HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Ambiente: In Sicilia energia e mobilità smart

  • Strade popolate da autobus elettrici ad alimentazione ibrida (batterie e celle a combustibile) e da veicoli merci elettrici a basso impatto ambientaleimpatto ambientale
    L'insieme degli effetti (diretti e indiretti, nel breve o nel lungo termine, positivi o negativi, ecc..) che l'avvio di una determinata attività ha sull'ambiente naturale circostante.
    e in cui le persone si spostano grazie a biciclette a pedalata assistita.
  • Città 'green’, che puntano su fonti rinnovabilifonti rinnovabili
    Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
    - il sole
    - il vento
    - l'acqua
    - la geotermia
    - le biomasse
    per la produzione e l’accumulo di energiaenergia
    Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    e monitorano in tempo reale la richiesta di servizi.

È lo scenario dischiuso dal progetto 'i-Next’ (Innovation for Green E
nergy and Exchange in Transportation), che ha portato allo sviluppo e sperimentazione sul campo, nei comuni di Palermo e Capo d’Orlando (Me), di mezzi ecosostenibili per la mobilità urbana e soluzioni innovative per ottenere e stivare energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
.

Al progetto, finanziato nell’ambito del bando 'Smart Cities and Communities and Social Innovation’, il CNR partecipa attraverso l’Istituto di tecnologie avanzate per l’energia 'N. Giordano’ (Itae), assieme con Università di Palermo, Italtel, Tozzi Renewable Energy, Exalto e Muovosviluppo.

Progetto i-Next: Innovation for Green Energy and Exchange in Trasportation

i-Next sostiene l'innovazione nei trasporti e nel settore della domanda energetica degli edifici”, spiega Vincenzo Antonucci dell’Itae-CNR. “Il lavoro di ricerca si è quindi concentrato da un lato sulla messa a punto di mezzi di trasporto ecologici e sull’ottimizzazione degli spostamenti, dall’altro su come rendere più efficace l’interazione tra la domanda di energia, la sua produzione   da   fonti rinnovabili  e   il   suo   accumulo,   compresa   la
                                    definizione di interventi di risparmio energeticorisparmio energetico
Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
”.

Progetto i-Next: Innovation for Green Energy and Exchange in TrasportationPresso il comune di Capo d’Orlando sono stati testati veicoli a emissioni zero per supportare la mobilità urbana e il trasporto di merci e passeggeri: un prototipo di minibus elettrico da 16 posti che opera con un innovativo powertrain elettrico costituito da batterie e fuel cell; un delivery van per il trasporto merci in ambito urbano; due prototipi di biciclette a pedalata assistita alimentate a idrogenoidrogeno
Primo elemento della tavola periodica, presente sulla Terra in forma combinata, soprattutto nell'acqua e nei composti organici. Esso è costituito da 3 isotopi: prozio (cioè l'idrogeno propriamente detto) per più del 99.9 %, il deuterio e il trizio. La forma molecolare dell'idrogeno (H2) dà origine ad un gas inodore, incolore, altamente infiammabile e molto più leggero dell'aria (ecco perché lo si trova in bassissime concentrazioni in atmosfera).
, caratterizzate da tempi minori di ricarica del serbatoio rispetto a quelle ad alimentazione tradizionale e maggiore ripresa su terreni non pianeggianti. A essi si affiancano un impianto fotovoltaicoimpianto fotovoltaico
Impianto per la produzione di elettricità che sfrutta l'energia del sole grazie ai pannelli fotovoltaici, generalmente di silicio. All'interno del pannello si genera un circuito elettrico in corrente continua, dovuta all'effetto fotovoltaico, secondo cui quando i fotoni (che costituiscono la radiazione solare) raggiungono una cella FV vanno ad eccitare alcuni elettroni del materiale di cui è costituita la cella. Tali elettroni, trovandosi ad un livello energetico superiore, "sfuggono" dalla loro posizione originaria e creano una corrente.
da 100 kWkW
Unità di misura della potenza equivalente a 1.000 Watt.
per ottenere e accumulare energia solareenergia solare
Energia radiante derivante dal Sole e che raggiunge la Terra sotto forma di radiazione elettromagnetica. Ad oggi esistono fondamentalmente due modi per sfruttare l'energia solare direttamente: attraverso i pannelli solari (per la produzione di energia termica ed elettrica), pannelli fotovoltaici (per la produzione di energia elettrica). L'energia dal Sole è fondamentale anche per lo sviluppo delle altre forme di energia rinnovabili (per esempio per la crescita della biomassa, per i moti dei venti, per il ciclo idrologico delle acque, ecc..).
e un impianto di produzione,  compressione e stoccaggiostoccaggio
Attività di raccolta e deposito di una determinata risorsa. 
 di idrogeno gassoso.

A Palermo la sperimentazione ha riguardato in prevalenza il settore degli 'smart building’: all’interno del campus universitario sono stati installati moduli fotovoltaici integrati negli infissi delle finestre; sistemi di climatizzazione attivati da energia solare termica per il riscaldamento, la deumidificazione e il controllo della qualità dell’aria; coperture verdi particolarmente efficaci in contesti urbani a clima caldo-umido, tipico della città di Palermo; pali della luce dall’intensità regolabile e un sistema 'intelligente’ di accumulo dell’energia in grado di monitorare i carichi elettrici e ottimizzare i flussi energetici.

Cuore del progetto è una piattaforma intelligente che agisce in parallelo sulla logistica, sul miglioramento dei circuiti di distribuzionedistribuzione
Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
e sulla gestione delle risorse energeticherisorse energetiche
Stima dei volumi totali di fonti energetiche, sia scoperte che non ancora scoperte. Tale quantità comprende anche le riserve.
disponibili. Un sistema, cioè, in grado di integrare le informazioni relative ai servizi di mobilità, logistica, edifici intelligenti, smart gridsmart grid
Trattasi di una rete di informazione che affianca la rete di distribuzione elettrica e gestisce la rete elettrica in maniera "intelligente" sotto vari aspetti o funzionalità ovvero in maniera efficiente per la distribuzione di energia elettrica evitando sprechi energetici, sovraccarichi e cadute di tensione elettrica. Ciò avviene attraverso un sistema fortemente ottimizzato per il trasporto e diffusione della stessa, dove gli eventuali surplus di energia di alcune zone vengono redistribuiti, in modo dinamico ed in tempo reale, in altre aree oppure regolando costantemente il dispacciamento tra centrali di autoproduzione elettrica da fonti rinnovabili della rete di distribuzione (generazione distribuita) con le centrali elettriche della rete di trasmissione (produzione centralizzata).
, efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
, produzione di energia elettrica rinnovabile
”, prosegue il ricercatore. “In questo modo, la città diventa effettivamente 'smart’, con il risultato di un più ampio utilizzo dell’energia ottenuta da fonti rinnovabili, una maggiore sicurezza nel servizio di fornitura, una più elevata elasticità della richiesta e un conseguente abbassamento dei prezzi dell’energia”.

I risultati del progetto sono stati presentati nella Villa Piccolo di Capo d’Orlando, alla presenza del presidente del CNR Luigi Nicolais, del sindaco Enzo Sindoni e del responsabile scientifico del progetto Laura Andaloro.

Fonte: CNR

Data: 15/01/2016

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"Zero Rifiuti in Casa""Zero Rifiuti in Casa"

100 astuzie per alleggerirsi la vita e risparmiare
Libro che nasce dall’esperienza personale dell'autrice e propone un modello semplice ed efficace per contribuire alla salvaguardia dell'ambiente e vivere felici e...

Scopri tutte le letture consigliate

Ambiente: Spreco alimentare. Rapporto di Waste Watcher16/10/2017
Ambiente: Spreco alimentare. Rapporto di Waste Watcher

L'Osservatorio nazionale Waste Watcher, di Last Minute Market/Swg, fotografa lo spreco alimentare nel nostro Paese che si consuma per il 75%...

Leggi tutto

Ambiente: Intesa MinAmbiente-ANCI per ridurre gli sprechi alimentari16/10/2017
Ambiente: Intesa MinAmbiente-ANCI per ridurre gli sprechi alimentari

Si rafforza l’azione congiunta di governo e comuni italiani nel contrasto agli sprechi alimentari.

Lo stabilisce un protocollo firmato giovedi...

Leggi tuttoArchivio

Clima: Emissioni di Co2 prodotte dall'uomo, non sono la vera causa del riscaldamento globale19/04/2017
Clima: Emissioni di Co2 prodotte dall'uomo, non sono la vera causa del riscaldamento globale

Ernesto Pedrocchi, Professore Emerito di "Energetica" presso la Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Milano, nell'articolo seguente delinea la...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Valutazione di impatto ambientale – VIA ?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti