HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Papers

Seleziona per argomento:

AmbienteEnergia & MercatoRinnovabiliFossiliNucleareEfficienza & RisparmioMobilità sostenibileRiciclo e RifiutiSostenibilitàGli stakeholder dell'energia

"Gestione flessibile di impianti a ciclo combinato nel mercato libero dell'energia"

Autore: Alessandro Sorce, Tirreno Power

IN SISNTESI: Lezione per il corso di “Gasdinamica e Impianti per l'energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
” - Sistemi di controllo di una turbina a gasturbina a gas
In senso stretto il termine turbina a gas indica la macchina in cui avviene l'espansione dei fumi derivanti dalla combustione di gas naturale. Essa è costituita da un compressore che comprime l' aria comburente, un combustore dove avviene la reazione chimica di combustione vera e propria ed un turbo espansore che è l'organo da cui si ricava lavoro utile. In senso più ampio, invece, il termine turbina a gas identifica l'intero impianto motore per la produzione di energia elettrica.
: Sistemi di Regolazione / Metodi per la riduzione del minimo tecnico ambientale; Il mercato liberomercato libero
Mercato in cui sia le imprese che producono sia le imprese che vendono energia elettrica operano in regime di concorrenza, stimolando una competizione che può portare benefici ai consumatori in termini di prezzi e qualità del servizio.
dell’energia; Avviamento di un Ciclo CombinatoCiclo Combinato
Si parla di ciclo combinato quando i gas di scarico in uscita da una turbina a gas vengono impiegati come sorgente di calore per un ciclo a vapore, essendo a temperatura molto alta (circa 600°C). Si tratta in pratica di far funzionare in cascata una turbina a gas e un impianto a vapore, ottimizzando in questo modo il recupero delle 'potenzialità energetiche' dei gas di scarico (la conversione in energia meccanica è tanto più efficiente quanto più i di scarico sono caldi).
; Diagnostica dei Cicli Combinati

Leggi il documento


"Ricerca di Sistema Elettrico - Sviluppo di sistemi per la produzione di energia elettrica da biomasse e l'upgrading dei biocombustibili"

Autore: V. Pignatelli - ENEA

IN SINTESI: L’obiettivo principale del progetto è contribuire alla messa a punto di sistemi per la valorizzazione energetica delle biomasse, sia incrementando la produzione di biogasbiogas
Miscela di gas prodotti in seguito ad un processo di digestione anaerobica di materiale organico di origine vegetale e animale. Alcuni batteri provvedono a decomporre il materiale organico, in ambiente privo di ossigeno, producendo una miscela gassosa formata da metano (50÷70%), anidride carbonica (35÷40%) e tracce di altri gas. Le materie prime utilizzabili sono residui agricoli, zootecnici dell'industria agro-alimentare, acque e fanghi reflui.
 ottenibile, sia migliorando l’efficienza di trasformazione di uno spettro più ampio di matrici organiche (uso di biomassabiomassa
In generale si identifica con biomassa tutto ciò che ha matrice organica ad eccezione delle plastiche e dei materiali fossili. Come indicato nel decreto legislativo del 29 Dicembre 2003 n. 387, per biomassa si intende " la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall'agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali) e dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, nonchè la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani ". Ciò che accomuna le diverse tipologie di biomassa è la presenza di carbonio che mette a disposizione un elevato potere calorifico eventualmente sfruttabile per fini energetici.
algale, scarti e residui lignocellulosici, specie vegetali coltivabili in terreni marginali), da utilizzare per la co-generazione di elettricità e calore in sistemi decentralizzati di piccola-media taglia o, previo un opportuno trattamento di clean-up e upgradingupgrading
Insieme di processi chimico-fisici che hanno l'obiettivo di migliorare la qualità delle materie prime (per esempio carbone, petrolio, ecc...).
, per l’immissione come biometano nella rete nazionale di distribuzionedistribuzione
Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.

Leggi il documento


"Sintesi World Energy Outlook 2013"

Autore. I.A.E. - Agenzia Internazionale dell'EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)

IN SINTESI: WEO-2013 presenta le proiezioni fino al 2035 per ciascuna fonte energetica, per singola regione e per settore. Al petroliopetrolio
Combustibile di colore da bruno chiaro a nero, costituito essenzialmente da una miscela di idrocarburi. Si è formato per azioni chimiche, fisiche e microbiologiche da resti di microorganismi (alghe, plancton, batteri) che vivevano in ambiente marino addirittura prima della comparsa dei dinosauri sulla terra. I principali composti costituenti del petrolio appartengono alle classi delle paraffine, dei nafteni e degli aromatici, che sono composti organici formati da carbonio e idrogeno e le cui molecole sono disposte secondo legami di varia natura.
viene dedicata un’analisi approfondita in cui si esaminano risorse, produzione, domanda, raffinazioneraffinazione
Insieme di processi fisico-chimici che consentono di trasformare il petrolio in combustibili con caratteristiche appropriate agli utilizzi finali. La prima fase del procedimento di raffinazione del petrolio greggio è la separazione delle componenti di diverso peso molecolare: quelle più pesanti (che hanno un punto di ebollizione maggiore e che sono destinate alla produzione di oli lubrificanti, cere, ...) rimangono nella parte bassa della colonna di frazionamento, mentre quelle più leggere (tra cui benzina, GPL, jet fuel, ...) risalgono verso l'alto e possono essere facilmente asportate. Successivamente si procede con altri processi (crackingcracking
Processo chimico utilizzato nell'industria di trasformazione petrolifera per convertire le frazioni pesanti del petrolio in frazioni più leggere. Esso consiste nel rompere (dall'inglese crack)  le grosse molecole complesse di idrocarburi ad alta temperatura in presenza di opportuni catalizzatori.
, visbreaking, reforming, ...), con trattamenti di purificazione più o meno complessi e aggiunta di additivi.
e commercio internazionale. L’efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
– fattore importante per l’equilibrio energetico mondiale – viene analizzata con un livello di dettaglio simile a quello riservato alle fonti tradizionali: in un capitolo dedicato, vengono presentate le dinamiche attese e il contributo che ne può derivare. Infine, il rapporto esamina in modo dettagliato le prospettive del settore energetico del Brasile e le relative implicazioni per il panorama energetico mondiale.

Breve Presentazione (slides-Inglese)

Renewable World Energy Outlook 2013

 

Leggi il documento


"Proiezione Costi d'Importazione Combustibili Fossili dal 2012 al 2035"

Autore: I.E.A.- Agenzia Internazionale dell'EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
su dati OECD

IN SINTESI: Tabella ptoiezione dei costi d'importazione del petroleo, gas naturalegas naturale
Idrocarburo che ha un'origine simile al petrolio, che si forma a partire dalla decomposizione anaerobica (cioè in assenza di ossigeno (O2) di microorganismi, attraverso processi biologici avvenuti nel corso delle ere geologiche. La composizione del gas naturale varia notevolmente a seconda del sito di formazione, ma in genere presenta un'alta percentuale di metano (dal 70 al 95 %), anidride carbonica (CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

), azoto (N2) e idrogeno solforato (H2S).
e carbonecarbone
Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d'impiego.
I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un'elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono 'energeticamente' più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
, elaborata nel 2013, su base 2012 e proiezione al 2035, estratto dal World Energy Outlook 2013

Leggi il documento


"Combustibile Solido Secondario, alle parole ai fatti. L'Importanza di diversificare ed equilibrare il Mix delle Fonti"

Autore: R. Sorgenti - AssoCarboni

IN SINTESI: Sostenibilità energetica: potenziale longevità del sistema energetico a supporto della vita umana; sostenibilità sia in termini ambientali che economici. Il carbonecarbone
Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d'impiego.
I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un'elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono 'energeticamente' più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
: fonte sostenibile ! - Perché: Facilità degli approvvigionamenti; Economicità; Continuità (vs. intermittenza eolico e solare); Sicurezza (strategica e fisica); Efficienza di utilizzo; Rispetto ambientale

 

Leggi il documento


"Integrazione delle rinnovabili nel sistema elettrico"

Autore: M. Gallanti - RSE, ANIE

IN SINTESI: La criticità dell'attuale sistema elettrico è dovuta alla rapida crescita delle fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
non programmabili
quali i generatori di grossa taglia (parchi eolici) sono concentrati in aree lontane dal carico dove spesso la rete di trasmissionetrasmissione
Attività di trasporto dell'elettricità sulla rete a partire dai centri di produzione sino ai centri di utilizzo. Il maggiore proprietario della rete di trasmissione nazionale dell'energia elettrica ad alta tensione è Terna.
non garantisce sufficiente capacità di trasporto oppure i generatori di piccola taglia, detta anche Generazione Distribuita o Diffusa-GD connessi alla rete di distribuzionedistribuzione
Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
.

Leggi il documento


"La gestione sostenibile del bosco incentivi e obblighi di certificazione del cippato e del pellet"

Autore: V. Pignatelli - Itabia

IN SINTESI: BiomassaBiomassa
In generale si identifica con biomassa tutto ciò che ha matrice organica ad eccezione delle plastiche e dei materiali fossili. Come indicato nel decreto legislativo del 29 Dicembre 2003 n. 387, per biomassa si intende " la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall'agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali) e dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, nonchè la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani ". Ciò che accomuna le diverse tipologie di biomassa è la presenza di carbonio che mette a disposizione un elevato potere calorifico eventualmente sfruttabile per fini energetici.
: gestione forestale, incentivi e certificazione del cippato / pellet da filiera corta. Una opportunità per le imprese agroforestali e l’economia di un territorio. La biomassa, intesa come ogni sostanza organica derivante direttamente o indirettamente dalla fotosintesi clorofilliana, è una risorsa suscettibile di molteplici impieghi: alimentari, energetici, chimici, territoriali, sociali. Ciascuno di questi usi non è alternativo agli altri, ma tutti possono essere integrati in un’ottica di «sistema» dove trovano posto: La molteplicità di opzioni energetiche attuali e potenziali; La pluralità degli impieghi extra-energetici; La protezione e salvaguardia dell’ecosistemaecosistema
È l'insieme di tutti gli organismi viventi (animali e vegetali) presenti in un determinato ambiente e delle relazioni che intercorrono tra di loro e tra essi e il sistema fisico circostante.
; Gli aspetti socio-economici. Elaborare e realizzare un progetto al di fuori di questa visione di insieme significa sminuire il potenziale complessivo delle biomasse e generare timori, conflitti e contestazioni, a volte anche legittimi.

Leggi il documento


"La Situazione dell'Eolico Off-Shore in Italia"

Autore: S. Togni, ANEV - Key Energy 2013, Key Wind

IN SINTESI: La tendenza verso la quasi totale saturazione dei siti disponibili sulla terraferma è stata una delle principali ragioni negli ultimi anni a far convergere l’interesse verso la scelta di siti offshore o semioffshore, cioè che sono ubicati rispettivamente in mare aperto o lungo pennelli a mare o dighe foranee di porti o di località rivierasche. La differenza sostanziale tra impianti a mare o su terraferma sta nelle condizioni ambientali, favorevoli quali una diversa velocità del vento, una minor turbolenza dell’aria, visibilità relativamente ridotta ad una certa distanza dalla costa, o sfavorevoli, come differenti situazioni di carichi statici e dinamici sulla struttura di fondazione e sull’aerogeneratoreaerogeneratore
Sistema formato dall'accoppiamento di un motore eolico con un generatore elettrico. Il primo trasforma l'energia del vento nell'energia meccanica di un albero rotante; il secondo trasforma l'energia meccanica in energia elettrica.
, causati dal mare ed eventualmente da ghiaccio (soprattutto nei mari europei settentrionali), una più accentuata corrosività dovuta all’ambiente marino, una maggior frequenza di fulminazioni, una più alta distanza dall’utilizzazione diretta o dalla rete di distribuzionedistribuzione
Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
elettrica con conseguenti opere elettriche di più marcata rilevanza, procedure di installazione e manutenzione più complesse.

Leggi il documento


"Bollettino Emissioni Gas Effetto Serra al 2012"

Autore: WMO - World Meteorological Organization

IN SINTESI: Dati dell'ultimo bollettino sulle emissioni dei gas ad effettoserra pubblicato dell' Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM). Per l'agenzia ONU, l'aumento di CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

nell’atmosferaatmosfera
Involucro di gas e vapori che circonda la Terra, costituito prevalentemente da ossigeno e da azoto, che svolge un ruolo fondamentale per la vita delle specie, perché fa da schermo alle radiazioni ultraviolette provenienti dal Sole. Essa si estende per oltre 1000 km al di sopra della superficie terrestre ed è suddivisa in diversi strati: troposfera (fino a 15-20 chilometri), stratosfera (fino a 50-60 chilometri), ionosfera (fino a 800 chilometri) ed esosfera.
, tra il 2011 e il 2012, è stato superiore al tasso medio di crescita degli ultimi dieci anni, con un aumento del 32% della forza radiativa dovuta all'effetto serraeffetto serra
Fenomeno fisico per cui alcuni gas contenuti nell'atmosfera (anidride carbonica, vapore acqueo, metano, ecc..) intrappolano il calore proveniente dal sole facendo in modo che la temperatura media sulla Terra permetta la vita delle varie specie. Il meccanismo è simile a quello che avviene in una serra, da cui il nome. Tuttavia l'aumento e, dunque, la situazione di squilibrio della concentrazione di tali gas è causa di un eccessivo riscaldamento della superficie del pianeta con conseguenze anche pesanti sugli ecosistemi, su scala globale.
, tra il 1990 e il 2012. Partendo dal 1750 (anno di riferimento dell'inizio della rivoluzione industriale), la concentrazione media globale di CO2 nell’atmosfera - derivante principalmente dalla combustionecombustione
Processo chimico esotermico (ovvero che comporta sviluppo di calore) in cui il combustibile si combina con l'ossigeno presente nell'aria oppure appositamente separato (comburente). La reazione di combustione avviene previo innesco localizzato (accensione).
di idrocarburiidrocarburi
Composti chimici formati da carbonio e idrogeno che costituiscono il petrolio e il gas naturale. Esistono diverse classificazioni degli idrocarburi a seconda dei legami chimici presenti nelle molecole.
- è aumentata del 41%, la concentrazione di metanometano
Idrocarburo che rappresenta il costituente principale del gas naturale.
(CH4)
del 160% e quella di protossido di azotoazoto
Elemento chimico costituente il 78% dell'aria in volume. L'uso commerciale più diffuso dell'azoto è nella produzione di ammoniaca, sostanza costituente dei fertilizzanti. L'azoto liquido è impiegato anche come refrigerante per il trasporto di alimenti.
(N2O)
del 20%. (Inglese)

Leggi il documento


“Gli impianti a biomasse in Partenariato Pubblico Privato - Manuale Operativo”

Autore: Asset Camera, CCIAA Roma - CRESME Europa Serivizi

IN SINTESI: Il manuale, partendo da un quadro statistico normativo, analizza alcuni casi studio con un approccio prettamente operativo, voluto per le aziende che si avvicinano al Partenariato Pubblico Privato per la prima volta. Casi studio reali in grado di rappresentare e descrivere il percorso attuativo, dalla progettazione all’utilizzo, analizzando rischi e opportunità, anche attraverso interviste dirette ai soggetti che hanno partecipato alle opere. L’obiettivo principale della pubblicazione è quello di favorire la condivisione delle esperienze e delle informazioni per contribuire alla concreta diffusione delle regole di ricorso al Partenariato Pubblico Privato nel settore delle biomasse.

Leggi il documento


"Rapporto Attività 2012 - GSE"

Autore: GSE

IN SINTESI: Dal punto di vista energetico, economico e gestionale, l’efficienza è la parola chiave per fronteggiare le sfide del futuro. I volumi e l’evoluzione delle attività gestite da GSE testimoniano l’attenzione sempre più diffusa per l’energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
come fattore cruciale per la crescita sostenibile del Paese.

Leggi il documento


"Focus su Acque e Ambiente Urbano"

Autore: ISPRA - MinAmbiente

IN SINTESI: IX Rapporto Qualità dell'ambiente UrbanoIl Focus “Acque e ambiente urbano”, curato dal Dipartimento Tutela delle Acque Interne e Marine, è un lavoro multidisciplinare che approfondisce da punti di vista differenti e complementari le complesse interazioni tra le città e l’acqua. In particolare i diversi contributi del Focus sono stati strutturati dando spazio a tutte quelle esperienze, sia tecniche che gestionali, orientate al superamento della settorializzazione tra servizi idrici, difesa idraulica e tutela delle acque.

Leggi il documento


"Il quadro legislativo e normativo, i requisiti per il riconoscimento della CAR e la nuova norma UNI8887"

Autore: M. Bianchi - Universtità di Bologna, CTI

IN SINTESI: il cogeneratore e visto dall'attuale normativa in materia ambientale (di tipo "input-based") come una caldaiacaldaia
Dispositivo in cui l'energia chimica posseduta da un combustibile viene trasformata in calore attraverso un processo di combustione. Il calore ottenuto generalmente assolve compiti di riscaldamento oppure viene impiegato per produrre vapore (in questo caso si parla di generatore di vapore).
o come un generatoregeneratore
Dispositivo che traforma l'energia meccanica in energia elettrica.
elettrico non si tiene conto del doppio prodotto (elettricità e calore). Gli indici proposti dalla nuova norma UNI 8887: Metodo della caldaia evitata: criterio basato sulla valutazione degli inquinanti a impatto locale; Indice di Risparmio Ambientale: confronto con la produzione separata per inquinanti ad impatto globale

Leggi il documento


“Verso un’Italia low carbon: sistema energetico, occupazione e investimenti”

Autore: ENEA

IN SINTESI: Gli scenari elaborati nel rapporto rivelano che il passaggio ad un’economia a basse emissioni di carboniocarbonio
Elemento chimico costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche chimica del carbonio: sono noti più di un milione di composti del carbonio. È molto diffuso in natura, ma non è abbondante: è presente nella crosta terrestre nella percentuale dello 0,08% circa, e nell'atmosfera prevalentemente come monossido (CO) e biossido (CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

) di carbonio (anidride carbonica). Allo stato di elemento si presenta in due differenti forme cristalline: grafite e diamante.
entro il 2050 è per l’Italia tecnicamente ed economicamente fattibile. Per raggiungere questo obiettivo dobbiamo intraprendere azioni finalizzate a ‘decarbonizzare’ il sistema di produzione dell’energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
, incrementando l’efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
e l’utilizzo di fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
e sviluppando nuove tecnologie per la mobilità elettrica e le smart gridsmart grid
Trattasi di una rete di informazione che affianca la rete di distribuzione elettrica e gestisce la rete elettrica in maniera "intelligente" sotto vari aspetti o funzionalità ovvero in maniera efficiente per la distribuzione di energia elettrica evitando sprechi energetici, sovraccarichi e cadute di tensione elettrica. Ciò avviene attraverso un sistema fortemente ottimizzato per il trasporto e diffusione della stessa, dove gli eventuali surplus di energia di alcune zone vengono redistribuiti, in modo dinamico ed in tempo reale, in altre aree oppure regolando costantemente il dispacciamento tra centrali di autoproduzione elettrica da fonti rinnovabili della rete di distribuzione (generazione distribuita) con le centrali elettriche della rete di trasmissione (produzione centralizzata).
. Anche il settore civile e quello dei trasporti contribuiscono alla riduzione delle emissioni climalteranti.

Consulta inoltre la nota tecnica

Leggi il documento


"EMAS e gli indicatori di prestazione ambientale nel settore della produzione di energia da fonte rinnovabile"

Autore: ISPRA

IN SINTESI: Il presente lavoro è stato condotto con l’obiettivo di effettuare una ricognizione sull’utilizzo degli indicatori di prestazioni ambientali adottati dalle organizzazioni  italiane registrate EMAS operanti nel settore della produzione di energia elettrica a partire da fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
. Attrav
erso lo studio delle Dichiarazioni Ambientali redattedalle stesse ai sensi del Regolamento (CE) 1221/09, si è investigato sulla presenza degli indicatori chiave previsti dall’Allegato IV del Regolamento e di ulteriori indicatori specifici del settore da suggerirealle organizzazioni per un eventuale utilizzo.

Leggi il documento


"Vajont Anno Zero: 1961-2013"

Autore: WWFWWF
Organizzazione che promuove la tutela e la conservazione della natura attraverso la preservazione della diversità biologica a livello di geni, specie ed ecosistemi. Il WWF sostiene numerose iniziative a favore della sostenibilità ambientale, contro l'inquinamento e l'uso irrazionale dell'energia e delle risorse, coinvolgendo l'opinione pubblica e volontari di tutto il mondo.

IN SINTESI: Il Piave, il fiume sacro per la Patria, come punto di partenza per un governo nuovo del territorio dove avviare  un progetto partecipato di riqualificazione fluviale, ambientale e paesaggistica,  è la proposta del WWF Italia contenuta nel dossier ‘Vajont anno zero: 1963-2013. Consumo del suolo e rischio idrogeologico, un territorio da ripensare’ pubblicato in occasione del cinquantesimo anniversario della tragedia del Vajont.

Leggi il documento


"Rassegna statistica annuale sul mercato mondiale dell’olio e del gas e sul sistema di raffinazione"

Autore: ENI

IN SINTESI: la dodicesima edizione della World Oil and Gas Review 2013, la rassegna statistica annuale sul  mercato mondiale dell’olio e del gas e sul sistema di raffinazioneraffinazione
Insieme di processi fisico-chimici che consentono di trasformare il petrolio in combustibili con caratteristiche appropriate agli utilizzi finali. La prima fase del procedimento di raffinazione del petrolio greggio è la separazione delle componenti di diverso peso molecolare: quelle più pesanti (che hanno un punto di ebollizione maggiore e che sono destinate alla produzione di oli lubrificanti, cere, ...) rimangono nella parte bassa della colonna di frazionamento, mentre quelle più leggere (tra cui benzina, GPL, jet fuel, ...) risalgono verso l'alto e possono essere facilmente asportate. Successivamente si procede con altri processi (crackingcracking
Processo chimico utilizzato nell'industria di trasformazione petrolifera per convertire le frazioni pesanti del petrolio in frazioni più leggere. Esso consiste nel rompere (dall'inglese crack)  le grosse molecole complesse di idrocarburi ad alta temperatura in presenza di opportuni catalizzatori.
, visbreaking, reforming, ...), con trattamenti di purificazione più o meno complessi e aggiunta di additivi.
Riserve mondiali di petroliopetrolio
Combustibile di colore da bruno chiaro a nero, costituito essenzialmente da una miscela di idrocarburi. Si è formato per azioni chimiche, fisiche e microbiologiche da resti di microorganismi (alghe, plancton, batteri) che vivevano in ambiente marino addirittura prima della comparsa dei dinosauri sulla terra. I principali composti costituenti del petrolio appartengono alle classi delle paraffine, dei nafteni e degli aromatici, che sono composti organici formati da carbonio e idrogeno e le cui molecole sono disposte secondo legami di varia natura.
 in crescita nel 2012 (+2% vs 2011), pressoché stazionarie quelle di gas (+0,4% vs 2011); Produzione mondiale di petrolio e di gas in salita (+2,9% e +1,8% vs 2011); Crescono i consumi petroliferi mondiali (+1% vs 2011), ma non quelli europei; Aumenta il consumo mondiale di gas (+2,3% vs 2011); Per la prima volta dopo 40 anni si riduce il commercio di GNL.

Parte I

Parte II

Parte III

Leggi il documento


"Smart Enegy Project - Executive Summary"

Autore: M. Gallanti, VV.AA. - Confindustria

IN SINTESI: Questo rapporto illustra come da Smart Cities si può passare ad un più ampio concetto di Smart Comunity che va oltre i confini di aglomeramento urano e sociale, attarverso nuovi e più efficienti modelli di gestione delle risorse natuarali ed energetiche

Leggi il documento


"Connecting Possibilities – Scenarios for Optimizing Energy Systems"

Autore: Horst Wildemann, Technical University-Monaco, Germania - Siemens

IN SINTESI: La domanda di energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
, su scala globale, è destinata ad aumentare di quasi il 3% all'anno, entro il 2030. Complessivamente, questa crescita moderata farà sì che la domanda di energia aumenti di oltre la metà rispetto ai livelli attuali tra ora e il 2030. Se, come previsto, verranno realizzati nuovi impianti di produzione di energia, le relative emissioni di CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

aumenterebbero di un quarto ossia di 3.500 megatonnellate. Questi sono i risultati dello studio che esamina le situazioni locali e le differenti esigenze delle varie regioni del mondo. (Inglese)

Leggi il documento


"Ricerca e Nuove Applicazioni dell'Efficienza Energetica"

Autore: F. Cotana - CIRIAF, Università di Perugia

IN SINTESI: Strumenti di programmazione per disegnare la città del futuro… In particolare, per il patrimonio immobiliare esistenteriduzione dei consumi energetici; aumento del comfort interno (temperatura e umidità); aumento efficienza del sistema di illuminazione; aumento dell’isolamento termico‐acustico; contabilizzazione dei consumi/display della consapevolezza.

Leggi il documento


 

Pagina 8 di 40: [Prec] 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 [Succ] [10>>] [20>>]

Mobilità sostenibile: Una pista lunga 1 km per provare il futuro della pedalata elettrica22/09/2017
Mobilità sostenibile: Una pista lunga 1 km per provare il futuro della pedalata elettrica

A Milano arrivano le principali innovazioni in materia di bici elettriche, nell’area di EICMA interamente dedicata alla mobilità a bordo di cicli...

Leggi tutto

Mobilità: Self-driving cars, il futuro non è per niente lontano22/09/2017
Mobilità: Self-driving cars, il futuro non è per niente lontano

Self Driving Cars. Auto a guida autonoma. Auto driverless. Comunque le si chiamino, le “auto che si guidano da sole” catalizzano l’attenzione di...

Leggi tuttoArchivio

Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo15/06/2017
Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo

Nella vostra filiera produttiva, partendo da monte per arrivare a valle, quali sono le soluzioni di sostenibilità ed efficienza energetica più...

Leggi tuttoArchivio

Mobilità 2.0: Toyota Concept i, la macchina dotata di intelligenza artificiale e... che sa come stai

Toyota Global

L'Intelligenza Artificiale (AI - Artificial Intelligence) è l'abilità di un computer di svolgere funzioni e ragionamenti tipici...

Guarda

Innovazione: Orizzontenergia intervista Lorenzo Giussani (A2A)

Durante l'ultimo convegno Utility Day 2017 organizzato da IKN, abbiamo intervistato Lorenzo Giussani (Head of Strategy and Innovation - A2A) per...

GuardaVideo per argomento

Quanto ne sai su
Nucleare?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

"Storie di ordinaria energia" "Storie di ordinaria energia"

"Quattro lampadine?" sbottò Caterina. "Noi ci siamo comprati un frigorifero americano, gruosso gruosso che ancora stiamo pagando a rate. Tiene due...

Leggi tuttoLetture per argomento

07/11/2017 - 10/11/2017 - Rimini - ECOMONDO - Green & Circular Economy

XXI Fiera Internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile. ECOMONDO è la fiera leader della green e circular economy nell’area euro-mediterranea; un evento internazionale con un format innovativo che unisce in un’unica piattaforma tutti i settori dell’economia...

Leggi tuttoEventi per settore
Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti