HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

ENI: verifiche esterne confermano il rispetto dei requisiti di legge, massima cooperazione con la magistratura

ENI prende atto dei provvedimenti adottati dall’autorità giudiziaria nell’ambito di uno dei due filoni di indagine condotti dalla Procura di PotenzaPotenza
Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
sulle attività di produzione di idrocarburiidrocarburi
Composti chimici formati da carbonio e idrogeno che costituiscono il petrolio e il gas naturale. Esistono diverse classificazioni degli idrocarburi a seconda dei legami chimici presenti nelle molecole.
in Val d’Agri.

Il filone di indagine che coinvolge alcuni dipendenti ENI è relativo a tematiche ambientali legate all’attività produttiva del Centro Oli di Viggiano e ha comportato oggi l’esecuzione di misure cautelari nei confronti di alcuni dipendenti del centro e il sequestro di impianti funzionali all’attività produttiva dello stesso.

ENI ha provveduto alla sospensione temporanea dei lavoratori soggetto dei provvedimenti cautelari e sta completando ulteriori verifiche interne.

ENI: idrocarburi Val d'AgriPer quanto riguarda l'attività produttiva in Val d'Agri, che al momento è sospesa (75.000 barili al giorno), ENI conferma, sulla base di verifiche esterne commissionate dalla società stessa, il rispetto dei requisiti di legge e delle best practice internazionali. In tal senso ENI richiederà la disponibilità dei beni posti oggi sotto sequestro e continuerà ad interloquire con la magistratura, così come avviene da tempo sul tema, assicurando la massima cooperazione.

 

Fonte: ENI

Data: 01/04/2016

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"La tutela risarcitoria contro i danni ambientali tra direttiva 2004/35/CE e d.lgs. 152/2006""La tutela risarcitoria contro i danni ambientali tra direttiva 2004/35/CE e d.lgs. 152/2006"

Quanta rilevanza possono assumere i danni ambientali oggi? Per dare una risposta a tale domanda, occorre partire dal presupposto che l’uomo e le risorse naturali fanno parte di un sistema complesso, nel quale sono...

Scopri tutte le letture consigliate

Gas: Il primo atlante mondiale per comprendere distribuzione mondiale e mercato02/07/2018
Gas: Il primo atlante mondiale per comprendere distribuzione mondiale e mercato

L'Atlante Mondiale del Gas: Distribuzione e Infrastrutture Un Atlante del National Geographic per conoscere il gas nel mondo: 30 carte...Leggi tutto

La tutela risarcitoria contro i danni ambientali tra Direttiva 2004/35/CE e D.lgs. 152/2006 12/06/2018
La tutela risarcitoria contro i danni ambientali tra Direttiva 2004/35/CE e D.lgs. 152/2006

 

Antonio Aruta Improta

Aprile 2018, Aracne...

Leggi tuttoArchivio

Economia circolare: Insistere su termovalorizzazione e simbiosi industriale, ma occhio ai falsi miti20/06/2018
Economia circolare: Insistere su termovalorizzazione e simbiosi industriale, ma occhio ai falsi miti

L’economia circolare è un concetto che viene sempre più spesso dibattuto dall’opinione pubblica; anche a livello politico sta accrescendo la sua...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Termoelettrico?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti