HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Fossili: La “verde” Germania campione europeo del carbone e delle emissioni di CO2

Nel quinquennio 2010-2015, in Europa le energie rinnovabilienergie rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
sono cresciute del 35,9%, la domanda di gas è diminuita di oltre un terzo e la produzione di elettricità da fonte nuclearenucleare
Forma di energia derivante dai processi che coinvolgono i nuclei atomici (fissione e fusione).
è scesa del 6,3%. L’utilizzo del carbonecarbone
Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d'impiego.
I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un'elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono 'energeticamente' più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
(carbone pesante e lignitelignite
Tipologia di carbone caratterizzato da un grado di maturazione poco spinto. Essa, infatti, presenta un contenuto di carbonio pari al 67 % circa, contro l'85 % dei carboni impiegati per scopi energetici.
), invece, è rimasto stabile, e copre il 26% della produzione di elettricità europea.

Germany's Electricity Generation Mix 2015I paesi con la maggior produzione di elettricità da centrali a carbone sono la Germania (158 TWh da lignite e 118 TWh da carbone pesante), Polonia (54 TWh da lignite e 79 TWh da carbone pesante), Repubblica Ceca (38 TWh da lignite) e Regno Unito (95 TWh da carbone pesante). Quindi, quasi la metà della produzione di elettricità da lignite avviene in Germania, mentre Regno Unito, Germania e Polonia producono insieme oltre la metà dell’elettricità dell’UE da carbone pesante.

Per quanto riguarda le energie rinnovabili, l’Italia (109 TWh) è al secondo posto dopo la Germania (193 TWh), seguite da Spagna, Svezia e Francia. Queste sono le cifre contenute in un rapporto diffuso dal tedesco Oeko-Institut, che fornisce i dati di sviluppo delle varie fonti tra il 2010 e il 2015.

Per quanto riguarda le emissioni di CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

del settore elettrico nell’Unione europea, nel 2015 sono risultate inferiori del 18,3% rispetto al 2005 e del 12% rispetto al 2010. Dopo la diminuzione registrata tra il 2007 e il 2014, nel 2015 le emissioni sono aumentate del 2%, a causa dell’incremento della domanda, soddisfatta da centrali a carbone e a gas.

La diminuzione delle emissioni tra il 2010 e il 2014 è dovuta principalmente alla diminuzione dell’utilizzo del gas nelle centrali elettriche, Se invece del gas si fosse ridotto l’utilizzo del carbone, le emissioni di CO2 avrebbero potuto scendere di ulteriori cento milioni di tonnellate. Nel 2015, circa tre quarti del totale delle emissioni di CO2 del settore elettrico provengono da centrali a lignite e a carbone, che coprono solo un quarto delle produzione elettrica dell’UE.

I dati sulle emissioni di CO2 indicano che l’UE aveva già raggiunto nel 2014 l’obiettivo di riduzione del 20%, rispetto al 1990, fissato per il 2020. Nel 2014, infatti, la riduzione è stata del 23%.

Fonte: L'Astrolabio - Amici della TerraAmici della Terra
Associazione ambientalista presente in Italia dal 1978 che costituisce la rappresentanza italiana di Friends of the Earth International.Gli Amici della Terra promuovono azioni di educazione al rispetto verso l'ambiente, sostenendo iniziative sul territorio affinchè i governi e le istituzioni sovranazionali adottino politiche di sviluppo sostenibile.

Data: 21/04/2016

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"Zero Rifiuti in Casa""Zero Rifiuti in Casa"

100 astuzie per alleggerirsi la vita e risparmiare
Libro che nasce dall’esperienza personale dell'autrice e propone un modello semplice ed efficace per contribuire alla salvaguardia dell'ambiente e vivere felici e...

Scopri tutte le letture consigliate

Acqua: Una risorsa vitale. Gli Obiettivi dell’Agenda ONU per il 203019/01/2018
Acqua: Una risorsa vitale. Gli Obiettivi dell’Agenda ONU per il 2030

L'acqua è vitale. Per la salute, per l’agricoltura, per l’ambiente. È al centro dello sviluppo economico e sociale. E nonostante la sua...

Leggi tutto

Ambiente: Gli eventi climatici estremi hanno devastato gli Stati Uniti nel 201718/01/2018
Ambiente: Gli eventi climatici estremi hanno devastato gli Stati Uniti nel 2017

Il 2017, uno degli anni più caldi mai registrati, è stato anche quello che è costato di più agli Stati Uniti in termini di disastri ambientali....

Leggi tuttoArchivio

Mobilita' sostenibile: Gas ed elettricita' accelerano il passo, ma senza infrastrutture la strada rimane in salita13/12/2017
Mobilita' sostenibile: Gas ed elettricita' accelerano il passo, ma senza infrastrutture la strada rimane in salita

In Italia il settore della mobilità sostenibile ha mostrato segnali di sviluppo, tuttavia il confronto con altri paesi europei non può ancora...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
IGCC?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti