mercati internazionali.
System (ETS) europeo oltre ad essere la pietra angolare della politica climatica dell’Unione Europea, svolge il doppio ruolo di essere un modello di riferimento a livello internazionale e pioniere di sistemi analoghi che si stanno man mano diffondendo a livello globale. Per questo è importante che, in aggiunta ai requisiti normativi, a volte molto intricati e non d’immediata comprensione, l’ETS sia soggetto ad una review indipendente. Un processo di analisi volto a fornire un giudizio oggettivo sul funzionamento e sulla performance del sistema e che, laddove possibile, identifichi quelle ombre che andrebbero meglio comprese per far sì che l’evoluzione del sistema sia coerente con gli obiettivi di sviluppo e decarbonizzazione che l’Europa si è data. Questo è l’obiettivo che NE Nomisma Energia, e altri 3 centri di ricerca europei, la European Roundtable on Climate Change and Sustainable Transition, il Wegener Center e I4CE, si è data nell’elaborazione del report annuale sullo stato dell’ETS, “2017 State of the EU ETS”. Report indipendente che si propone di essere strumento di informazione, valutazione e dibattito per tutti gli stakeholder coinvolti.

Leggi il documento


"Carburanti: Struttura del Prezzo in Italia"

Autore: UP-Unione Petrolifera | MiSE

IN SINTESI: Il prezzo di riferimentoprezzo di riferimento
Il prezzo del gas applicato dalle società di vendita agli utenti che non hanno ancora scelto un contratto diverso da quello in corso prima della liberalizzazione. È composto da una quota fissa e da una quota variabile.
dei CarburantiCarburanti
Sostanze solide, liquide o gassose, di origine naturale o derivanti da processi industriali, contenenti carbonio e idrogeno, che, se bruciate, sviluppano calore in base al loro "contenuto energetico" (potere calorifico).
in Italia, al netto delle tasse, è quello rilevato ogni lunedì dal Ministero dello Sviluppo Economico, sulla base della procedura definita a livello comunitario. Rappresenta la ponderazione dei diversi prezzi consigliati dalle Compagnie Petrolifere sul territorio nazionale. L’Italia presenta prezzi generalmente più elevati – in media 3,5 centesimi euro/litro – a causa di una rete distributiva diversa e più costosa rispetto ai principali Paesi europei, caratterizzata da un numero maggiore di punti vendita, da un erogato inferiore e da una minore presenza di self service e di non oil (per la vendita di merci non Petrolifere). I prezzi italiani si muovono in linea con quelli europei e già oggi, in Italia, in almeno 6.000 impianti i prezzi sono inferiori alla media europea.


 CARBURANTI -STRUTTURA DEL PREZZO IN ITALIA


Leggi il documento


"Cyber Security Energia - 13/2017 - Energia Media "

"Cyber Security Energia - 13/2017 - Energia Media "

Autore: EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
Media

IN SINTESIIl presente Paper è un aggiornamento di quanto emerso durante la 3ª Conferenza Nazionale Cyber Security Energia CSE, svoltasi a Roma il 25 ottobre 2016, presso il Centro Studi Americani. Energia Media in collaborazione con WEC Italia (Comitato Nazionale Italiano del Consiglio Mondiale dell’Energia), Utilitalia e con il sostegno del MInistero dello Sviluppo economico e dell’ISCOM, ha avviato un percorso di approfondimento Cyber Security Energia, costituito da Workshop, Convegni, Tavoli di lavoro e Conferenze, dove istituzioni, aziende, imprese tecnologiche, energy company e utilityutility
Azienda che si occupa della forniutura di beni o servizi di pubblica utilità come ad esempio energia elettrica, gas e acqua.
possono condividere informazioni, approfondimenti e opinioni relativi alla sicurezza informatica di un comparto di primaria importanza come quello energetico.

Leggi il documento


"La situazione energetica nazionale nel 2015"

Autore: Ministero dello Sviluppo Economico.

IN SINTESI: La Relazione sulla situazione energetica nazionale è un documento di natura consuntiva che illustra in maniera sintetica l’andamento del settore energetico nell’anno precedente a quello di presentazione. Nel 2015, il consolidarsi dell’offerta di greggiogreggio
Petrolio estratto che non ha ancora subito un processo di raffinazione.
e gas ha esercitato un’ulteriore pressione al ribasso sui prezzi; a tale riduzione è seguita una ripresa dei consumi nei paesi OCSE, in particolare in Europa. È proseguita la diffusione delle fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
con un contributo rilevante delle economie emergenti, in particolare della Cina. Per la prima volta dopo 10 anni si è ridotto il commercio mondiale di carbonecarbone
Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d'impiego.
I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un'elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono 'energeticamente' più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
. In Italia, pur permanendo una significativa dipendenza dalle fonti estere, è continuata la transizione, in corso da alcuni anni, verso un sistema energetico più efficiente, autonomo e a minor intensità di carboniocarbonio
Elemento chimico costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche chimica del carbonio: sono noti più di un milione di composti del carbonio. È molto diffuso in natura, ma non è abbondante: è presente nella crosta terrestre nella percentuale dello 0,08% circa, e nell'atmosfera prevalentemente come monossido (CO) e biossido (CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

) di carbonio (anidride carbonica). Allo stato di elemento si presenta in due differenti forme cristalline: grafite e diamante.
. Nel 2015, dopo un trend negativo di 4 anni, è aumentata la domanda di energia primariaenergia primaria
Energia riferita direttamente al combustibile impiegato nelle centrali di produzione elettrica. È definita primaria perché deriva direttamente dallae caratteristiche della fonte, così come si trova in natura, senza trasformazioni in nessun'altra forma.
, sostenuta dalla più favorevole congiuntura economica, che rimane tuttavia a livelli storicamente bassi. Stante una generalizzata riduzione delle produzioni nazionali sono aumentate le importazioni, specie quelle di idrocarburiidrocarburi
Composti chimici formati da carbonio e idrogeno che costituiscono il petrolio e il gas naturale. Esistono diverse classificazioni degli idrocarburi a seconda dei legami chimici presenti nelle molecole.
, e il grado di dipendenza dall’estero. La minor produzione interna si è estesa anche alle energie rinnovabilienergie rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
: a ciò ha contribuito il ritorno della produzione idroelettrica a valori normali dopo la forte crescita del 2014 legata a uno straordinario livello delle precipitazioni. Anche i consumi finali, che tengono conto delle perdite di trasformazioneperdite di trasformazione
Perdite dovute ai processi di trasformazione che portano ad ottenere energia elettrica a partire da energia primaria. In realtà, l'energia non va persa, ma si degrada in altre forme che purtroppo non sono convenrtibili in elettricità.
, sono aumentati per la prima volta dal 2010 con un apporto positivo di tutti i settori, con eccezione dell’industria le cui dinamiche generali sono state influenzate da una ricomposizione verso i settori più efficienti e a minore intensità di energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
. A fronte di una riduzione della produzione di energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
da fonti rinnovabili si è registrata una crescita del ricorso alle rinnovabili termiche, in particolare legna da ardere e pellet per il riscaldamento, che confermano, come già accaduto nel 2014, il raggiungimento in anticipo degli obiettivi al 2020 in termini di incidenza delle rinnovabili sui consumi finali lordi di energia (17 per cento). Proseguono le politiche di sostegno all’efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
. Alla fine del 2014, l’indice ODEX, che misura i progressi in termini di efficienza energetica, riportava un lieve miglioramento. Il differenziale fra i prezzi dei prodotti energetici in Italia e nell’Unione europea rimane positivo, seppur in riduzione, sostanzialmente per effetto della diversa pressione fiscale. Data la difficoltà di ridurre gli usi di energia nel breve-medio periodo, la dinamica dei prezzi si può riflettere in una maggiore spesa e quindi in una perdita di competitività per le imprese e in un aggravamento della povertà energetica delle famiglie. L’importanza di quest’ultimo fenomeno richiede di approntare una più accurata misurazione.

 

Leggi il documento


"Dati statistici sull'energia globale - 65ma edizione"

"Dati statistici sull'energia globale - 65ma edizione"

Autore: BP-British Petroleum

IN SINTESI: "Statistical Review of the World Energy" è una delle pubblicazioni più autorevoli del settore energetico-economico, divulga dati di elevata qualità forniti dal mercato mondiale dell'energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
, viene pubblicata ogni anno (Inglese).

Leggi il documento


"L'Energia nel 2015: un anno di abbondanza"

"L'Energia nel 2015: un anno di abbondanza"

Autore: Spencer Dale - BP-British Petroleum

IN SINTESI: Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da rapidi progressi tecnologici e di produttività, accrescendo l'abbondanza delle forniture energetiche globali. Una transizione nel settore energetico rafforzata dagli sforzi globali per migliorare l'efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
e ridurre l'intensito consumo energetico. Sforzi che dovranno essere raddoppiati per poter raggiungere gli obiettivi prefissati con la COP21 di Parigi. Questa è la premessa dell'autore nel presentare questo breve rapporto a corredo dello "Statistical Review of the World Energy"

Leggi il documento


"Rapporto FIRE 2016, Energy Managers"

Autore: FIRE

IN SINTESI: Il presente Rapporto redatto da FIRE – il soggetto che dal 1992 gestisce le nomine degli energy manager su incarico del Ministero dello sviluppo economico nell’ambito delle sue attività di respiro più ampio collegate all’efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
e allo sviluppo sostenibilesviluppo sostenibile
Lo sviluppo sostenibile è quel tipo di sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni presenti senza compromettere il futuro delle generazioni a venire. I tre obiettivi dello sviluppo sostenibile sono: prosperità economica, benessere sociale e limitato impatto ambientale. La prima definizione, risalente al 1987, è stata quella contenuta nel rapporto Brundtland, poi ripresa successivamente dalla Commissione mondiale sull'ambiente e lo sviluppo dell'ONU.
– mira a fare comprendere meglio chi sono gli energy manager in Italia e le potenzialità di tale figura nel panorama energetico. Gli obiettivi di questo rapporto sono in particolare i seguenti: fornire un quadro statistico dettagliato delle nomine degli energy manager pervenute alla FIRE nell’anno 2015; illustrare i risultati dell’indagine condottacondotta
Rete di tubazioni adibite al trasporto di combustibili (gas e petrolio) dai luoghi di produzione ai luoghi di stoccaggio, di imbarco, di trattamento e di consumo.
da FIRE negli ultimi mesi per valutare l’evoluzione del ruolo dell’energy manager e riportare alcune interviste raccolte sul campo; promuovere il ruolo dell’energy manager fra i soggetti inadempienti e fra i soggetti non obbligati interessati ad avviare delle azioni di miglioramento dell’uso dell’energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
quindi del risparmio energeticorisparmio energetico
Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
. L’energy manager è una figura chiave per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico nelle imprese e negli enti. La liberalizzazione del mercato, l’aumento dei prezzi dei prodotti petroliferi, la crisi finanziaria e l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici sono tutti elementi che negli ultimi quindici anni hanno contribuito ad accrescere l’attenzione di imprese ed enti verso una gestione ottimale dell’energia e delle altre risorse. L’energy manager è la risorsa fondamentale per trasformare questa attenzione in azioni concrete.

Leggi il documento


"Relazione MiSE sulla Situazione energetica nazionale nel 2014"

Autore: MiSE - 2015

IN SINTESI: La Relazione sulla situazione energetica nazionale è un documento di natura consuntiva che illustra in maniera sintetica l’andamento del settore energetico nell’anno precedente a quello di presentazione. Come si legge nella relazione in Italia, nel 2014, la prima fonte di generazione elettrica (43% della produzione nazionale lorda) è arrivata dalle rinnovabili; il fabbisogno energetico complessivo ha raggiunto il livello più basso degli ultimi 18 anni, mentre l'intensità energetica complessiva è risultata la migliore dell'ultimo quinquennio.

Leggi il documento


"Energia e Cambiamenti Climatici Rapporto IEA 2015"

Autore: IEA - Agenzia Internazionale per l'EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)

IN SINTESI: Questo rapporto speciale, fa parte della serie dei rapporti della World Energy Outlook, che valuta l'effetto dei recenti sviluppi sull'energie a basse emissioni di carboniocarbonio
Elemento chimico costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche chimica del carbonio: sono noti più di un milione di composti del carbonio. È molto diffuso in natura, ma non è abbondante: è presente nella crosta terrestre nella percentuale dello 0,08% circa, e nell'atmosfera prevalentemente come monossido (CO) e biossido (CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

) di carbonio (anidride carbonica). Allo stato di elemento si presenta in due differenti forme cristalline: grafite e diamante.
ed ai contributi finora proposti a carattere nazionale di ogni singolo paese
. Si rileva che, nonostante gli impegni mondiali per il rallentamento delle emissioni legate all'energia, queste continuano ad aumentare. Per compensare ciò i governi dovranno aumentare gli sforzi rivedendo regolarmente i loro impegni, definendo obiettivi più realistici e realizzabili a lungo termine nonchè monitorare i loro progressi  La relazione propone inoltre l'adozione di cinque misure per poter raggiungere, a breve termine, un picco al ribasso  delle emissioni legate all'energia a livello mondiale, mantenendo i loro potenziali sforzi a carattere nazionali. (Inglese)

Leggi il documento


"Rapporto di Previsione anni 2014, 2015, 2016"

Autore: Acquirente Unico

IN SINTESI: La presente relazione espone per gli anni 2014, 2015 e 2016 le previsioni della domanda di energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
totale in Italia e dei clienti che usufruiscono del servizio di maggior tutela, elaborata sulla base dei dati del 2013 e degli scenari economici del 2014 ed anni successivi.

Leggi il documento


 

 

 

Se vuoi approfondire...

Il Sistema Elettrico____



In primo piano

Leggi la notizia

Leggi la notizia

Leggi la notizia

Apri il documento come PDF
Apri il documento come pdf

Lettura consigliata

Leggi il documento


"Libro Bianco sui Sistemi di Accumulo nel settore elettrico"

Autore: RSE - ANIE EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)

IN SINTESI: In un sistema elettrico caratterizzato da una sempre più rilevante produzione di energia da impianti alimentati da fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
non programmabili
(FRNP), i sistemi di accumulo si propongono come una tecnologia strategica per garantire i servizi necessari alla stabilità e sicurezza del sistema elettrico e massimizzare l’autoconsumo, ottimizzando l’integrazione nel sistema elettrico della produzione delle fonti rinnovabili e aprendo la strada verso un sistema totalmente “decarbonizzato”. Lo scopo di questo studio è fornire prime risposte ad alcune questioni aperte. Lo studio è il frutto della collaborazione fra due realtà italiane attive nel settore come RSE ed il Gruppo Sistemi di Accumulo dell’associazione ANIE Energia.

Leggi il documento


"Rapporto sull’andamento delle autorizzazioni concernenti la realizzazione o il potenziamento delle Centrali Termoelettriche"

Autore: MiSE - Direzione Generale per il mercato elettricomercato elettrico
Mercato dove si effettua l'acquisto e la vendita di energia elettrica attarverso un sistema di contratti bilaterali o attraverso la borsa elettrica. Il prezzo viene determinato dall'incontro tra la domanda e l'offerta di energia elettrica da parte dei vari operatori che vi partecipano.
, le rinnovabili e l’efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
, il nuclearenucleare
Forma di energia derivante dai processi che coinvolgono i nuclei atomici (fissione e fusione).
- Divisione III - Produzione elettrica

IN SINTESIIl rapporto descrive l’andamento delle autorizzazioni concernenti la realizzazione o il potenziamentopotenziamento
Operazioni grazie a cui è possibile aumentare la potenza di un impianto, migliorandone allo stesso tempo il rendimento.
di centrali termoelettriche da marzo 2014 a febbraio 2015, relativo alla potenzapotenza
Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
superiore a 300 MW termici.

Leggi il documento


"Previsioni della domanda elettrica in Italia e del fabbisogno di potenza necessario anni 2014 – 2024"

Autore: TERNA

IN SISNTESI: In questo documento si illustrano le nuove previsioni di medio-lungo termine per l’Italia della domanda elettricadomanda elettrica
Quantità di energia elettrica che deve transitare sulla rete calcolata come la somma dei consumi degli utenti e delle perdite sulla rete. È sinonimo di fabbisogno elettrico.
- in energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
e in potenzapotenza
Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
- e del fabbisogno di potenza necessario. Principali conclusioni: 1) una evoluzione della domanda di energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
per il prossimo decennio compresa tra uno scenario di sviluppo, che prevede una crescita ad un tasso medio annuo del +1,0% (cagr), e uno scenario base - con il quale si intende valorizzato al massimo grado il potenziale di risparmio energeticorisparmio energetico
Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
– che conduce ad un cagr -0,5%; 2) correlata allo scenario di sviluppo, una evoluzione della punta di carico ad un tasso medio tra +1,8% p.a. [estate torrida] e +1,2% p.a. [inverno medio]; quanto allo scenario base i tassi di variazione attesi sono compresi tra +0,1% e -0,5% p.a.; 3) si valuta in 78-85 GW la capacità di generazione disponibile per la copertura del carico massimo nel 2024, alle condizioni specificate.

Leggi il documento


"Rapporto Innov-E 2015, Innovazione Tecnologica"

Autore: I-Com, Istituto per la Competitività

IN SINTESI: L’edizione 2015 del Rapporto I-Com sull’innovazione energetica oltre alla consueta, ormai storica, analisi sulla ricerca e lo sviluppo in campo energetico analizza l’innovazione lungo l’intera filiera dell’energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
partendo da una produzione sempre più sparsa e diversificata sul territorio per arrivare ad un consumo sempre più attento in ragione dei notevoli cambiamenti e delle galoppanti innovazioni che impattano sui consumatori finali sempre più attivi, sia come singoli e ancor più quando riuniti in gruppi. 

Leggi il documento


"Energia elettrica, anatomia dei costi"

Autore: RSE

IN SINTESI: "Questa monografia affronta il tema dei costi dell'energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
in un sistema articolato e complesso come quello italiano che richiede una buona dose di competenza e determinazione. Tratta la ratio di scelte spesso sintesi delle necessità di garanzia del sistema e degli utenti, di esigenze regolatorie e industriali e di risposte a sollecitazioni esterne, come quelle delle politiche comunitarie. Un grande viaggio, un percorso che vale la pena di seguire dall'inizio alla fine. Punto di partenza è la generazione dell'energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
e i costi ad essa connessi, valutati con la visione ampia delle esternalità ambientali. Un rapido passaggio alla declinazione dei contributi delle varie fonti al sistema elettrico nazionale per poi affrontare l'intricata selva della bolletta elettrica e dare gustificazioni delle singole voci che la compongono e della loro correlazione con i sottostanti aspetti industriali, legislativi e regolatori 
".

Leggi il documento


"I prezzi negativi dell’energia elettrica in Italia"

Autore: T. Pavoncello - IBL

IN SINTESI: L'Italia deve introdurre la possibilità per i prezzi elettrici di assumere valori negativi: non solo perché fa parte degli obblighi assunti in direzione del market coupling europeo, ma anche per ragioni di efficienza e concorrenza nel mercato, cosi come lo spiega il documento allegato

Leggi il documento


"Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali" - Guida Agenzia delle Entrate - Settembre 2014

Autore: Agenzia delle Entrate

IN SINTESI: Negli ultimi anni la normativa sulle detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia che regola la materia è stata più volte modificata.

Le più recenti modifiche normative prevedono quanto segue:

  1. Ristrutturazione edilizia casa ed edifici condominiali: il bonus previsto è del 50% ed è richiedibile fino al 31 dicembre 2015.

    I tipi di interventi che rientrano nei requisiti per la richiesta della detrazione sono lavori di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, ristrutturazione e restauro (o risanamento).

    Il tetto massimo per le spese di ristrutturazione è fissato a 96.000 euro. I lavori dovranno essere pagati con bonifico bancario.
    g
  2. Ecobonus mobili e grandi elettrodomestici: una detrazione del 50% spetta anche sulle spese sostenute per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.

    La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.
    g
  3. Per quanto riguarda invece i lavori di riqualificazione energetica, quindi tutte quelle modifiche volte al risparmio energeticorisparmio energetico
    Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
    , è prevista una detrazione fiscale pari al 65% (valido per immobili residenziali, edifici pubblici o anche capannoni) che potrà esser richiesta fino al 31 dicembre 2015.

    In seguito alle ultime modifiche normative, la detrazione del 65% è stata estesa anche per:
    • l’acquisto e l’installazione di schermature solari, fino a una detrazione massima di 60.000 euro
    • l’acquisto e l’installazione di impianti di climatizzazione invernale alimentati da biomasse combustibili, fino a una detrazione massima di 30.000 euro.

Consulta anche le precedenti Guide...

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico - Dicembre 2013

Risparmio Energetico e Detrazioni Fiscali - Giugno 2013

Ristrutturazioni Edilizie ed Agevolazioni Fiscali - Giugno 2013

Bonus Mobili Elettrodomestici - Settembre 2013

Risparmio Energetico - Settembre 2013

Risparmio Energetico - Ottobre 2013

Leggi il documento


"La Bolletta spiegata"

Autore: AEEG

IN SINTESI: Con la bolletta dell’energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
, famiglie e piccoli consumatori serviti in maggior tutela pagano per le seguenti voci i servizi di vendita, ovvero il prezzo dell'energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
; i gestione del contatore; le imposte. L'Autorità ha stabilito che queste voci e le relativa spesa siano indicate con chiarezza nel bolletta.

Leggi il documento


 

Pagina 1 di 12: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [Succ] [10>>]

Mobilità sostenibile: 2000 bus elettrici pronti a partire entro il 201918/07/2017
Mobilità sostenibile: 2000 bus elettrici pronti a partire entro il 2019

Negli scorsi giorni il Comitato europeo delle Regioni, in collaborazione con la Commmissione Europea, ha sottoscritto una dichiarazione d'intenti...

Leggi tutto

Efficienza energetica: Quanta attenzione gli viene data nelle case degli italiani?17/07/2017
Efficienza energetica: Quanta attenzione gli viene data nelle case degli italiani?

Se avessero a disposizione un’ingente somma di denaro da spendere per la propria casa, quasi 4 italiani su dieci (37%) la impiegherebbero per...

Leggi tuttoArchivio

Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo15/06/2017
Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo

Nella vostra filiera produttiva, partendo da monte per arrivare a valle, quali sono le soluzioni di sostenibilità ed efficienza energetica più...

Leggi tuttoArchivio

Intervista Orizzontenergia - Granarolo

In occasione del convegno "Retail&Food Energy 2017", Giorgio Ruscito direttore di Orizzontenergia ha intervistato Lorenzo Innocenti (Energy...

Guarda

Intervista Orizzontenergia - Leroy Merlin

In occasione del convegno "Retail&Food Energy 2017", Giorgio Ruscito direttore di Orizzontenergia ha intervistato Fabio Minghetti (Director of...

GuardaVideo per argomento

Quanto ne sai su
Edifici residenziali?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

"Ambiente, Turismo e Competitività Sostenibile""Ambiente, Turismo e Competitività Sostenibile"

COME RENDERE LA TUTELA AMBIENTALE UN MOLTIPLICATORE DI SVILUPPO LOCALE
"La tutela ambientale e le aree naturali protette sono comunemente viste...

Leggi tuttoLetture per argomento
Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti