HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Spreco alimentare: la proposta di legge in discussione alla Camera

Semplicazione delle procedure per donare le eccedenze alimentari, incentivi alle attività commerciali e sconti sulla tassa dei rifiuti.

La proposta di legge contro lo spreco alimentare approda oggi, lunedì 14 marzo, alla Camera, andrà poi votata tra martedì e mercoledì, successivamente il testo passerà al Senato.

Lo scopo della nuova norma (la sintesi della norma proposta dal PDL consultabile qui) è favorire l’uso consapevole delle risorse ed il recupero di prodotti ancora utilizzabili da parte delle associazioni di volontariato, rendendo più agili le procedure per la raccolta e la donazione di cibo ma anche di farmaci.

Sono molti gli aspetti presi in considerazione dalla proposta di legge e si va dal far chiarezza sulla dicitura “da consumarsi preferibilmente entro”, specificando la differenza fra termine minimo di conservazione e data di scadenza, agli incentivi per i soggetti che donano (supermercati, ristoranti).

Se la proposta di legge dovesse passare, tutto sarà reso più semplice e meno burocratico.

La nuova normativa stanzia anche risorse economiche importanti: una parte finanzia progetti relativi a ricerca e sviluppo tecnologico nel campo del packaging intelligente antispreco, l’altra è destinato a promuovere nei ristoranti l’uso dei Family bag, i contenitori per portare a casa gli avanzi, un’abitudine che nel nostro Paese non ha ancora preso piede e che invece è molto diffusa all’estero: si tratta di portare via dai ristoranti il cibo non consumato per terminarlo in un altro momento oppure, se si tratta di scarti, per servirlo al cane o al gatto di casa.

In Italia si perdono 94 kg di cibo per persona all’anno. In totale le eccedenze sono pari a quasi 6 milioni di tonnellate all’anno con un costo che si aggira intorno ai 13 miliardi di euro.

Questa legge potrebbe essere un primo passo verso una nuova cultura del rispetto del cibo e di quel che produciamo.

Orizzontenergia.it

 

Data: 14/03/2016

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"La tutela risarcitoria contro i danni ambientali tra direttiva 2004/35/CE e d.lgs. 152/2006""La tutela risarcitoria contro i danni ambientali tra direttiva 2004/35/CE e d.lgs. 152/2006"

Quanta rilevanza possono assumere i danni ambientali oggi? Per dare una risposta a tale domanda, occorre partire dal presupposto che l’uomo e le risorse naturali fanno parte di un sistema complesso, nel quale sono...

Scopri tutte le letture consigliate

Economia circolare: Insistere su termovalorizzazione e simbiosi industriale, ma occhio ai falsi miti13/06/2018
Economia circolare: Insistere su termovalorizzazione e simbiosi industriale, ma occhio ai falsi miti

Monica Tommasi (Presidente Amici della Terra) ha discusso insieme a noi dell'attuale situazione nel nostro paese relativa all'economia circolare;...

Leggi tutto

La tutela risarcitoria contro i danni ambientali tra Direttiva 2004/35/CE e D.lgs. 152/2006 12/06/2018
La tutela risarcitoria contro i danni ambientali tra Direttiva 2004/35/CE e D.lgs. 152/2006

 

Antonio Aruta Improta

Aprile 2018, Aracne...

Leggi tuttoArchivio

Economia circolare: Insistere su termovalorizzazione e simbiosi industriale, ma occhio ai falsi miti20/06/2018
Economia circolare: Insistere su termovalorizzazione e simbiosi industriale, ma occhio ai falsi miti

L’economia circolare è un concetto che viene sempre più spesso dibattuto dall’opinione pubblica; anche a livello politico sta accrescendo la sua...

Leggi tuttoArchivio
Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti