HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Energia: Deregolamentare il settore per innovarlo

Abbiamo intervistato Floriano Ceschi (Chief Operative Officer - AGSM) su vari temi che vedono coinvolta direttamente ed indirettamente AGSM, società multiservizi con sede a Verona. AGSM propone l'adozione di migliori strumenti per la gestione del credito

Ai cittadini verranno addebitati i debiti relativi agli oneri di sistema non pagati da società di vendita del settore energetico, come stabilito dalla delibera 50/2018. Quali sono le vostre riflessioni in merito?  

La tendenza da parte del regolatore è di socializzare queste tematiche ogni qualvolta si manifestano; è accaduto qualche anno fa per la vicenda dei “furbetti del gas”, i quali avevano accumulato debiti per oltre 1,5mld di euro ripianati inserendo una componente specifica in bolletta, mentre più recentemente sono stati i servizi di dispacciamentodispacciamento
Energia elettrica:
Attività di gestione, istante per istante, dei flussi di energia elettrica consumata e dei flussi di energia elettrica prodotta in modo da garantire un costante equilibrio tra domanda e offerta. L'energia elettrica, infatti, è un bene che non si può immagazzinare, quindi a fronte di una richiesta deve esserci necessariamente un punto di produzione in tempo reale. Queste operazioni, molto complesse, sono svolte da Terna.
Gas naturale:
Attività di gestione del sistema di trasporto e distribuzione del gas per rendere disponibile, in qualsiasi momento e in ogni punto della rete, la quantità di gas richiesta.
ad essere stati caricati sull’utenteutente
Soggetto che consuma elettricità o gas.
finale.

Per contrastare questa tendenza regolatoria, riteniamo siano necessari migliori strumenti sia per la gestione del credito sia per la selezione degli operatori.

Ad oggi l’iter amministrativo per diventare operatori è piuttosto semplice e veloce, motivo per cui negli ultimi anni abbiamo assistito alla proliferazione di new comers nel mercato dell’energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
. Riteniamo che occorra un rating migliore dei fornitori prima di consentirgli di operare sul mercato; se la liberalizzazione ha come obiettivo quello di rendere il mercato più efficiente, la proliferazione dei nuovi operatori, che spesso non hanno i requisiti per poter sostenere il mercato, non è una risposta adeguata. E’ necessario che i fornitori abbiano capacità finanziarie adeguate per poter garantire al cliente finalecliente finale
La persona fisica o giuridica che acquista energia elettrica esclusivamente per proprio uso (per esempio clienti domestici oppure piccole e medie imprese).
che la società riesca ad operare sul mercato per un adeguato arco temporale.

 

Per gestire invece al meglio le utenze del consumatore finale, che tipo di soluzioni proponete per efficientare il sistema?

Se l’Autorità è iper regolatrice sul molteplici aspetti, su altri è eccessivamente permissiva come ad esempio sul meccanismo di riscossione delle morosità generate dai clienti finali; quando viene ravvisato dai nostri sistemi che un cliente finale non ha pagato la bolletta, una società come la nostra ci “rimette” circa 4 mesi di fornitura: innanzitutto bisogna considerare che la bolletta viene emessa ogni 2 mesi, successivamente bisogna consentire un congruo tempo per la ricezione della bolletta (circa un mese) ed infine essere tempestivi e reattivi nell’accorgersi che il cliente non ha pagato inviandogli un sollecito di pagamento. Queste tempistiche sono fin troppo lunghe e non consentono un efficace gestione del credito.

Il mercato dei prodotti e servizi oggi si sta muovendo diversamente, prendendo spunto dai modelli di business delle società digital che prevedono un pagamento immediato minimizzando il rischio finanziario; questo modello conferisce efficienza a tutto il sistema, per cui sarebbe opportuno mutuare esperienze dalla new economy trasferendole al nostro settore, deregolamentandolo.

 

Restando in tema di morosità, la vostra società che tipo di azioni implementa ogni qualvolta si trova davanti ad un caso di mancato pagamento da parte del consumatore finale?

Bolletta esempio_AGSM (002).jpgPer gestire efficacemente il sistema della morosità abbiamo operato una segmentazione della clientela dal punto di vista del credito, definendo dei piani di sollecito distinti per ciascun segmento. In aggiunta alle disposizioni dell’Autorità (invio raccomandata che include tempistiche di pagamento), inviamo determinati alert agli utenti che hanno scaricato la nostra app. Gli alert vengono inviati all’emissioneemissione
Qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell'atmosfera a seguito di processi naturali o antropogenici, che produce direttamente o indirettamente un impatto sull'ambiente.
della fattura, qualche giorno prima della scadenza e successivamente una volta appurato che la bolletta non è stata pagata, inviamo sia un alert sia una notifica via sms. Abbiamo registrato un miglioramento della virtuosità di pagamento dall’introduzione di questa metodologia. L’app inoltre consente anche di inviare i dati risultanti da un’autolettura del contatore così da ricevere una bolletta corrispondente ai consumi effettivi. Unitamente ad altre informazioni della propria utenza, questo modo di comunicare rende il rapporto con il cliente più diretto e meno rigido.

 

La tematica dei pagamenti risulta spesso decisiva nel rapporto operatore-consumatore finale; internamente state studiando particolari iniziative per rendere più moderno ed efficace il metodo di pagamento?

Un ulteriore tema a cui stiamo dedicando particolare attenzione è relativo all’introduzione di una carta prepagata; ipotizzando ad esempio una città turistica ed universitaria come Verona, si potrebbe offrire a turisti e/o studenti la possibilità di ricaricare su una carta un determinato ammontare di denaro per comprare i kWhkWh
Unità di misura dell'energia elettrica equivalente a 1.000 Wh (wattora), ovvero 1.000 W forniti o richiesti in un'ora.
necessari
; il contatore verrebbe, di conseguenza, attivato e disattivato e verrebbero attribuiti i costi corretti a chi consuma energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
. Questa modalità sarebbe accessibile tramite una semplice app per dispositivi mobili, ed efficienterebbe il sistema facendo pagare all’utente l’esatto ammontare dei servizi fruiti senza alcuna incertezza.

Gli strumenti contrattuali attuali non sono moderni ed intuitivi come quello descritto, anzi si presentano come farraginosi. Attraverso le associazioni di categoria che ci rappresentano abbiamo già sollevato questa tematica all’attenzione dell’Autorità.

 

Come già fanno molte delle società che operano nel mercato energetico, anche AGSM si sta affacciando al mondo dell’Internet of Things; quali sono i principali progetti su cui vi state concentrando?

videosorveglianza.jpgAGSM ha da poco lanciato un’iniziativa connessa alla tematica della sicurezza e del territorio che consiste nell’installazione di un impianto d’allarme presso abitazioni o servizi commerciali. L’impianto viene offerto sotto forma di servizio, a cui si aggiungono una serie di ulteriori servizi accessori: ad esempio viene allertato il centro operativo ogni volta che scatta l’allarme, che a sua volta oltre ad inviare un segnale alle pattuglie disseminate sul territorio in modo da permettergli di intervenire tempestivamente, allerta anche le forze dell'ordine. Questa nostra iniziativa, resa possibile anche dall’accordo con un partner, è fortemente orientata al territorio; l’obiettivo è di saturarlo installando l’impianto presso la maggior parte delle abitazioni così da conferire al territorio stesso una sorta di certificato di protezione. Questo progetto testimonia come, secondo la nostra visione, il valore non risiede tanto nel prodotto bensì nel servizio.

 

Intervista a Floriano Ceschi (Chief Operative Officer - AGSM) a cura di Orizzontenergia

Data: 21/03/2018

Aggiungi il tuo Commento

Ti potrebbe interessare anche...

"Annuario di Diritto dell'energia 2018""Annuario di Diritto dell'energia 2018"

La Disciplina della Gestione dei Rifiuti, tra Ambiente e Mercato - L’edizione 2018 dell’Annuario raccoglie gli atti dell’ottava Conferenza annuale di diritto dell’energia, dedicata al tema della  disciplina della...

Scopri tutte le letture consigliate

Energia e mercato: Il passaggio al mercato libero si avvicina, ecco come scegliere adeguatamente il nuovo contratto16/05/2018
Energia e mercato: Il passaggio al mercato libero si avvicina, ecco come scegliere adeguatamente il nuovo contratto

Come alcuni già sapranno il 1 luglio 2019 sarà un giorno da ricordare, soprattutto nel settore dell’energia elettrica, dell’acqua e del gas. Il...

Leggi tutto

Ambiente: Gli smartphone saranno i dispositivi più inquinanti entro il 202005/05/2018
Ambiente: Gli smartphone saranno i dispositivi più inquinanti entro il 2020

Gli smartphone entro il 2020 diventeranno i dispositivi più inquinanti. E' quanto si evince da uno studio di due ricercatori dell'Università...

Leggi tuttoArchivio

Bollette: Socializzazione delle morosita' in bolletta, facciamo un po' di chiarezza21/03/2018
Bollette: Socializzazione delle morosita' in bolletta, facciamo un po' di chiarezza

Partiamo innanzitutto dalla bolletta di energia e dalla sua ripartizione tra le varie voci per capire quanto incidono sul costo finale per il...

Leggi tuttoArchivio
Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti