HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Papers

Seleziona per argomento:

AmbienteEnergia & MercatoRinnovabiliFossiliNucleareEfficienza & RisparmioMobilità sostenibileRiciclo e RifiutiSostenibilitàGli stakeholder dell'energia
Seleziona per tag:

“Il contributo dell’eolico italiano per il raggiungimento degli obiettivi al 2030"

“Il contributo dell’eolico italiano per il raggiungimento degli obiettivi al 2030"

Autore: ANEV

IN SINTESI: Lo studio evidenzia il dato scientifico relativo al potenziale eolico nazionale, in funzione degli obiettivi europei in materia di energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
e clima al 2030, con lo scopo di fornire uno strumento utile alla definizione di un piano energetico nazionale. Lo studio ha permesso di calcolare il potenziale pari a 17.150 MW eolici di cui 950 off-shoreoff-shore
Aree situate in mare, ad una certa distanza dalle coste, dove è possibile svolgere attività di ricerca o di produzione di idrocarburi o dove è possibile installare un parco eolico, sfruttando la maggiore velocità dei venti.
e400 minieolici,
per un produzione pari a 36,46TWh, pari a 606 kWhkWh
Unità di misura dell'energia elettrica equivalente a 1.000 Wh (wattora), ovvero 1.000 W forniti o richiesti in un'ora.
pro
capite, raggiungibili al 2030. Il raggiungimento di tale obiettivo, consentirebbe di risparmiare quasi 50 milioni di barili di petroliopetrolio
Combustibile di colore da bruno chiaro a nero, costituito essenzialmente da una miscela di idrocarburi. Si è formato per azioni chimiche, fisiche e microbiologiche da resti di microorganismi (alghe, plancton, batteri) che vivevano in ambiente marino addirittura prima della comparsa dei dinosauri sulla terra. I principali composti costituenti del petrolio appartengono alle classi delle paraffine, dei nafteni e degli aromatici, che sono composti organici formati da carbonio e idrogeno e le cui molecole sono disposte secondo legami di varia natura.
, di evitare la produzione di 9 mila tonnellate di polveri, di evitare la produzione di circa  25 milioni di tonnellate di CO2,  oltre 75 mila tonnellate di NOX e 55 mila tonnellate di SO2.

Leggi il documento


"La situazione energetica nazionale nel 2015"

Autore: Ministero dello Sviluppo Economico.

IN SINTESI: La Relazione sulla situazione energetica nazionale è un documento di natura consuntiva che illustra in maniera sintetica l’andamento del settore energetico nell’anno precedente a quello di presentazione. Nel 2015, il consolidarsi dell’offerta di greggiogreggio
Petrolio estratto che non ha ancora subito un processo di raffinazione.
e gas ha esercitato un’ulteriore pressione al ribasso sui prezzi; a tale riduzione è seguita una ripresa dei consumi nei paesi OCSE, in particolare in Europa. È proseguita la diffusione delle fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
con un contributo rilevante delle economie emergenti, in particolare della Cina. Per la prima volta dopo 10 anni si è ridotto il commercio mondiale di carbonecarbone
Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d'impiego.
I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un'elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono 'energeticamente' più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
. In Italia, pur permanendo una significativa dipendenza dalle fonti estere, è continuata la transizione, in corso da alcuni anni, verso un sistema energetico più efficiente, autonomo e a minor intensità di carboniocarbonio
Elemento chimico costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche chimica del carbonio: sono noti più di un milione di composti del carbonio. È molto diffuso in natura, ma non è abbondante: è presente nella crosta terrestre nella percentuale dello 0,08% circa, e nell'atmosfera prevalentemente come monossido (CO) e biossido (CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

) di carbonio (anidride carbonica). Allo stato di elemento si presenta in due differenti forme cristalline: grafite e diamante.
. Nel 2015, dopo un trend negativo di 4 anni, è aumentata la domanda di energia primariaenergia primaria
Energia riferita direttamente al combustibile impiegato nelle centrali di produzione elettrica. È definita primaria perché deriva direttamente dallae caratteristiche della fonte, così come si trova in natura, senza trasformazioni in nessun'altra forma.
, sostenuta dalla più favorevole congiuntura economica, che rimane tuttavia a livelli storicamente bassi. Stante una generalizzata riduzione delle produzioni nazionali sono aumentate le importazioni, specie quelle di idrocarburiidrocarburi
Composti chimici formati da carbonio e idrogeno che costituiscono il petrolio e il gas naturale. Esistono diverse classificazioni degli idrocarburi a seconda dei legami chimici presenti nelle molecole.
, e il grado di dipendenza dall’estero. La minor produzione interna si è estesa anche alle energie rinnovabilienergie rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
: a ciò ha contribuito il ritorno della produzione idroelettrica a valori normali dopo la forte crescita del 2014 legata a uno straordinario livello delle precipitazioni. Anche i consumi finali, che tengono conto delle perdite di trasformazioneperdite di trasformazione
Perdite dovute ai processi di trasformazione che portano ad ottenere energia elettrica a partire da energia primaria. In realtà, l'energia non va persa, ma si degrada in altre forme che purtroppo non sono convenrtibili in elettricità.
, sono aumentati per la prima volta dal 2010 con un apporto positivo di tutti i settori, con eccezione dell’industria le cui dinamiche generali sono state influenzate da una ricomposizione verso i settori più efficienti e a minore intensità di energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
. A fronte di una riduzione della produzione di energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
da fonti rinnovabili si è registrata una crescita del ricorso alle rinnovabili termiche, in particolare legna da ardere e pellet per il riscaldamento, che confermano, come già accaduto nel 2014, il raggiungimento in anticipo degli obiettivi al 2020 in termini di incidenza delle rinnovabili sui consumi finali lordi di energia (17 per cento). Proseguono le politiche di sostegno all’efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
. Alla fine del 2014, l’indice ODEX, che misura i progressi in termini di efficienza energetica, riportava un lieve miglioramento. Il differenziale fra i prezzi dei prodotti energetici in Italia e nell’Unione europea rimane positivo, seppur in riduzione, sostanzialmente per effetto della diversa pressione fiscale. Data la difficoltà di ridurre gli usi di energia nel breve-medio periodo, la dinamica dei prezzi si può riflettere in una maggiore spesa e quindi in una perdita di competitività per le imprese e in un aggravamento della povertà energetica delle famiglie. L’importanza di quest’ultimo fenomeno richiede di approntare una più accurata misurazione.

 

Leggi il documento


"Trasporto e gestione dell’energia elettrica in ambito offshore e costiero"

Autore: Vincenzo Galdi, Università di Salerno

IN SINTESIPresentazione - Seminario "EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
dal Mare" - Vengono esposti i costi di generazioe per ogni tecnologia nonchè le possibilità di trasmissionetrasmissione
Attività di trasporto dell'elettricità sulla rete a partire dai centri di produzione sino ai centri di utilizzo. Il maggiore proprietario della rete di trasmissione nazionale dell'energia elettrica ad alta tensione è Terna.
e connessione alla rete cosi come la soluzione di accumulo oppure di applicazione ed utilizzo diretto dell'energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
generata nelle attività portuali.

Leggi il documento


"Energia dalle correnti marine: una nuova opportunità per l’Italia"

Autore: Francesco Salvatore - Fabio Di Felice, CNR-ISEAN

IN SINTESIPresentazione - Seminario "EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
dal Mare" - 
Nel quadro dello sviluppo delle rinnovabili dal mare (vento, onde, correnti) assumono particolare significato alcune inziative in cui il CNR-INSEAN è coinvolto. I prossimi anni vedranno un enorme sforzo in EU per investimenti nel settore MRE. L'energia dalle correnti ha oggi il maggior grado di maturazione tecnologica. C'è una grande attenzione in Italia sia in campo di ricerca che nell’industria del settore, ne è esempio l’INSEAN. Quindi una opportunità per le imprese nel mercato globale e per nuovi posti di lavoro.  

Leggi il documento


"Energia da onda nell’offshore italiano: tecnologie a confronto"

Autore: Giuseppe Passoni, Politecnico di Milano ed altri autori

IN SINTESI: La presentazione mette a confronto le varie tecnologie utilizzate ed esistenti per la generazione di energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
dal moto ondoso. (Inglese)

 

Leggi il documento


"REWEC3: primi prototipi nei porti di Civitavecchia e di Salerno"

Autore: Felice Arena, Università Mediterranea di Reggio Calabria

IN SINTESIPresentazione - Seminario "EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
dal Mare" - dei prototipi d'impianti di generazione dal moto ondoso nei porti di Civitavecchia e Salerno.

Video REWEC a Civitavecchia e Laboratorio NOEL a Reggio Calabria

 

Leggi il documento


"DIMEMO-Diga Marittima per l’Energia del Moto Ondoso: installazione del primo prototipo nel porto di Napoli"

Autore: Diego Vicinanza, SUN-Scuola Universitaria degli Studi di Napoli

IN SINTESIPresentazione - Seminario "EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
dal Mare" - L’energia dal moto ondoso ha un potenziale significativo la presentazione cerca di esporre come sviluppare la tecnologia “giusta” per passare dai prototipi WECs (Wave Energy Converters) all'effettiva installazione di questi tipi d'impianti di generazione elettrica.

Filmato Impianto Molo San Vincenzo, Napoli

Leggi il documento


"Sfide e sinergie tecnologiche nelle installazioni off-shore per la produzione di energia rinnovabile"

Autore: Barbara Zanuttigh - Università di Bologna

IN SINTESI: Presentazione - Seminario "EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
dal Mare" - Progettazione: affidabilità dell’ancoraggio, compatibilità dei materiali. Produzione: dimensionamento dei dispositivi sulla base del clima tipico, necessità di conversione e stoccaggiostoccaggio
Attività di raccolta e deposito di una determinata risorsa. 
adeguato. Integrazione in opere multifunzione per la fattibilità delle installazioni. Dimensionamento del parco marino off-shoreoff-shore
Aree situate in mare, ad una certa distanza dalle coste, dove è possibile svolgere attività di ricerca o di produzione di idrocarburi o dove è possibile installare un parco eolico, sfruttando la maggiore velocità dei venti.
: necessità di minimizzare i conflitti d’uso e massimizzare le sinergie (ancoraggi, ancore, fondazioni, cavi, etc). Benefici indiretti derivanti dai diversi usi (assorbimento energia ondosa e protezione acquacultura).

Leggi il documento


"Fotovoltaico: Il mercato fotovoltaico mondiale"

"Fotovoltaico: Il mercato fotovoltaico mondiale"

Il 2015 è stato l'anno in cui la potenzapotenza
Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
installata del fotovoltaico ha superato i 200 GW, essendo stata installata una potenza totale pari a 227 GW.

La Cina si è confermata come la nazione con la potenza fotovoltaica maggiore, potendo godere di 15,2GW; al secondo posto troviamo il Giappone con 11 GW, quindi gli USA con 7,3GW.

I dati sono stati pubblicati dall' International Energy Agency Photovoltaic Power System Program.

 

Leggi il documento


"Rapporto 2015 delle attività del Gestore dei Servizi Energetici"

Autore: GSE

IN SINTESI: Il rapporto restituisce una fotografia dettagliata del settore delle fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
nell'anno 2015

Potrebbe anche interessare >>> Rapporto 2014 delle attività del Gestore dei Servizi Energetici

Leggi il documento


"Renewable Energy Report 2015"

Autore: Politecnico di Milano - Dipartimento di Ingegneria Gestionale

IN SINTESI: E' dal 2008 che il Dipartimento di Ingegneria Gestionale del PoliMI pubblica periodicamente il Renewable Energy Report, Collana Quaderni AIP. L'Energy & Srategy Group riunisce in un unico documento tutte le forme di fonti di generazione elettrica rinnovabli del nostro Paese, esponendo i pareri degli operatori, in maniera riassunta e filtrata, una quantità di dati d informazioni sul comparto delle rinnovabili, raccolti con la consueta profondità di analisi. Quello di questa edizione 2015, è il primo dei rapporti di ricerca che tratta anche de valore dell'nstallato e dell'indotto, le dinamiche del mercato primario & secondario e le opportunita di crescita di uno dei comparti strategici per il nostro Paese. Sarà seguito da due approfondimenti su altri temi legati all'efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
ma in seguito arriverano altri due rapporti più proiettati al futuro dell'energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
.

Gli Atti del convegno di presentazione del Renewable Energy Report del 19 Maggio 2015 sono scaricabili qui

Leggi il documento


"Il contributo della Green Economy per la ripresa dell'Italia"

Autore: Edo Ronchiex-Ministro dell'Ambiente, Presidente della Fondazione per lo Sviluppo SostenibileSviluppo Sostenibile
Lo sviluppo sostenibile è quel tipo di sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni presenti senza compromettere il futuro delle generazioni a venire. I tre obiettivi dello sviluppo sostenibile sono: prosperità economica, benessere sociale e limitato impatto ambientale. La prima definizione, risalente al 1987, è stata quella contenuta nel rapporto Brundtland, poi ripresa successivamente dalla Commissione mondiale sull'ambiente e lo sviluppo dell'ONU.

IN SINTESI: Presentazione durante il Meeting di Primavera in preparazione degli Stati Generali della Green Economy 2015. Temi affrontati: Conferenza di Parigi: cambiamento climatico e Green Economy; Trend nel mondo per la Green Economy; Strumenti economici: fondi Europei e fiscaità ecologica; Green Economy.

Leggi il documento


"Libro Bianco sui Sistemi di Accumulo nel settore elettrico"

Autore: RSE - ANIE EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)

IN SINTESI: In un sistema elettrico caratterizzato da una sempre più rilevante produzione di energia da impianti alimentati da fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
non programmabili
(FRNP), i sistemi di accumulo si propongono come una tecnologia strategica per garantire i servizi necessari alla stabilità e sicurezza del sistema elettrico e massimizzare l’autoconsumo, ottimizzando l’integrazione nel sistema elettrico della produzione delle fonti rinnovabili e aprendo la strada verso un sistema totalmente “decarbonizzato”. Lo scopo di questo studio è fornire prime risposte ad alcune questioni aperte. Lo studio è il frutto della collaborazione fra due realtà italiane attive nel settore come RSE ed il Gruppo Sistemi di Accumulo dell’associazione ANIE Energia.

Leggi il documento


"GWEC - Rapporto Mondiale sull'Eolico 2015

Autore: GWEC - Global Wind Energy Council (Consiglio Mondiale per l'energia Eolicaenergia Eolica
Energia ricavata dal vento in virtù della velocità con cui soffia. Questa forma di energia viene prodotta grazie a macchine eoliche (dette anche aerogeneratori) che convertono l'energia cinetica del vento in energia meccanica di rotazione, e, successivamente, in energia elettrica utilizzabile per differenti scopi.
)

IN SINTESI: Questa è la decima edizione che riporta i progressi raggiunti dell'industria eolica mondiale che ogni anno la Global Wind Energy Council pubblica. Fornisce una panoramica completa del settore globale riassumendo i punti salienti dell'ano di riferimento. L'industria eolica è ormai presente in più di 80 paesi, 24 dei quali hanno più di 1.000 MW di potenzapotenza
Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
installata, e 11 con più di 5.000 MW
. Le informazioni contenute nel rapporto - i dati di mercato, profi li e analisi - sono state raccolte principalmente attraverso i membri associati alla GWEC membri ed aziende di tutto il mondo, nonché da governi e analisti indipendenti. (Inglese)

Leggi il documento


"Monitoraggio dei progressi sulle Energie Pulite 2014"

Autore: Agenzia Internazionale dell'EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
- AIE

IN SINTESI: Le analisi pubblicate sulla Energy Technology Perspectives ( ETP - Prospettive sulle Tecnologie Energetiche) offrono una visione globale a lungo termine delle tendenze e tecnologie essenziali per soddisfare i sistemi energetici con l'obiettivo di fornire l'energia a prezzi accessibili, sicura e con basse emissioni di carboniocarbonio
Elemento chimico costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche chimica del carbonio: sono noti più di un milione di composti del carbonio. È molto diffuso in natura, ma non è abbondante: è presente nella crosta terrestre nella percentuale dello 0,08% circa, e nell'atmosfera prevalentemente come monossido (CO) e biossido (CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

) di carbonio (anidride carbonica). Allo stato di elemento si presenta in due differenti forme cristalline: grafite e diamante.
. (Inglese)

Leggi il documento


"La Ricetta Italiana, gli obbiettivi al 2020"

Autore: R. Filippini, T. Franci, R. Scialdoni e M. Tommasi - Amici della TerraAmici della Terra
Associazione ambientalista presente in Italia dal 1978 che costituisce la rappresentanza italiana di Friends of the Earth International.Gli Amici della Terra promuovono azioni di educazione al rispetto verso l'ambiente, sostenendo iniziative sul territorio affinchè i governi e le istituzioni sovranazionali adottino politiche di sviluppo sostenibile.

IN SINTESI: Il rapporto ipotizza che un obiettivo significativo al 2020 per l’Italia potrebbe essere quello di ridurre l’intensità energetica del 15% rispetto al 2010 e del 25% nel 2030. Ad esso andrebbero associati obiettivi settoriali (definiti attraverso specifici indicatori) di miglioramento dell’efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
nei diversi settori di consumo finale dell’energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
.

Leggi il documento


"Rapporto Innov-E 2015, Innovazione Tecnologica"

Autore: I-Com, Istituto per la Competitività

IN SINTESI: L’edizione 2015 del Rapporto I-Com sull’innovazione energetica oltre alla consueta, ormai storica, analisi sulla ricerca e lo sviluppo in campo energetico analizza l’innovazione lungo l’intera filiera dell’energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
partendo da una produzione sempre più sparsa e diversificata sul territorio per arrivare ad un consumo sempre più attento in ragione dei notevoli cambiamenti e delle galoppanti innovazioni che impattano sui consumatori finali sempre più attivi, sia come singoli e ancor più quando riuniti in gruppi. 

Leggi il documento


"Dichiarazioni di impatto ambientale turbine eoliche Siemens"

Autore: Siemens

IN SINTESI: La Divisione Wind Power and Renewables di Siemens ha presentato quattro nuovi documenti riguardanti la valutazione di impatto ambientaleimpatto ambientale
L'insieme degli effetti (diretti e indiretti, nel breve o nel lungo termine, positivi o negativi, ecc..) che l'avvio di una determinata attività ha sull'ambiente naturale circostante.
delle proprie turbine eoliche
 (Environmental Product Declarations, EPD), ciascuna delle quali rappresenta una delle quattro piattaforme di prodotti che fanno parte del portfolio della divisione. I dati inseriti si basano sul ciclo di vita - Life Cycle Assessments (LCAs) - di quattro progetti eolici definiti: due impianti eolici offshore con 80 turbine eoliche e due progetti eolici onshore con 20 turbine eoliche. I nuovi documenti offrono preziosi parametri chiave sulle prestazioni ambientali dei prodotti Siemens. (Inglese)

Leggi il documento


"Biocarburanti: prevenzione del rilascio, comportamento ambientale, bonifica e monitoraggio"

Autore: ISPRA

IN SINTESI: L’introduzione e l’uso di qualsiasi nuovo carburante possono presentare degli impatti sull’ambiente e i biocarburanti non fanno eccezione. A causa delle diverse proprietà dei biocarburanti, questi combustibili mostrano differenze note o ragionevolmente attese nel comportamento ambientale rispetto ai combustibili tradizionali. Le differenze nelle proprietà del biocarburante e quindi nel comportamento ambientale, possono essere valutate utilizzando un approccio che partendo da nuove strategie per la sua caratterizzazione, passa per la valutazione del rischio sanitario ed ambientale delle varie componenti (compresi gli additivi) presenti nelle miscele e i suoi prodotti di degradazione a breve e lungo termine ed arriva all'applicazione di misure per la riduzione del rischio.

Leggi il documento


Geothermal Electricity Potential in Europe

Geothermal Electricity Potential in Europe

Progetto GeoElec, cofinanziato nell'ambito dell'Intelligent Energy Europe Programme dell'Unione Europea

Clicca sull'immagine per accedere

GeoElec - Geothermal Electricity Potential in Europe

Leggi il documento


 

Pagina 1 di 31: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [Succ] [10>>] [20>>]

Mobilità sostenibile: 2000 bus elettrici pronti a partire entro il 201918/07/2017
Mobilità sostenibile: 2000 bus elettrici pronti a partire entro il 2019

Negli scorsi giorni il Comitato europeo delle Regioni, in collaborazione con la Commmissione Europea, ha sottoscritto una dichiarazione d'intenti...

Leggi tutto

Efficienza energetica: Quanta attenzione gli viene data nelle case degli italiani?17/07/2017
Efficienza energetica: Quanta attenzione gli viene data nelle case degli italiani?

Se avessero a disposizione un’ingente somma di denaro da spendere per la propria casa, quasi 4 italiani su dieci (37%) la impiegherebbero per...

Leggi tuttoArchivio

Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo15/06/2017
Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo

Nella vostra filiera produttiva, partendo da monte per arrivare a valle, quali sono le soluzioni di sostenibilità ed efficienza energetica più...

Leggi tuttoArchivio

Intervista Orizzontenergia - Granarolo

In occasione del convegno "Retail&Food Energy 2017", Giorgio Ruscito direttore di Orizzontenergia ha intervistato Lorenzo Innocenti (Energy...

Guarda

Intervista Orizzontenergia - Leroy Merlin

In occasione del convegno "Retail&Food Energy 2017", Giorgio Ruscito direttore di Orizzontenergia ha intervistato Fabio Minghetti (Director of...

GuardaVideo per argomento

Quanto ne sai su
Orizzontenergia in due parole?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

"Il libro blu dello spreco in Italia: l'acqua""Il libro blu dello spreco in Italia: l'acqua"

Rapporto a cura di Last Minute Market realizzato nell’ambito della campagna “Un anno contro lo spreco”, propone un’analisi documentata,...

Leggi tuttoLetture per argomento
Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti