HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Spreco alimentare: la proposta di legge in discussione alla Camera

Semplicazione delle procedure per donare le eccedenze alimentari, incentivi alle attività commerciali e sconti sulla tassa dei rifiuti.

La proposta di legge contro lo spreco alimentare approda oggi, lunedì 14 marzo, alla Camera, andrà poi votata tra martedì e mercoledì, successivamente il testo passerà al Senato.

Lo scopo della nuova norma (la sintesi della norma proposta dal PDL consultabile qui) è favorire l’uso consapevole delle risorse ed il recupero di prodotti ancora utilizzabili da parte delle associazioni di volontariato, rendendo più agili le procedure per la raccolta e la donazione di cibo ma anche di farmaci.

Sono molti gli aspetti presi in considerazione dalla proposta di legge e si va dal far chiarezza sulla dicitura “da consumarsi preferibilmente entro”, specificando la differenza fra termine minimo di conservazione e data di scadenza, agli incentivi per i soggetti che donano (supermercati, ristoranti).

Se la proposta di legge dovesse passare, tutto sarà reso più semplice e meno burocratico.

La nuova normativa stanzia anche risorse economiche importanti: una parte finanzia progetti relativi a ricerca e sviluppo tecnologico nel campo del packaging intelligente antispreco, l’altra è destinato a promuovere nei ristoranti l’uso dei Family bag, i contenitori per portare a casa gli avanzi, un’abitudine che nel nostro Paese non ha ancora preso piede e che invece è molto diffusa all’estero: si tratta di portare via dai ristoranti il cibo non consumato per terminarlo in un altro momento oppure, se si tratta di scarti, per servirlo al cane o al gatto di casa.

In Italia si perdono 94 kg di cibo per persona all’anno. In totale le eccedenze sono pari a quasi 6 milioni di tonnellate all’anno con un costo che si aggira intorno ai 13 miliardi di euro.

Questa legge potrebbe essere un primo passo verso una nuova cultura del rispetto del cibo e di quel che produciamo.

Orizzontenergia.it

 

Data: 14/03/2016

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"Come il clima cambia il business" "Come il clima cambia il business"

È stato ed è giusto incentivare le fonti di energia rinnovabili? Le auto elettriche e ibride hanno un futuro? La tassa sulle emissioni, già in vigore in molti paesi, danneggia seriamente il business o è invece il...Scopri tutte le letture consigliate

Nucleare: Il panorama italiano ed europeo tra falsi miti e lentezze burocratiche18/10/2017
Nucleare: Il panorama italiano ed europeo tra falsi miti e lentezze burocratiche

Umberto Minopoli, Presidente Associazione Italiana Nucleare, ha risposto alle nostre domande in merito al panorama internazionale e nazionale...

Leggi tutto

Energia: Il ricorso a soluzioni "smart" per aumentare il comfort del consumatore18/10/2017
Energia: Il ricorso a soluzioni "smart" per aumentare il comfort del consumatore

Abbiamo intervistato Attilio di Pierri, Responsabile Sviluppo Servizi a Valore Aggiunto - Edison Energia, il quale, in occasione dell'ultimo...

Leggi tuttoArchivio

Energia: La forza del brand e modalita' di fidelizzazione del cliente09/10/2017
Energia: La forza del brand e modalita' di fidelizzazione del cliente

Il digital ha radicalmente rivoluzionato il modo di operare all’interno delle aziende; quali sono state  le principali ripercussioni interne alla...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
"Eolico: Energia, Uomo e Territorio" Pontremoli 24 Maggio 2013?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti