HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Pompe di calore: Indagine sul settore industriale italiano. 170 aziende a confronto

Milano, 26 luglio 2016 - E’ stata pubblicata l’indagine condottacondotta
Rete di tubazioni adibite al trasporto di combustibili (gas e petrolio) dai luoghi di produzione ai luoghi di stoccaggio, di imbarco, di trattamento e di consumo.
dall’Ufficio studi ANIMA su 170 aziende del settore delle pompe. Nonostante la crisi, il settore, rappresentato da Assopompe, ha registrato una crescita costante.
Le imprese produttrici sono distribuite in tutto il territorio nazionale con prevalenza in Lombardia con un 37,3% di presenza, in Emilia Romagna con un 18,60%, e in Veneto con un 15,40% di concentrazione. Delle 170 imprese, 25 fatturano più di 40 milioni di euro all’anno, circa 31 realtà tra i 10 e i 40 milioni di euro e la porzione rimanente fattura per meno di dieci milioni annui.
 
La collaborazione di alcuni docenti di grandi atenei come Università Cattolica, SDA Bocconi, Università di Ferrara, Università di Strasburgo e Politecnico di Milano assieme all’Ufficio studi ANIMA e Atradius, tra le società leader nel settore dell’assicurazione dei crediti, fideiussioni e recupero crediti, ha permesso di aggiornare l’indagine settoriale. Con questo lavoro vengono raccolti dati circa le vendite, i prodotti e l’organizzazione interna delle singole imprese, che non sarebbero altrimenti reperibili. Tale attività, di fondamentale importanza per il raggiungimento degli obiettivi generali enunciati per la ricerca, è funzionale all’analisi qualitativa del settore, propedeutica a ciascuno degli ulteriori approfondimenti previsti nel lavoro.
 
«Il trend evidenziato all’unisono da tutti gli imprenditori è che c’è sempre più richiesta di qualità e di marca, più che del prezzo. - dichiara Carlo Banfi, Presidente Assopompe - Affidabilità e qualità è un tema di prodotto più servizio, non solo di prodotto. Il servizio è inteso come post vendita, quindi manutenzione e assistenza, ma sempre più si cerca un servizio a 360°, quindi anche in fase di prevendita. Un altro elemento chiave, comune a tutti, è la vicinanza al cliente, frutto di un legame più forte con i fornitori. Si ha sempre più bisogno di avere informazioni integrate sull’end user».
 
Le pompe italiane vengono richieste in tutto il mondo, il 41% in Europa, mentre l’Oriente attira il 25,8% di quel che viene prodotto. Il continente africano è un buon mercato, pari all’8,1%, così come l’America del nord, 9,8%, e del sud, 6,1%. L’Italia è il quarto esportatore di pompe verso la Russia a livello mondiale, dopo Germania, Cina e Ucraina.
 
«Attraverso le indagini e gli studi realizzati congiuntamente dai nostri esperti, gli imprenditori hanno la possibilità di approfondire ulteriormente le loro conoscenze sui mercati e settori in cui operano, o con cui intendono intrattenere rapporti commerciali» spiega il Country Manager di Atradius Italia Massimo Mancini, «conoscere significa avere un vantaggio competitivo per cogliere opportunità commerciali e di sviluppo del business in Italia ed all’estero. Ciò è particolarmente vero per le Pmi, con una forte vocazione all’internazionalizzazione, che rappresentano realtà imprenditoriali potenzialmente più vulnerabili alle dinamiche evolutive dei mercati mondiali».
 
Dal punto di vista finanziario, l’indice di liquidità è molto buono, non ci sono problemi di equilibro finanziario. Nell’ultimo biennio i risultati delle imprese sono piuttosto simili nei tre ambiti di attività (civile, industriale, oil&gas), ma  i trend osservati sono radicalmente divergenti. Risalta, in particolare, la fortissima perdita di redditività patita nella filiera oil&gas. È interessante notare che, nel 2014, le imprese che hanno investito di più sono state quelle della filiera civile.
 
La pubblicazione può essere richiesta tramite il sito Assopompe www.assopompe.it

Data: 28/07/2016

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

Efficienza energetica: "Idea, Teoria e Prassi"Efficienza energetica: "Idea, Teoria e Prassi"

In Italia si legifera sull'efficienza energetica da più di quarant'anni, ma i comportamenti degli Italiani non sono mutati: non spegniamo le luci, non acquistiamo vetture che consumano di meno, non facciamo le scale...

Scopri tutte le letture consigliate

Certificati: In quali casi è obbligatoria la Certificazione APE?25/07/2017
Certificati: In quali casi è obbligatoria la Certificazione APE?

Quando serve l’APE e quando invece non è obbligatorio? Questo documento fornisce delle informazioni in merito alle prestazioni energetiche di un...

Leggi tutto

Smart home: Ecco come saranno le case del futuro25/07/2017
Smart home: Ecco come saranno le case del futuro

Quali saranno le caratteristiche delle case in cui abiteremo nei prossimi decenni? La risposta va cercata nelle più recenti ricerche svolte...

Leggi tuttoArchivio

Pompe di calore: Ma sono davvero così smart?27/09/2016
Pompe di calore: Ma sono davvero così smart?

Le pompe di calore assicurano alti livelli di efficienza energetica ed un importante risparmio energetico. Tra i consumatori reputa che si stia...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Pompe di calore?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti