HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

L'efficienza energetica e l'impatto su ambiente e consumatori

Abbiamo intervistato Diego Mezzadri, Energy Manager di Coop Alleanza 3.0, per farci raccontare le pratiche per migliorare la sostenibilità ambientale in un'azienda di struttura cooperativa. Best practices e strumenti utilizzati.

Insieme a Diego MezzadriEnergy Manager e CMVP in Coop Alleanza 3.0, abbiamo discusso di quali siano processi lavorativi e best practices da implementare per essere considerati efficienti dal punto di vista energetico. Inoltre abbiamo cercato di far luce su quali siano i vantaggi derivanti da una struttura aziendale di tipo cooperativo per un energy manager. 

 

 

1) Per sua stessa natura una società cooperativa non ha il lucro come fine ultimo, ma ha invece uno scopo mutualistico. Quanto aiuta, per le sue mansioni, questo tipo di struttura cooperativa a diffondere maggiormente standard di efficienza, a stimolare best practices ed a trasferire il know-how?

COOP_LEED.jpgCoop Alleanza 3.0, la più grande cooperativa del nostro paese con 2,7 milioni di soci e oltre 400 punti vendita distribuiti in 12 regioni, manifesta già nel suo statuto il proprio impegno sul tema dello sviluppo sostenibilesviluppo sostenibile
Lo sviluppo sostenibile è quel tipo di sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni presenti senza compromettere il futuro delle generazioni a venire. I tre obiettivi dello sviluppo sostenibile sono: prosperità economica, benessere sociale e limitato impatto ambientale. La prima definizione, risalente al 1987, è stata quella contenuta nel rapporto Brundtland, poi ripresa successivamente dalla Commissione mondiale sull'ambiente e lo sviluppo dell'ONU.
e del risparmio energeticorisparmio energetico
Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
. Nella mission ci impegniamo a “realizzare la strategia della sostenibilità per contribuire a migliorare gli ambienti fisici ed umani in cui la cooperativa opera. Questo impegno non è rimasto una sterile dichiarazione di intenti ma trova realizzazione nelle numerose iniziative che fanno della nostra cooperativa una delle organizzazioni più all’avanguardia sul tema dell’energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
. In Italia siamo la prima cooperativa di consumatori ad avere un sistema di gestione dell’energia certificato ISO 50001 e ad aver inaugurato a Conselice un punto di vendita con certificazione energeticacertificazione energetica
Documento che attesta i consumi energetici di un edificio, riportandone la quantità di energia, oltre ad informazioni dettagliate sull'involucro edilizio e sugli impianti installati . Introdotta con la finanziaria 2007, la certificazione energetica viene redatta da tecnici specializzati grazie a cui è possibile classificare gli edifici, un po' come si fa con l'etichettatura energetica degli elettrodomestici. Questo certificato incide sul valore dell'immobile.
in classe A, a Salzano un supermercato a energia zero e a Carpi un negozio con certificazione LEED. Sulla base di queste esperienze stiamo aggiornando i nostri standard di efficienza per le nostre prossime realizzazione che saranno sempre più amiche dell’ambiente.

 

 

2) Quali sono, dal punto di vista dell’efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
, i parametri che ogni vostro punto vendita deve rispettare? Ci sono dei regolamenti interni o standard di comportamento a cui bisogna attenersi?

Insieme all’implementazione del sistema di gestione dell’energia IS0 50001 abbiamo dotato i nostri punti vendita di “building automation control system”. In questa maniera garantiamo nei nostri negozi il comfort climatico insieme al rispetto dei parametri di legge (ricambi d’aria, temperatura ambiente, orari di funzionamento,…) e della performance energetica. Dalla sede monitoriamo quotidianamente i consumi di refrigerazione, illuminazione, climatizzazione e attrezzature per individuare ed eliminare sprechi mentre i colleghi di punto vendita ci aiutano con segnalazioni e suggerimenti in sito. In Coop Alleanza 3.0 tutti i lavoratori sono coinvolti nel processo di efficientamento energetico e sensibilizzati sul tema dell’energia attraverso apposite istruzioni e momenti di formazione e il rispetto delle best practices è controllato attraverso periodici audit interni ed esterni per attestarne l’applicazione. 

 

 

3) Nella sua esperienza presso Coop Alleanza 3.0, quali sono state le pratiche di efficientamento energetico che hanno avuto un maggior efficacia sulla riduzione dei consumi?

In Coop Alleanza 3.0 il processo di efficientamento energetico si fonda sul metodo PDCA o ciclo diCOOP_Scaffali_Green.jpg Deming per il miglioramento continuo. In sintesi si pianificano le strategie di miglioramento, si implementano piani d’azioni, se ne verificano i risultati e quindi si decide se modificare gli obiettivi o l’organizzazione per raggiungere il massimo risultato.

La nostra pianificazione energetica ci ha portato ad efficientare la refrigerazione alimentare con la chiusura dei banchi refrigerati e i nostri impianti di illuminazione con l’installazione di sistemi LED. Oltre a ridurre l’uso delle risorse energeticherisorse energetiche
Stima dei volumi totali di fonti energetiche, sia scoperte che non ancora scoperte. Tale quantità comprende anche le riserve.
e i costi di gestione queste iniziative ci consentono di migliorare il nostro servizio offerto ai soci e consumatori che sembrano apprezzare prodotti conservati, illuminati ed esposti in maniera migliore.

 

 

4) A quali metodologie e strumenti ricorrete per la misurazione dell’efficienza energetica?

Misurare l’efficienza energetica è una operazione complessa in quanto i consumi del nostro processo produttivo variano in funzione delle condizioni operative (temperature di esercizio, orari di funzionamento,…) alle quali il processo stesso si svolge. In sintesi i risparmi a seguito di un intervento di efficientamento energetico sono l’assenza di consumo di energia e noi non possiamo misurare ciò che non c’è. Noi possiamo solo misurare l’energia e analizzare i consumi di energia misurati per determinare il risparmio. Per questo motivo Coop Alleanza 3.0 utilizza il protocollo internazionale IPMVP per verificare i risultati di progetti di efficienza energetica che è ad oggi il protocollo di piani di misura e verifica più riconosciuto al mondo. Grazie all’esperienza maturata in Coop Alleanza 3.0 ho da poco conseguito la certificazione internazionale CMVP che è la qualifica riconosciuta a livello mondiale di professionista certificato nella misura e verifica rilasciata dall’AEE (Association of Energy Engineers) in collaborazione con EVO (Efficiency Valuation Organization).  

 

 

5) Dai risultati che ottenete dalle diagnosi energetiche effettuate, quali sono le aree che presentano ancora un alto potenziale d’intervento?

Nei nostri punti vendita la maggior parte dell’energia è consumata per la conservazione degli alimenti all’interno delle celle e nei banchi espositivi. Sebbene abbiamo già investito molto nell’efficientamento degli impianti di refrigerazione alimentare in questo settore c’è ancora una alto potenziale di miglioramento. Finora gli alti standard di qualità e sicurezza richiesti nella conservazione degli alimenti hanno scoraggiato l’adozione di strategie di contenimento dei consumi ma oggi l’evoluzione tecnologica e la crescente cultura della sostenibilità aprono alla sperimentazione di nuovi refrigeranti, manutenzione predittiva e altre innovazioni che riducono l’emissioni e alleggeriscono la bolletta.

 

 

6) Secondo Lei, quanto è percepito e quanto può incidere l’impegno all’efficienza energetica e sostenibilità di una azienda della GDO sugli acquisti ed affluenza dei consumatori , oggetto di continuo bombardamento informativo da parte dei media ma anche dotati di crescente consapevolezza dell’impatto che le loro azioni hanno sull’ambiente?

COOP_Super_Notte.jpg

Oggi i maggiori studi del settore indicano che il consumatore è sempre più attento alla responsabilità sociale d’impresa e che l’impegno etico e ambientale è ripagato in termini di fatturato. Questa tendenza è confermata dai nostri soci e consumatori che nei nostri punti vendita amici dell’ambiente orientano maggiormente la propria spesa verso prodotti “verdi”. In Coop Alleanza 3.0 la strategia della sostenibilità non è una moda passeggera legata alle tendenze e ai costumi del momento ma un valore costitutivo della cooperativa che attraversa trasversalmente e permanentemente tutti i processi.

 

 

Intervista a cura di Orizzontenergia

Data: 05/07/2016

Ti potrebbe interessare anche...

"L'occhio del pescespada""L'occhio del pescespada"

La contemporanetità di questa narrativa racconta la quotidianità di un grande supermercato osservata da un sensibile "Forrest Gump" sui generis: Charlie - il protagonista - che è un apprendista al banco del pesce ed...

Scopri tutte le letture consigliate

Ambiente: Perchè festeggiamo "La Giornata della Terra"21/04/2017
Ambiente: Perchè festeggiamo "La Giornata della Terra"

In Italia "La Giornata della Terra" si festeggia da quasi un decennio, esattamente nel 2007 venne organizzata ufficialmente per la prima volta;...

Leggi tutto

Rinnovabili e strategia energetica per l'Italia19/04/2017
Rinnovabili e strategia energetica per l'Italia

Alessandro Clerici Presidente onorario FAST e WEC Italia, dapprima commenta i dati aggiornati del precedente articolo  pubblicato il 14/12/2016...

Leggi tuttoArchivio

Come opera una ESCo sul mercato italiano. Storia e prospettive05/07/2016
Come opera una ESCo sul mercato italiano. Storia e prospettive

Abbiamo discusso con l'Ing. Giacomo Cantarella, Business Unit Service Industry Manager presso Yousave S.p.A. (Innowatio Group), su evoluzione e...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Incentivi e detrazioni?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti