HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL RISPARMIO ENERGETICO

Un’indagine commissionata dall’ANIE, Associazione Nazionale Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche, mostra che gli italiani sono sempre più sensibili ai temi del risparmio energeticorisparmio energetico
Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
, ma non hanno ancora un buon livello di conoscenza delle tecnologie, tra cui la domotica, grazie alle quali è possibile massimizzare l’efficienza ed evitare ogni tipologia di spreco.

L’atteggiamento verso il risparmio energetico

Il raggiungimento dell’efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
di aziende e abitazioni
private interessa una grande maggioranza di coloro che sono stati intervistati dall’IPSOS durante l’indagine dell’ANIE. Ben l’87% degli intervistati ritiene che sia possibile raggiungere questo obiettivo iniziando dal singolo, mettendo in atto comportamenti responsabili atti a minimizzare gli sprechi. Tra gli accorgimenti più comuni ci sono l’acquisto di Lampadine a Risparmio Energetico, una Manutenzione periodica della CaldaiaCaldaia
Dispositivo in cui l'energia chimica posseduta da un combustibile viene trasformata in calore attraverso un processo di combustione. Il calore ottenuto generalmente assolve compiti di riscaldamento oppure viene impiegato per produrre vapore (in questo caso si parla di generatore di vapore).
e la scelta di Elettrodomestici a Basso Consumo. Per quanto riguarda invece l’utilizzo di fonti di energia alternativaenergia alternativa
Energia derivata da sorgenti diverse da quelle fossili (carbonecarbone
Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d'impiego.
I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un'elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono 'energeticamente' più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
, petrolio, gas) e da quella nucleare. Si tratta tipicamente di fonti rinnovabili di energia.
, oltre il 70% degli intervistati ha una buona conoscenza dell’Energia SolareEnergia Solare
Energia radiante derivante dal Sole e che raggiunge la Terra sotto forma di radiazione elettromagnetica. Ad oggi esistono fondamentalmente due modi per sfruttare l'energia solare direttamente: attraverso i pannelli solari (per la produzione di energia termica ed elettrica), pannelli fotovoltaici (per la produzione di energia elettrica). L'energia dal Sole è fondamentale anche per lo sviluppo delle altre forme di energia rinnovabili (per esempio per la crescita della biomassa, per i moti dei venti, per il ciclo idrologico delle acque, ecc..).
e di quella Eolica, mentre solo un 45% ha familiarità con l’EnergiaEnergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
Idroelettrica
e appena il 24% sa descrivere l’utilizzo dell’Energia proveniente dalle Onde del Mare. L’uso della Domotica, intesa come tecnologia atta a migliorare il comfort abitativo, la sicurezza del proprio appartamento e ad eliminare gli sprechi non è invece familiare agli intervistati, che però si mostrano interessati a saperne di più.

Le innumerevoli opportunità della domotica

La domotica, impiegata opportunamente all’interno di un’abitazione, è in grado di migliorare sensibilmente la gestione delle fonti di energiafonti di energia
Sorgenti di energia o sostanze dalle quali può essere prodotta energia utile direttamente o dopo trasformazione. Le fonti di energia possono essere classificate in diversi modi a seconda del contesto di riferimento: risorse esauribili (principalmente petrolio, gas naturale, carbone, legna); risorse rinnovabili (tutte quelle derivanti direttamente o indirettamente dall'energia solare, dal calore endogeno terrestre e dalle maree); risorse primarie (utilizzabili direttamente come si trovano in natura: petrolio, carbone, gas naturale, legna); risorse secondarie (in cui l'energia deriva dalla trasformazione dell'energia primaria in altra forma di energia, ad esempio idroelettrico, energia elettronucleare eccetera); risorse commerciali ( ovvero soggette a transazioni commerciali e quindi facilmente quantificabili, derivanti da quattro tipi principali di fonti: carbone, petrolio, gas naturale, elettricità primaria); risorse non commerciali (non soggette a transazioni commerciali: ad esempio residui di coltivazioni, legna di sottobosco eccetera nei Paesi in via di sviluppo; sebbene assenti dal commercio internazionale in alcuni Paesi rivestono grande importanza); risorse tradizionali (derivanti da prodotti vegetali o animali: legna, carbone di legna, torba, sterco essiccato).
, eliminando gli sprechi e ottenendo un buon livello di Efficienza Energetica. Il 71% degli intervistati, però, dichiara di non aver mai sentito parlare dell’applicazione di tale tecnologia agli Impianti Elettrici. A fronte di una scarsa conoscenza del settore, si registra però un atteggiamento molto positivo nel momento in cui vengono illustrati i vantaggi che la domotica può apportare alla vita quotidiana. In particolare sono apprezzati i sistemi di sicurezza in grado di segnalare fughe di gas o acqua, il sistema di gestione dell’impianto elettrico che evita di far saltare la corrente Spegnendo in automatico alcuni Elettrodomestici e la possibilità di gestire il proprio impianto anche quando si è fuori casa. I risultati dell’indagine mostrano quindi un vivo interesse degli italiani nei confronti della Domotica: a fronte di una maggiore diffusione delle informazioni in merito si potrebbe dunque avere un buon impiego di tale tecnologia, con indubbi Vantaggi Economici ed Ecologici.

Fonte: Gallileo2010

Data: 27/06/2013

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"Storie di ordinaria energia" "Storie di ordinaria energia"

"Quattro lampadine?" sbottò Caterina. "Noi ci siamo comprati un frigorifero americano, gruosso gruosso che ancora stiamo pagando a rate. Tiene due porte che le potrebbe aprire il Papa al prossimo Giubileo. Di classe...

Scopri tutte le letture consigliate

Efficienza energetica: Elettrodomestici a risparmio energetico, mai farne a meno20/10/2017
Efficienza energetica: Elettrodomestici a risparmio energetico, mai farne a meno

Aumentano i consumi di energia elettrica in Italia, e aumenta anche il fabbisogno delle famiglie. In base ai dati diffusi da Terna, emerge che i...

Leggi tutto

Energia: Eni Gas e Luce, la società a misura di utenza domestica del cliente19/10/2017
Energia: Eni Gas e Luce, la società a misura di utenza domestica del cliente

Eni gas e luce, la nuova società che accompagna il cliente ad un consumo razionale di energia

Il mercato energetico è contraddistinto da...

Leggi tuttoArchivio

Certificati bianchi: Le nuove linee guida tra obiettivi e criticita'23/06/2017
Certificati bianchi: Le nuove linee guida tra obiettivi e criticita'

Qual è il contributo dei certificati bianchi per il raggiungimento degli obiettivi nazionali con l’introduzione delle nuove linee guida?

In...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Incentivi all'eolico?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti