HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Ambiente: Perchè festeggiamo "La Giornata della Terra"

In Italia "La Giornata della Terra" si festeggia da quasi un decennio, esattamente nel 2007 venne organizzata ufficialmente per la prima volta; per la ricorrenza vengono organizzati concerti con incassi devoluti in beneficienza, eventi culturali e dibattiti su temi riguardanti la tutela ambientale.

In alcuni casi gli eventi organizzati non limitano la loro durata solamente ad un giorno, ma come nel caso del Villaggio per la Terra di Roma durano 5 giorni; ogni anno vengono organizzate sempre nuove iniziative, quest'anno degna di nota è In Marcia per la Scienza, a Roma sabato 22 aprile gli scienziati e ricercatori italiani si radunano al Pantheon e al Villaggio per la Terra, una manifestazione di piazza in tutto il mondo per difendere la libertà della scienza e il suo primato sulla politica oscurantista. Come pure, sempre sabato, il Concerto per la Terra "Over The Wall - Mecenati della Bellezza". Musica, arte e ambientalismo in uno spettacolo gratuito sulla Terrazza del Pincio. Cantano: Noemi, Sergio Sylvestre, Soul System, Zero Assoluto, Ron e La Scelta.

Anche Google ha dimostrato la propria attenzione verso questa giornata, dedicandole alcuni doodle (ne riproponiamo uno cliccando sull'immagine sottostante).

Giornata della Terra 2017

La prima edizione assoluta della "Giornata della Terra" è stata organizzata il 22 Aprile 1970, e venne promossa dal senatore americano Gaylord Nelson in seguito ad un disastro ambientale; infatti nel Febbraio del 1969 a Santa Barbara, California, avvenne un'ingente fuoriuscita di petroliopetrolio
Combustibile di colore da bruno chiaro a nero, costituito essenzialmente da una miscela di idrocarburi. Si è formato per azioni chimiche, fisiche e microbiologiche da resti di microorganismi (alghe, plancton, batteri) che vivevano in ambiente marino addirittura prima della comparsa dei dinosauri sulla terra. I principali composti costituenti del petrolio appartengono alle classi delle paraffine, dei nafteni e degli aromatici, che sono composti organici formati da carbonio e idrogeno e le cui molecole sono disposte secondo legami di varia natura.
da un pozzo della Union Oil
causando gravissimi danni all'ambiente, per cui il senatore Nelson ritenne opportuno promuovere una maggiore attenzione alla tutela ambientale e propose una giornata dedicata al dibattito sul tema.

Tutti gli eventi sono disponibili sulla pagina ufficiale di Earth Day.

 

Orizzontenergia

 

Argomenti correlati

 

Data: 21/04/2017

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"Il clima e' cambiato" "Il clima e' cambiato"

Il riscaldamento globale è la grande questione ambientale di questo secolo. La scienza è chiara: entro pochi decenni, dobbiamo rottamare l’attuale sistema energetico e costruirne uno basato su efficienza ed energie...

Scopri tutte le letture consigliate

Green living: Come realizzare un orto ecosostenibile sul balcone di casa?21/04/2017
Green living: Come realizzare un orto ecosostenibile sul balcone di casa?

Circondarsi di verde è uno dei trend attualmente più in voga: e non parliamo delle gite in montagna o in campagna, ma degli orti e degli...

Leggi tutto

Rinnovabili e strategia energetica per l'Italia19/04/2017
Rinnovabili e strategia energetica per l'Italia

Alessandro Clerici Presidente onorario FAST e WEC Italia, dapprima commenta i dati aggiornati del precedente articolo  pubblicato il 14/12/2016...

Leggi tuttoArchivio

Come opera una ESCo sul mercato italiano. Storia e prospettive05/07/2016
Come opera una ESCo sul mercato italiano. Storia e prospettive

Abbiamo discusso con l'Ing. Giacomo Cantarella, Business Unit Service Industry Manager presso Yousave S.p.A. (Innowatio Group), su evoluzione e...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
L'ambiente in Europa e Italia?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti