HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

L'Italia si sta adeguando alla normativa europea sull'efficienza energetica?

Nino Di Franco, vice direttore unità tecnica per l'efficienza energetica di ENEA, ci ha fornito un resoconto per chiarire quanto e come l'Italia stia adempiendo agli obblighi normativi comunitari in tema di efficienza energetica e sostenibilità ambientale

Nel corso dell'intervista con l'Ing. Nino Di FrancoVice Direttore Unità Tecnica per l'Efficienza EnergeticaEfficienza Energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
dell'ENEA, 
abbiamo discusso di quale sia lo stato attuale dell'efficienza energetica in Italia. Il recepimento delle direttive, il ruolo del PAEE 2014 ed il meccanismo di incentivi e detrazioni fiscali, sono solo alcuni degli argomenti trattati durante l'intervista.

 

1) Il Decreto Legislativo 102/2014 ha recepito in Italia la Direttiva 2012/27/UE, stabilendo un quadro di misure per la promozione dell’efficienza energetica ed il relativo raggiungimento degli obiettivi stabiliti comunitariamente al 2020. Qual è ad oggi lo stato di avanzamento dei lavori?

Il DLgs 102/14 è molto articolato e prevede una serie di adempimenti a carico di diversi organismi. Ricordo che le sue direttrici principali consistono nella promozione dell'efficienza energetica nell’edilizia pubblica e privata, l’inserimento del criterio dell’efficienza  nell’acquisto di beni e servizi delle PP.AA. centrali, il potenziamentopotenziamento
Operazioni grazie a cui è possibile aumentare la potenza di un impianto, migliorandone allo stesso tempo il rendimento.
dei meccanismi dei certificati bianchi e del conto termico, l’obbligo di eseguire diagnosi energetiche in grandi imprese ed imprese energivore, il superamento della struttura della tariffa elettrica progressiva coi consumi, un Fondo per finanziare iniziative efficienti, un programma triennale di formazione ed informazione per promuovere l’uso efficiente dell’energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
.

Dei 44 adempimenti previsti dal decreto, il 60% sono stati realizzati ed i restanti sono in via di attuazione. Mi preme sottolineare che riguardo la campagna di diagnosi energetiche obbligatorie, l’Italia è stata uno dei pochi stati membri a non derogare sulla scadenza del 5 dicembre 2015, e che sono pervenute sul portale dell’ENEA più di diecimila rapporti di diagnosi, che ora stiamo classificando e per le quali produrremo a breve un report completo come richiestoci dal DLgs stesso.

 

 

2) Il PAEE 2014 invece che ruolo riveste nelle politiche per la promozione dell’efficienza energetica?

Il Piano d’Azione per l’Efficienza Energetica è un documento nazionale di tipo programmatico, previsto dalla Direttiva 06/32 recepita in Italia dal DLgs 115/08.

ENEA_logo_pae2014.pngIl PAEE in pratica illustra la politica finora adottata dal Paese, i risultati conseguiti e le misure che si intende avviare nell’immediato futuro per il conseguimento degli obiettivi europei. In particolare l’ultimo PAEE pubblicato nel 2014 individua i risparmi negli usi finali di energia attesi al 2020 (precisamente 15,50 Mtep, corrispondenti a 20 Mtep di energia primariaenergia primaria
Energia riferita direttamente al combustibile impiegato nelle centrali di produzione elettrica. È definita primaria perché deriva direttamente dallae caratteristiche della fonte, così come si trova in natura, senza trasformazioni in nessun'altra forma.
) discriminati per settore di uso finale (residenziale, terziario, industria e trasporti) e per strumento di promozione, che sia di tipo incentivante (detrazioni fiscali, certificati bianchi, conto termico) che di tipo regolatorio. Ovviamente il PAEE è coerente col documento di Strategia Energetica Nazionale (SEN) e, dovendo prevedere i potenziali di risparmio prodotti da normativa in via di implementazione, trova assonanze nello stesso DLgs 102/14.

 

 

3) Le misure attualmente in atto, riguardanti l’efficienza energetica, quanto incidono a livello macroeconomico? Possono essere un elemento da cui l’intera economia nazionale può trarre risorse per un suo rilancio?

ENEA_dati.pngÈ sempre molto difficile fornire numeri, di tipo previsionale o a consuntivo, che abbiano un riscontro fattuale. Riguardo l’occupazione che una politica di efficienza energetica è in grado di creare, la IEA (International Energy Agency) fornisce il numero medio di riferimento di 18 nuovi occupati per ogni milione di euro investiti. Al riguardo, in Italia il sistema dei certificati bianchi ha stimolato la nascita di circa 1200 società di servizi energetici, attive e registrate sul portale del GSE. Il Rapporto Annuale per l’Efficienza Energetica dell’ENEA stima che l’attuazione della direttiva 12/27 dovrebbe indurre nella UE 24 miliardi di euro/anno di investimenti a fronte di 20 miliardi di euro/anno di risparmi, un aumento del PIL di 34 miliardi di euro al 2020, e 400.000 nuovi posti di lavoro. La IEA sostiene inoltre che un investimento di 500 milioni di euro fa risparmiare circa 1 Mtep. Uno studio del Politecnico di Milano stima un potenziale del mercato dell’efficienza energetica in Italia potrebbe ammontare a circa 7,4 miliardi di euro/anno fino al 2020, di cui il 25% riguarderebbe il risparmio di energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
e il 75% il risparmio di energia termicaenergia termica
Calore.
. Il meccanismo dei certificati bianchi, a partire dal 2006 fino a tutto il 2015, ha prodotto un risparmio complessivo di 21,8 Mtep di energia primaria, per un giro di affari di circa 3,6 miliardi di euro cumulati (dati GSE). Simili numeri, forniti da apicali istituzioni titolate nel settore dell’efficienza, lasciano intendere che gli strumenti promozionali dell’efficienza previsti a livello UE e a livello nazionale hanno in parte già avviato una spirale virtuosa coinvolgente tutti gli attori della filiera energetica, dagli utenti finali ai produttori-distributori di energia, dalle società di consulenza alle istituzioni al mondo bancario. Il completo dispiegamento di tutti gli strumenti previsti dalla direttiva 12/27 e dal DLgs 102/14 non potranno che corroborare la tendenza in atto.

 

 

4) Il meccanismo degli incentivi e detrazioni fiscali nel settore residenziale, che effetti ha generato? Ha prodotto cambiamenti sostanziali nel settore dell’edilizia?

Nel settore residenziale gli strumenti incentivanti maggiormente utilizzati sono le detrazioni fiscali del 50/65% ed il Conto Termico. Le detrazioni fiscali sono state una delle iniziative di supporto all’incremento di efficienza di maggior successo mai implementate in Italia. A fronte di minimi adempimenti burocratici - con una gestione ormai totalmente dematerializzata che evita la circolazione di carta - qualunque utenteutente
Soggetto che consuma elettricità o gas.
finale può ottenere una detassazione pari al 65% della spesa sostenuta per interventi di efficienza nella propria abitazione (sia di proprietà che in affitto) ripartita su dieci anni. Il successo del meccanismo è testimoniato dal volume complessivo degli investimenti realizzati nel periodo 2007-2015, pari a circa 28 miliardi di euro, e dal risparmio conseguito nello stesso periodo, pari a circa 14.000 GWh. Ormai qualunque cittadino in Italia o ha acceduto personalmente a tale sistema oppure ha, nel proprio giro di parenti e amici, qualcuno che ha ottenuto le detrazioni; questo per dire che il sistema è quanto mai pervasivo essendo indirizzato alle abitazioni, luoghi nei quali ognuno di noi spende buona parte della propria vita. L’obbligo di pagare il fornitore tramite bonifico bancario induce inoltre benèfici effetti sull’emersione del lavoro nero e nella lotta all’evasione fiscale. I fornitori di componenti ad alta efficienza (pannelli solaripannelli solari
Pannelli in grado di assorbire calore dal sole per riscaldare un fluido. Essi sono costituiti da un insieme di tubi affiancati (fasci tubieri) all'interno dei quali altri tubi (assorbitori) trasferiscono il calore assorbito ad un fluido termovettore (per esempio acqua nel caso di riscaldamento di acqua sanitaria). Esternamente il pannello è costituito da un telaio che sorregge dei vetri che hanno sia il compito di proteggere il fascio tubiero da sporcamento e da eventi meteorologici, sia il compito di far passare le radiazioni del sole facendo però in modo che esse, una volta assorbite e rimesse dai tubi, restino comunque all'interno del pannello (è come se il calore venisse intrappolato all'interno del pannello).
, coibentazioni, schermature solari, pompe di calore, ecc.) sono in grado di supportare l’utente finale nelle pratiche amministrative, sgravando così l’intero sistema da incombenze meramente burocratiche. Il Conto Termico prevede incentivi praticamente per la stessa tipologia di interventi oggetto delle detrazioni fiscali, ed è indirizzato in prevalenza alle Pubbliche Amministrazioni, che non possono accedere alle detrazioni. Il GSE ha recentemente riformulato il meccanismo incentivante, è stato reso più snello rispetto al precedente, e produrrà sicuramente maggiori introiti presso le utenze finali.

 

 

5) Quali sono gli strumenti maggiormente utilizzati per finanziare l’efficienza energetica?

La politica incentivante nazionale adottata nel corso degli ultimi dieci anni ha previsto diversi strumenti di finanziamento, che si stanno definitivamente adattando a date classi di utenza. In particolare le detrazioni fiscali sono lo strumento maggiormente utilizzato per incentivare l’efficienza energetica nel settore residenziale. Il conto termico ha come proprio target l’efficientamento degli edifici delle pubbliche amministrazioni. I certificati bianchi si sono dimostrati come lo strumento di elezione per l’industria, grazie all’estrema flessibilità del meccanismo che – grazie in particolare al metodo di valutazione a consuntivo – può incentivare qualunque iniziativa implementabile in contesti produttivi in grado di generare risparmi misurabili di energia.

 

 

6) Che ruolo riveste attualmente la comunicazione istituzionale per la promozione dell’efficienza energetica? Quali sono ancora le barriere che ostacolano la consapevolezza nei cittadini, imprese e PA dell’importanza rivestita dall’efficienza energetica e le opportunità che offre?

Il legislatore europeo ha preso atto che buona parte degli effetti di una politica di efficienza si ottengono anche grazie a corrette strategie comunicative. In effetti risparmiare energia non è banale, e per evitare il rischio di vanificare risorse investendo su iniziative non adatte allo scopo è necessario coltivare una base di consapevolezza, sia presso le istituzioni che presso gli utenti finali. Per tale motivo il DLgs 102/14 prevede espressamente che ENEA adotti e realizzi un piano di comunicazione di durata triennale, per far penetrare le tematiche dell’efficienza – di tipo tecnico, economico e comportamentale – nel profondo del tessuto sociale.

ENEA_RAEE.jpegI principali motivi – non le chiamerei ‘barriere’ – che rallentano un generalizzato processo di efficientamento consistono nella scarsità di capitali da destinare al risparmio energeticorisparmio energetico
Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
(problema che comunque affligge qualunque tipo di investimento) e la difficoltà nel redigere il piano d’azione idoneo alla propria situazione: in pratica, dato un certo contesto, è meglio installare un pannello solare o un inverterinverter
Dispositivi atti a modificare la velocità  di un motore elettrico modulandone la frequenza di alimentazione in base al carico richiesto, ovvero adattando il funzionamento del motore alle necessità  del momento evitando, quindi, sovradimensionamenti e sprechi.
sulle pompe? Un’illuminazione a led o una pompa di calorepompa di calore
Macchina in grado di trasferire calore da un corpo a temperatura più bassa ad un corpo a temperatura più alta, utilizzando energia elettrica. Le pompe di calore funzionano grazie a diversi principi fisici, ma sono classificate in base alla loro applicazione (trasmissione di calore, fonte di calore, dispersore di calore o macchina refrigeratrice).
? Un cappotto coibente o un cool roof? Per risolvere tale problema, che normalmente un cittadino, ma anche un utente industriale, trova difficoltà a dipanare, occorre normalmente coinvolgere un esperto terzo; e il sistema nazionale sta in questi ultimi anni coltivando una generazione di esperti nell’efficienza, anche grazie ai protocolli di certificazione per EGE (Esperto in Gestione dell’Energia) e per ESCO (Energy Service Company). Tra l’altro, dal prossimo 19 luglio scatterà l’obbligo, per chi voglia richiedere certificati bianchi o realizzare diagnosi energetiche a carico delle imprese obbligate, di essere certificati secondo la norma UNI CTI 11339 (EGE) o la 11352 (ESCO). La presenza sul mercato di un adeguato numero di professionisti esperti dovrebbe contribuire alla redazione di programmi di efficienza, ed alla loro implementazione, in un’ottica di crescita complessiva dell’intero sistema nazionale. Come ulteriore elemento non marginale, si tenga conto che il risparmio energetico, per essere attraente presso gli investitori, deve indurre significativi risparmi economici, e questi dipendono dal costo dell’energia: maggiore il costo dell’energia, maggiore il valore dell’energia risparmiata. Le iniziative di efficienza energetica sono quindi molto sensibili al costo del barilebarile
Unità di misura in uso nei Paesi anglofoni per la misura volumetrica del petrolio e dei suoi derivati. Corrisponde a circa 159 litri.
di petroliopetrolio
Combustibile di colore da bruno chiaro a nero, costituito essenzialmente da una miscela di idrocarburi. Si è formato per azioni chimiche, fisiche e microbiologiche da resti di microorganismi (alghe, plancton, batteri) che vivevano in ambiente marino addirittura prima della comparsa dei dinosauri sulla terra. I principali composti costituenti del petrolio appartengono alle classi delle paraffine, dei nafteni e degli aromatici, che sono composti organici formati da carbonio e idrogeno e le cui molecole sono disposte secondo legami di varia natura.
, ed in questo periodo di bassi costi dell’energia si stanno scontrando con tale ulteriore criticità.

 

 

Intervista a cura di Orizzontenergia

Data: 05/07/2016

Ti potrebbe interessare anche...

"105 Buone pratiche di efficienza energetica Made in Italy""105 Buone pratiche di efficienza energetica Made in Italy"

L’efficienza energetica è uno degli assi portanti delle politiche europee di sviluppo economico, ed è considerata uno degli elementi centrali per delineare il futuro sostenibile dell’UE. Nel nostro paese, nonostante...

Scopri tutte le letture consigliate

Ambiente: Perchè festeggiamo "La Giornata della Terra"21/04/2017
Ambiente: Perchè festeggiamo "La Giornata della Terra"

In Italia "La Giornata della Terra" si festeggia da quasi un decennio, esattamente nel 2007 venne organizzata ufficialmente per la prima volta;...

Leggi tutto

Rinnovabili e strategia energetica per l'Italia19/04/2017
Rinnovabili e strategia energetica per l'Italia

Alessandro Clerici Presidente onorario FAST e WEC Italia, dapprima commenta i dati aggiornati del precedente articolo  pubblicato il 14/12/2016...

Leggi tuttoArchivio

Come opera una ESCo sul mercato italiano. Storia e prospettive05/07/2016
Come opera una ESCo sul mercato italiano. Storia e prospettive

Abbiamo discusso con l'Ing. Giacomo Cantarella, Business Unit Service Industry Manager presso Yousave S.p.A. (Innowatio Group), su evoluzione e...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Efficienza & Risparmio?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti