HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Caldaie: i consigli degli artigiani per mantenerle in sicurezza

Prevenzione, manutenzione e controlli periodici: sono queste le regole d’oro consigliate dagli artigiani della Cna di Roma, per evitare che le caldaie si trasformino in bombe a orologeria all’interno delle abitazioni.

Solo l’anno scorso, su 613 interventi dei vigili del fuoco, la metà, circa 332, hanno riguardato le fughe di gas. La legge (dpr. 412/93) prevede la possibilità di avviare gli impianti termici dal 1° novembre al 15 aprile. A Roma quelli autonomi, pari a 8.566 MW, sono 632mila, mentre quelli centralizzati, con potenzapotenza
Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
di 6mila MW, sono 26mila. L’86% degli impianti superiori a 35kW e la quasi totalità degli impianti autonomi della Capitale, inferiori a 35 kWkW
Unità di misura della potenza equivalente a 1.000 Watt.
, sono alimentati a metanometano
Idrocarburo che rappresenta il costituente principale del gas naturale.
. Il 13% degli impianti centralizzati è alimentato a gasoliogasolio
Prodotto derivante dalla distillazione del petrolio greggio. Viene utilizzato soprattutto per alimentare motori Diesel oppure negli impianti di riscaldamento civile. Nei motori Diesel, detti anche ad accensione spontanea, il gasolio viene iniettato nel cilindro dove trova aria molto compressa (anche 40 volte la pressione ambiante). Per poter essere impiegato nei motori il gasolio deve avere determinate caratteristiche, per esempio una buona capacità di accensione (soprattutto alla basse temperature) e un opportuno potere lubrificante.
e solo l’1% degli impianti centralizzati sono alimentati da combustibili diversi (per lo più biodieselbiodiesel
Biocombustibile derivato da un processo chimico applicato agli oli vegetali (colza, girasole, palma, noce di cocco, soia, ...) ma anche ai grassi animali provenienti dall'industria della carne. Esso può essere utilizzato, puro o in miscela (5-20%), come sostituto del gasolio nel settore dei trasporti e del riscaldamento senza modificare motori e caldaie, consentendo una riduzione significativa di emissioni rispetto al gasolio minerale.
, gplgpl
Miscela di idrocarburi gassosi, principalmente butano e propano derivanti dalla raffinazione di petrolio e gas naturale. Il GPL si presenta in forma gassosa a temperatura e pressione ambiente, mentre si presenta in forma liquida a temperatura ambiente se sottoposto a lievi pressioni. Questo è il motivo per cui il trasporto e lo stoccaggio del GPL sono agevoli, sia in forma gassosa attraverso reti urbane, sia in bombole o su carri cisterna. È caratterizzato da una grande versatilità d'uso, ma è normalmente più costoso del metano. È utilizzato per scopi di riscaldamento laddove non esiste una rete di metano capillare ed anche per scopi di autotrazione.
e pellets). Il gpl risulta quello più utilizzato nelle zone periferiche delle città non servite dalla rete gas.

Ecco il vademecum indirizzato alle famiglie e agli amministratori di condominio per conservare gli impianti termici in sicurezza.

1. Appuntamento con tecnico abilitato

Per le caldaie a gas, il controllo deve essere effettuato periodicamente, almeno due settimane prima rispetto all’arrivo dei primi freddi, rispettando il calendario previsto dal costruttore nel libretto di istruzioni e ricorrendo all’intervento di un tecnico abilitato.

2. Gli inconvenienti di un intervento d’emergenza

Senza prevenzione, la caldaiacaldaia
Dispositivo in cui l'energia chimica posseduta da un combustibile viene trasformata in calore attraverso un processo di combustione. Il calore ottenuto generalmente assolve compiti di riscaldamento oppure viene impiegato per produrre vapore (in questo caso si parla di generatore di vapore).
può andare in blocco, rendendo necessario un intervento urgente con l’inconveniente di restare senza riscaldamento e acqua calda, non reperire tempestivamente il manutentore e pagare salato l’intervento.

3. Check up. I controlli devono riguardare:

    • il livello dell’acqua;
    • il funzionamento del termostatotermostato
      Apparecchiatura, di tipo meccanico o elettronico, che permette di regolare e mantenere la temperatura in base alle impostazioni date. È uno strumento impiegato in diversi ambienti, sia industriali che domestici, che consente di evitare inutili sprechi energetici.
      ambiente e la carica delle batterie;
    • lo spurgo dell’aria presente nei radiatori.

4. Efficienza energeticaEfficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.

Una caldaia ‘sostenibile’ garantisce efficienza, meno emissioni inquinanti e bollette più leggere.

5. Sicurezza

Per la sicurezza delle abitazioni e l’incolumità degli abitanti è opportuno che:

    • gli apparecchi di utilizzazione del gas siano installati in locali adeguatamente ventilati per consentire l’afflusso dell’aria per la combustionecombustione
      Processo chimico esotermico (ovvero che comporta sviluppo di calore) in cui il combustibile si combina con l'ossigeno presente nell'aria oppure appositamente separato (comburente). La reazione di combustione avviene previo innesco localizzato (accensione).
      ;
    • gli apparecchi che garantiscono la fuoriuscita dei fumi della combustione siano raccordati a sistemi di scaricoscarico
      Qualsiasi immissione di acque reflue in acque superficiali, sul suolo, nel sottosuolo e in rete fognaria, indipendentemente dalla loro natura inquinante, anche sottoposte a preventivo trattamento di depurazione. Sono esclusi i rilasci di acque previsti all'art. 114 (rilasci da diga).
      (camini, canne fumarie, ecc.) efficienti;
    • siano sempre tenute sotto controllo perdite gas dai tubi

6. Tubi a regola d’arte

Ecco alcune importanti regole per la corretta manutenzione delle tubazioni:

    • quelle in vista non devono essere utilizzate per appendervi panni o quant’altro;
    • gli apparecchi fissi e quelli a incasso devono essere collegati all’impianto con un tubo metallico rigido e raccordi idonei, oppure con un tubo flessibile di acciaio inossidabile a parete continua, munito di estremità filettate;
    • gli apparecchi mobili, non da incasso, possono essere collegati all’impianto del gas con uno speciale tubo flessibile in gomma;
    • Il tubo non deve essere sottoposto a sforzi né collocato in posizioni che possano provocare deformazioni, rotture o surriscaldamentosurriscaldamento
      Raggiungimento di temperature critiche.
      ;
    • il tubo in gomma deve essere sostituito almeno una volta ogni cinque anni, entro la data di scadenza stampigliata sul tubo stesso.

Fonte: CNA Roma

Data: 08/11/2012

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"Manuale del Risparmio Energetico""Manuale del Risparmio Energetico"

Consigli pratici e soluzioni tecniche su come risparmiare denaro nella tua casa
"Un prontuario adatto per chiunque voglia mettere in pratica un intelligente risparmio energetico tra le mura domestiche. L’intento è...

Scopri tutte le letture consigliate

Climatizzazione: Condizionatori e ventilatori, alcuni consigli per non sbagliare scelta23/06/2017
Climatizzazione: Condizionatori e ventilatori, alcuni consigli per non sbagliare scelta

Arriva la stagione calda e con essa la corsa all'acquisto dei condizionatori e dei ventilatori. Come sceglierli? Occorre, come sempre, dare uno...

Leggi tutto

Efficienza energetica: L'incidenza del format di vendita sul risparmio energetico 14/06/2017
Efficienza energetica: L'incidenza del format di vendita sul risparmio energetico

Massimo Lucentini, Direttore Generale - Gruppo Todis, durante l'ultima edizione del convegno "Retail&Food Energy 2017" (organizzato da IKN) ha...

Leggi tuttoArchivio

Efficienza energetica: L'incidenza del format di vendita sul risparmio energetico 15/06/2017
Efficienza energetica: L'incidenza del format di vendita sul risparmio energetico

Dott. Lucentini, da un anno è Direttore Generale del Gruppo Todis, un gruppo in forte espansione con oltre 200 punti vendita. Com’è stato questo...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Climatizzazione?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti