HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Papers

Seleziona per argomento:

AmbienteEnergia & MercatoRinnovabiliFossiliNucleareEfficienza & RisparmioMobilità sostenibileRiciclo e RifiutiSostenibilitàGli stakeholder dell'energia
Seleziona per tag:

"Il Biometano nelle strategie nazionali per le FER e per il controllo delle emissioni di gas climatizzanti"

Autore: V. Pignatelli - ENEA

IN SINTESI: Presentazione Convegnom “Purificazione e upgradingupgrading
Insieme di processi chimico-fisici che hanno l'obiettivo di migliorare la qualità delle materie prime (per esempio carbone, petrolio, ecc...).
del biogasbiogas
Miscela di gas prodotti in seguito ad un processo di digestione anaerobica di materiale organico di origine vegetale e animale. Alcuni batteri provvedono a decomporre il materiale organico, in ambiente privo di ossigeno, producendo una miscela gassosa formata da metano (50÷70%), anidride carbonica (35÷40%) e tracce di altri gas. Le materie prime utilizzabili sono residui agricoli, zootecnici dell'industria agro-alimentare, acque e fanghi reflui.
in biometano”. Possibili impieghi del biometano. Immissione nella rete locale o nazionale di trasporto del gas metanometano
Idrocarburo che rappresenta il costituente principale del gas naturale.
, con utilizzazione anche a grande distanza dalla fonte di produzione, per: Usi domestici (produzione di calore, acqua calda sanitaria ecc.); Generazione di energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
in centrali a turbogas;  Alimentazione di autoveicoli a metano presso impianti di rifornimento stradali.  DistribuzioneDistribuzione
Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
presso il sito di produzione per l’alimentazione di automezzi a metano in modalità extra-rete.

Leggi il documento


"Decreto Rinnovabili: Il Commento del Direttore APER"

Autore: Marco Pigni - Direttore APER - Associazione Produttori Energie da Fonti RinnovabiliFonti Rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse

IN SINTESI: Articolo - l'Ing. Marco Pigni esprime il suo commento a proposito del Decreto sulle Rinnovabili (IV Conto EnergiaConto Energia
Il Conto Energia è una forma di incentivazione statale a sostegno della produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici.
Entrato in vigore con il Decreto Ministeriale del 19 Febbraio 2007, consiste nell'attribuzione di una tariffa incentivante, proporzionale all'energia prodotta, in base alla tipologia di impianto (non integrato architettonicamente, parzialmente integrato, integrato). Le tariffe vengono corrisposte per un periodo di 20 anni a partire dalla data di entrata in esercizio dell'impianto e rimangono costanti per l'intero periodo.
).

Leggi il documento


"Riduzione dei gas serra: tabella di marcia fino al 2015 - COM2011/112"

Autore: Commissione Europea

IN SINTESI: Le principale tappe finalizzate alla riduzione delle emissioni dei gas serra dell'Unione Europea entro il 2050. Infatti, la transazione efficace e graduale verso un'economia a basse emissioni di carboniocarbonio
Elemento chimico costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche chimica del carbonio: sono noti più di un milione di composti del carbonio. È molto diffuso in natura, ma non è abbondante: è presente nella crosta terrestre nella percentuale dello 0,08% circa, e nell'atmosfera prevalentemente come monossido (CO) e biossido (CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

) di carbonio (anidride carbonica). Allo stato di elemento si presenta in due differenti forme cristalline: grafite e diamante.
deve essere realizzata mediante l'efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
, l'innovazione e l'aumento degli investimenti.

Leggi il documento


"L’(in)sostenibile ciclo del “BIO”: Osservazioni su biocarburanti&sostenibilità"

Autore: T. Zerlia - SSC

IN SINTESI: Nel diciembre 2011 la Commissione Europea ha richiesto agli operatori economici del settore biocombustibili – biocarburanti di fornire informazioni su ciascuna partita di prodotto e, in particolare, sui criteri di sostenibilità (di cui alle Direttive 2009/28/CE e 98/70/CE). La Commissione aveva pubblicato un interessante rapporto “On indirect land-use change related to biofuels and bioliquids” dove evidenziava – giustamente - la possibilità di dover emendare le due direttive sui biocarburanti (2009/28/CE e 98/70/CE): numerosi studi (compresi quelli commissionati dalla Commissione medesima) e i risultati della Consultazione Pubblica (sul sito “energie rinnovabilienergie rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
” della Commissione) evidenziavano infatti criticità e incertezze legate - in particolare - agli effetti indiretti del cambio d’uso del suolo e alle emissioni di GHG diverse dalla CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

(“non CO2- GHG”) col risultato di mettere in forse la possibilità di valutare con ragionevole certezza la sostenibilità dei biofuel.

Leggi il documento


"Riserva di gas non convenzionale in Europa e in Nord Africa"

Autore: Giovan Battista Zorzoli - Presidente ISES Italia

IN SINTESI: Presentazione, durante il seminario su “Il ruolo del gas non convenzionale: stato dell’arte e prospettive”, che mette in evidenza che, a meno di scoprire nuovi giacimenti e di una forte riduzione dei costi, é probabile che la produzione di Gas Non Convenzionali in Europa si limiti a compensare il calo della produzione interna di Gas Convenzionale, effetto che é comunque tuttaltro che trascurabile, ciò non toglie che l'abbastanza probabile moltiplicazione del caso Americano, con Cina, India Nord Africa e Australia, fra i candidati più probabili, dovrebbe creare un'abbondanza di gas tale da ripercuotersi in misura rilevante sui costi anche in Europa.

Leggi il documento


"Gli impianti del gas non convenzionale, attuali ed attesi, sul mercato mondiale ed europeo"

Autore: Edgardo Curcio, Presidente A.I.E.E. - Associazione Italiana Economisti EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)

IN SINTESI: La presentazione illustra le implicazioni e le attese futurefuture
Contratto a termine standardizzato, stipulato all'interno di un mercato regolamentato, in cui chi lo sottoscrive si prende l'obbligo di acquistare o vendere un determinato bene ad una data e prezzo prefissati.
sul mercato del gasmercato del gas
Il mercato relativo al settore del gas strutturato secondo 5 fasi fondamentali: approvvigionamento, trasporto, stoccaggio, distribuzione e vendita.
, e in altri mercati concorrenti, conseguenti allo sviluppo del gas non convenzionale".

Leggi il documento


"Le Tecnologie per la Cattura della CO2"

Autore: Giuseppe Girardi - Vice Presidente SOTACARBO - Dirigente di Ricerca, Coordinatore Impiego Sostenibile dei Combustibili Fossili, ENEA

IN SINTESI: Stralcio del Supplemento Speciale Rivista EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
, Ambiente e Innovazione
- Le tecnologie di cattura della CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

hanno raggiunto ormai la maturità tecnologica. Sono inoltre in corso significative sperimentazioni che dovranno ancora chiarire aspetti meritevoli di ulteriore ricerca e sviluppo. Nell'ottica della politica 20-20-20, la UE promuove la realizzazione di un numero consistenti di dimostrativi di taglia industriale. La situazione è già matura per una più chiara strategia di intervento nazionale volta a soddisfare i bisogni nazionali per la riduzione delle emissioni di CO2 e consentire all'industria italiana di partecipare alla competizione nel mercato globale di queste tecnologie.

Leggi il documento


"SET Plan: il contributo italiano alla iniziativa industriale sulle CCS"

Autore: Giuseppe Girardi - Vice Presidente SOTACARBO - Dirigente di Ricerca, Coordinatore Impiego Sostenibile dei Combustibili Fossili, ENEA

IN SINTESI: Stralcio del Supplemento Speciale Rivista EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
, Ambiente e Innovazione
- Lo Strategic Energy Technology Plan della Commissione Europea fissa la strategia comunitaria per lo sviluppo accelerato delle nuove tecnologie energetiche. In questo quadro le tecnologie CCS-Carbon Capture and Storage rivestono un ruolo trainante con la promozione di iniziative industriali e programmi di ricerca congiunti. 

Leggi il documento


"Le Tecnologie di Carbon Capture and Storage-CCS" - parte II

Autore: ENEA - parte II

IN SINTESI: Supplemento Speciale Rivista EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
, Ambiente e Innovazione
che illustra gli aspetti della politica energetica e le problematiche delle implicazioni per l'Italia del recepimento della Direttiva Europea sulla cattura e stoccaggiostoccaggio
Attività di raccolta e deposito di una determinata risorsa. 
della CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

, nonchè particolari aspetti legati all'ingresso delle CCS nei meccanismi di carbon credit previsti dal Protocollo di KyotoProtocollo di Kyoto
È un accordo internazionale sull'ambiente siglato nel 1997 da oltre 160 paesi per la riduzione delle emissioni climalteranti. Entrato in vigore a febbraio 2005, prevede entro il 2012 la riduzione complessiva delle emissioni di gas serra del 5,2% rispetto ai livelli del 1990 (considerato come anno di riferimento). Per i Pesi in via di sviluppo non sono stati previsti obiettivi di riduzione. Il protocollo di Kyoto ha introdotto dei meccanismi (i cosiddetti "meccanismi flessibili") per l'adempimento degli obiettivi di ciascun Paese, favorendo la cooperazione internazionale. Essi sono il Clean developmenti Mechanism, il Joint Implementation e l'Emission TradingTrading
Attività di acquisto e/o di vendita di prodotti (materie prime o commodities) sui mercati internazionali.
.
. Chiarisce inoltre gli aspetti propriamente tecnici relativi alle tecnologie di cattura e a quelle di sequestro della CO2 ed illustra alcuni progetti dimostrativi italiani.

Leggi il documento


"Le Tecnologie di Carbon Capture and Storage-CCS" - parte I

Autore: ENEA - parte I

IN SINTESI: Supplemento Speciale Rivista EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
, Ambiente e Innovazione
che illustra gli aspetti della politica energetica e le problematiche delle implicazioni per l'Italia del recepimento della Direttiva Europea sulla cattura e stoccaggiostoccaggio
Attività di raccolta e deposito di una determinata risorsa. 
della CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

, nonchè particolari aspetti legati all'ingresso delle CCS nei meccanismi di carbon credit previsti dal Protocollo di KyotoProtocollo di Kyoto
È un accordo internazionale sull'ambiente siglato nel 1997 da oltre 160 paesi per la riduzione delle emissioni climalteranti. Entrato in vigore a febbraio 2005, prevede entro il 2012 la riduzione complessiva delle emissioni di gas serra del 5,2% rispetto ai livelli del 1990 (considerato come anno di riferimento). Per i Pesi in via di sviluppo non sono stati previsti obiettivi di riduzione. Il protocollo di Kyoto ha introdotto dei meccanismi (i cosiddetti "meccanismi flessibili") per l'adempimento degli obiettivi di ciascun Paese, favorendo la cooperazione internazionale. Essi sono il Clean developmenti Mechanism, il Joint Implementation e l'Emission TradingTrading
Attività di acquisto e/o di vendita di prodotti (materie prime o commodities) sui mercati internazionali.
.
. Chiarisce inoltre gli aspetti propriamente tecnici relativi alle tecnologie di cattura e a quelle di sequestro della CO2 ed illustra alcuni progetti dimostrativi italiani.

Leggi il documento


"Definizioni e obiettivi delle Smart Grid"

Autore: Massimo Gallanti, Direttore Sviluppo dei Sistemi Elettrici - RSE

IN SINTESI: Stralcio, Capitolo 1, del libro "Smart GridSmart Grid
Trattasi di una rete di informazione che affianca la rete di distribuzione elettrica e gestisce la rete elettrica in maniera "intelligente" sotto vari aspetti o funzionalità ovvero in maniera efficiente per la distribuzione di energia elettrica evitando sprechi energetici, sovraccarichi e cadute di tensione elettrica. Ciò avviene attraverso un sistema fortemente ottimizzato per il trasporto e diffusione della stessa, dove gli eventuali surplus di energia di alcune zone vengono redistribuiti, in modo dinamico ed in tempo reale, in altre aree oppure regolando costantemente il dispacciamento tra centrali di autoproduzione elettrica da fonti rinnovabili della rete di distribuzione (generazione distribuita) con le centrali elettriche della rete di trasmissione (produzione centralizzata).
. Le reti Elettriche di Domani" pubblicato dalla GieEdizioni (Gruppo EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
Italia) in collaborazione con la Fondazione EnergyLab che tratta tutta la parte introduttiva e di nozioni a proposito delle reti intelligenti, le Smart Grids, illustrando la situazione attuale Itaiana nonchè la tecnologia e le innovazioni del settore relativo alle reti di distribuzionedistribuzione
Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
elettrica.

Leggi il documento


"Mille luci sul Tamigi: Proposte di riforma del settore elettrico in Gran Bretagna tra mercato e incentivi"

Autore: Stefano Verde-Specialista tradingtrading
Attività di acquisto e/o di vendita di prodotti (materie prime o commodities) sui mercati internazionali.
mercato elettricomercato elettrico
Mercato dove si effettua l'acquisto e la vendita di energia elettrica attarverso un sistema di contratti bilaterali o attraverso la borsa elettrica. Il prezzo viene determinato dall'incontro tra la domanda e l'offerta di energia elettrica da parte dei vari operatori che vi partecipano.
, Hera Trading S.r.l.

IN SINTESI: Pubblicazione speciale del'IBL-Istituto Bruno Leoni, tratta sul recente documento di consultazione del Governo britannico che segna una scelta verso interventi sul settore del mercato elettrico finalizzati sì ad incidere sulle valutazioni economiche che il mercato elabora su ciascuna tipologia di investimento, ma in linea di principio maggiormente orientati a lasciare a quest’ultimo la parola finale sul tipo di investimenti.

Leggi il documento


"WindBook: realtà e leggende dell'Eolico in Italia"

Autore: APER

IN SINTESI: Questa recensione cita i vari aspetti sull'Eolico sia di carattere Ambientalistico che di Incentivazione, l'impatto sul paesaggio, la salute e la necessità della diversificazione del Mix Energetico. Mette in evidenza la realtà in Italia e come l'Energia EolicaEnergia Eolica
Energia ricavata dal vento in virtù della velocità con cui soffia. Questa forma di energia viene prodotta grazie a macchine eoliche (dette anche aerogeneratori) che convertono l'energia cinetica del vento in energia meccanica di rotazione, e, successivamente, in energia elettrica utilizzabile per differenti scopi.
sia un'importante risorsa per il sistema di Generazione Elettrica nazionale ed europea e per la riduzione della dipendenza e della volatilità del prezzo dei Combustibili Fossili. Gli ultimi scenari della Commissione Europea indicano che la sola Fonte Eolica coprirà il 14% del fabisono dell'Unione Euroepa al 2020. Attualmente la generazione elettrica dall'Eolico rappresenta il 5% della Elettricità prodotta in Europa. A fine 209 l'Italia è sul podio europeo per quanto riguarda la PotenzaPotenza
Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
Eolica Installata
dietro solamente alla Germanai e alla Spagna, nonostante in Italia lo sviluppo dell'Eolico è relativamente recente. La produzione di EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
dal Vento
è stremamente utile se si considerano i benefici Ambientali ed economici.

Leggi il documento


"L’Esperienza ENEL nella Costruzione di Impianti Nucleari in Italia e nel Mondo"

Autore: G. Aquilanti, Ingegneria e Innovazione - Enel-Area TecnicaNucleare

IN SINTESI: Presentazione, intervento durante il Convegno “Energia nucleareEnergia nucleare
Energia derivante dalle trasformazioni che coinvolgono i nuclei atomici (fissione o fusione). Attualmente la produzione di energia elettrica con il nucleare si basa sulla fissione, dal momento che i processi di fusione nucleare sono ancora in fase di studio e ricerca. Il combustibile impiegato è l'uraniouranio
Elemento metallico radioattivo che si trova sottoforma di ossidi o sali nelle rocce, nel suolo, nell'aria e nell'acqua. L'uranio, così come si trova in natura, è costituito da tre isotopi: l'uranio 238 (per il 99.9 %), l'uranio 235 (l'uranio fissile impiegato come combustibile nelle centrali nucleari) e l'uranio 234, in piccolissime tracce.
 235, contenuto in piccola concentrazione nell'uranio naturale. Nelle centrali di questo tipo l'enorme quantitativo di energia che si libera dalle reazioni nucleari viene ceduto a un fluido che a sua volta la cede all'acqua che poi percorre un ciclo di potenza uguale a quello delle centrali a vapore convenzionali.
e fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
: incompatibilità o convergenza? Europa, Italia, Piemonte - l’energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
come motore di crescita
”, che illustra le esperienze ENEL all’estero, il programma NucleareNucleare
Forma di energia derivante dai processi che coinvolgono i nuclei atomici (fissione e fusione).
Italiano,
Nucleare e Rinnovabili nel Mix Enel, confronto tra Nucleare e Rinnovabili, gli aspetti ambientali, le caratteristiche tecniche egli aspetti economici.

Leggi il documento


"Politica Europea per l’Energia"

Autore: C. Corazza, Direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea

IN SINTESI: Presentazione, intervento durante il Convegno “Energia nucleareEnergia nucleare
Energia derivante dalle trasformazioni che coinvolgono i nuclei atomici (fissione o fusione). Attualmente la produzione di energia elettrica con il nucleare si basa sulla fissione, dal momento che i processi di fusione nucleare sono ancora in fase di studio e ricerca. Il combustibile impiegato è l'uraniouranio
Elemento metallico radioattivo che si trova sottoforma di ossidi o sali nelle rocce, nel suolo, nell'aria e nell'acqua. L'uranio, così come si trova in natura, è costituito da tre isotopi: l'uranio 238 (per il 99.9 %), l'uranio 235 (l'uranio fissile impiegato come combustibile nelle centrali nucleari) e l'uranio 234, in piccolissime tracce.
 235, contenuto in piccola concentrazione nell'uranio naturale. Nelle centrali di questo tipo l'enorme quantitativo di energia che si libera dalle reazioni nucleari viene ceduto a un fluido che a sua volta la cede all'acqua che poi percorre un ciclo di potenza uguale a quello delle centrali a vapore convenzionali.
e fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
: incompatibilità o convergenza? Europa, Italia, Piemonte - l’energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
come motore di crescita
”, che illustra le prospettive futurefuture
Contratto a termine standardizzato, stipulato all'interno di un mercato regolamentato, in cui chi lo sottoscrive si prende l'obbligo di acquistare o vendere un determinato bene ad una data e prezzo prefissati.
dell’Europa nell'ambito del programma Europa 2020 per una crescita sostenibile, intelligente e inclusiva per il raggiungimento dei traguardi 20-20-20, cioè: 20% di riduzione dei gas serra rispetto al 1990, 20% di energia da FER, 20% di miglioramento dell’efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
.

Leggi il documento


"Nucleare e Rinnovabili: situazione, prospettive costi e problematiche"

Autore: A. Clerici, Gruppo di lavoro Internazionale WEC / FAST - 2011

IN SINTESI: Presentazione che mette in luce queste due fonti energetiche e conclude con la segunete considerazione NucleareNucleare
Forma di energia derivante dai processi che coinvolgono i nuclei atomici (fissione e fusione).
e Rinnovabili non sono in contrapposizione: il nucleare (come gas e carbonecarbone
Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d'impiego.
I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un'elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono 'energeticamente' più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
)fornisce l’indispensabile energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
di base programmabile mentre le rinnovabili sono “aleatorie” (danno energia quando c’è vento o sole) e necessitano quindi di adeguata “riserva” dalle altre fonti.

Leggi il documento


"I veri costi del nucleare. Perchè la Fondazione per lo sviluppo sostenibile non sa di non sapere"

Autore: C. Stagnaro, IBL - Istituto Bruno Leoni - 2011

Un recente rapporto della Fondazione per lo sviluppo sostenibilesviluppo sostenibile
Lo sviluppo sostenibile è quel tipo di sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni presenti senza compromettere il futuro delle generazioni a venire. I tre obiettivi dello sviluppo sostenibile sono: prosperità economica, benessere sociale e limitato impatto ambientale. La prima definizione, risalente al 1987, è stata quella contenuta nel rapporto Brundtland, poi ripresa successivamente dalla Commissione mondiale sull'ambiente e lo sviluppo dell'ONU.
, compilato dall’ex ministro dell’Ambiente, Edo Ronchi, mette seriamente in discussione la competitività economica dell’energia nucleareenergia nucleare
Energia derivante dalle trasformazioni che coinvolgono i nuclei atomici (fissione o fusione). Attualmente la produzione di energia elettrica con il nucleare si basa sulla fissione, dal momento che i processi di fusione nucleare sono ancora in fase di studio e ricerca. Il combustibile impiegato è l'uraniouranio
Elemento metallico radioattivo che si trova sottoforma di ossidi o sali nelle rocce, nel suolo, nell'aria e nell'acqua. L'uranio, così come si trova in natura, è costituito da tre isotopi: l'uranio 238 (per il 99.9 %), l'uranio 235 (l'uranio fissile impiegato come combustibile nelle centrali nucleari) e l'uranio 234, in piccolissime tracce.
 235, contenuto in piccola concentrazione nell'uranio naturale. Nelle centrali di questo tipo l'enorme quantitativo di energia che si libera dalle reazioni nucleari viene ceduto a un fluido che a sua volta la cede all'acqua che poi percorre un ciclo di potenza uguale a quello delle centrali a vapore convenzionali.
(Ronchi 2010)...

Leggi il documento


"Renewable Energy: Progressing towards the 2020 target"

Autore: European Commission, European Parliament and the Council - 2011

Renewable energy is crucial to any move towards a low carbon economy. It is also a key component of the EU energy strategy. The European industry leads global renewable energy technology development employs 1.5 million people and by 2020 could employ a further 3 million. The promotion of renewable energy also develops a diverse range of mostly indigenous energy resources...

Leggi il documento


"Per Zorzoli (Ises Italia) servono nuovi target per il Fotovoltaico in Italia"

Autore: Giovan Battista Zorzoli - Presidente ISES Italia

IN SINTESI: Articolo, il parere dell'autore a proposito di nuovi e più avanzati target da prevedere nel Piano Energetico Nazionale in merito agli sviluppi del settore Fotovoltaico in Italia.

Leggi il documento


"Costi previsti per la generazione di energia elettrica"

Autore: E.I.A, Agenzia Internazionale dell'Eneragia - N.E.A., Agenzia per l'Energia NucleareEnergia Nucleare
Energia derivante dalle trasformazioni che coinvolgono i nuclei atomici (fissione o fusione). Attualmente la produzione di energia elettrica con il nucleare si basa sulla fissione, dal momento che i processi di fusione nucleare sono ancora in fase di studio e ricerca. Il combustibile impiegato è l'uraniouranio
Elemento metallico radioattivo che si trova sottoforma di ossidi o sali nelle rocce, nel suolo, nell'aria e nell'acqua. L'uranio, così come si trova in natura, è costituito da tre isotopi: l'uranio 238 (per il 99.9 %), l'uranio 235 (l'uranio fissile impiegato come combustibile nelle centrali nucleari) e l'uranio 234, in piccolissime tracce.
 235, contenuto in piccola concentrazione nell'uranio naturale. Nelle centrali di questo tipo l'enorme quantitativo di energia che si libera dalle reazioni nucleari viene ceduto a un fluido che a sua volta la cede all'acqua che poi percorre un ciclo di potenza uguale a quello delle centrali a vapore convenzionali.

IN SINTESI: L'Edizione 2010 presenta i principali risultati del lavoro svolto nel 2009 per il calcolo dei costi di generazione di energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
delle centrali termoelettriche a combustibile nuclearecombustibile nucleare
Sostanza i cui nuclei atomici sono fissili, ovvero, se colpiti da neutroni, danno luogo ad atomi più leggeri liberando contemporaneamente un'elevatissima quantità di energia termica. Tipicamente il combustibile nucleare per eccellenza è l'uranio. Per analogia con i fossili, tali sostanze vengono definite combustibili, anche se in realtà esse vengono sottoposte ad un processo fisico di "disintegrazione" e non chimico (come nel caso della combustione).
e fossile, nonché i costi di energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
elettrica generanta da una vasta gamma di tecnologie da fanti rinnovabili, alcune con produzione variabile o intermittente. Comprende anche alcune centrali che dovrebbero essere commissionati entro il 2015. I calcoli si basano sul durata media del ciclo di vita degli impienti ed un costo medio livellato ed attualizato usato negli studi precedenti, con il metodo del discounted cash flow (DCF). I calcoli si basano su ipotesi generiche dei principali parametri tecnici ed economici, come concordato tra il gruppo di esperti ad hoc. Le ipotesi più significative riguardano i tassi di sconto reali, 5% e il 10%, tenendo conto dei prezzi del carburante e, per la prima volta, un prezzo del carboniocarbonio
Elemento chimico costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche chimica del carbonio: sono noti più di un milione di composti del carbonio. È molto diffuso in natura, ma non è abbondante: è presente nella crosta terrestre nella percentuale dello 0,08% circa, e nell'atmosfera prevalentemente come monossido (CO) e biossido (CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

) di carbonio (anidride carbonica). Allo stato di elemento si presenta in due differenti forme cristalline: grafite e diamante.
di 30 dollari per tonnellata.

Leggi il documento


 

Pagina 21 di 49: [<<20] [<<10] [Prec] 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 [Succ] [10>>] [20>>]

Mobilità elettrica: 124.000 auto elettriche Volkswagen potrebbero essere ritirate dal mercato08/08/2018
Mobilità elettrica: 124.000 auto elettriche Volkswagen potrebbero essere ritirate dal mercato

Volkswagen potrebbe dover ritirare dal mercato 124.000 auto elettriche ed ibride Il cadmio, metallo pesante, è stato rinvenuto all'interno di un...Leggi tutto

Rinnovabili: Eolico e fotovoltaico raggiungono 1 TW di potenza installata07/08/2018
Rinnovabili: Eolico e fotovoltaico raggiungono 1 TW di potenza installata

Eolico e fotovoltaico raggiungono i 1000 GW di installazioni  I dati Bloomberg NEF indicano che il mondo ha raggiunto la cifra fondamentale di...Leggi tuttoArchivio

Efficienza energetica: L'importanza di interpretare big data ed analytics20/06/2018
Efficienza energetica: L'importanza di interpretare big data ed analytics

Uno dei principali elementi su cui si gioca la concorrenza tra aziende è l’innovazione. In termini di efficienza energetica, quali sono le...

Leggi tuttoArchivio

Modello, struttura e processi dell'economia circolare

L'economia circolare prende spunto dai meccanismi di retroazione (non lineari) che contraddistinguono i sistemi viventi e assume che i sistemi...

Guarda

Internet of Things: La Top 7 dei progetti piu' rivoluzionari

Internet of Things è un neologismo riferito all'estensione di Internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti. Introdotto da Kevin Ashton,...

GuardaVideo per argomento

Quanto ne sai su
Ambiente?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

"Fondamenti di Energetica""Fondamenti di Energetica"

I - Dalla termodinamica all'energetica: il problema dell'energia
II - Le fonti rinnovabili
III - Combustibili fossili e nucleari
IV - Consumi,...

Leggi tuttoLetture per argomento

29/11/2018 - 01/12/2018 - Bologna - Illuminotronica 2018: Home&Urban technology EXPO

ILLUMINOTRONICA 2018: l’evoluzione di un progetto

Nuove date - dal 29 novembre al 1 dicembre - e una nuova sede - Fiera di Bologna -
per l’unica mostra convegno dedicata alle tecnologie Home & Urban

Milano, 25 Gennaio 2018 - Il cambiamento è crescita! Soprattutto se va in una direzione di...

Leggi tuttoEventi per settore
Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti