HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Fonti rinnovabili: continua la crescita

La produzione mondiale di energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
da fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
è cresciuta del 2,6% tra il 2013 e il 2014, raggiungendo 1.894 Mtep.

Ciò rappresenta circa un settimo, cioè il 13,8% del totale dell’energia primariaenergia primaria
Energia riferita direttamente al combustibile impiegato nelle centrali di produzione elettrica. È definita primaria perché deriva direttamente dallae caratteristiche della fonte, così come si trova in natura, senza trasformazioni in nessun'altra forma.
(Tpes), pari a 13.700 Mtep. Inoltre, le rinnovabili sono ormai saldamente al secondo posto nella produzione mondiale di energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
E’ quanto emerge dalla news pubblicata nei giorni scorsi dall’Agenzia Internazionale per l’Energia (può essere scaricata qui).

Figure 1: 2014 fuel shares in world total primary energy supply

Dal 1990, l’energia da fonti rinnovabili è cresciuta a un tasso medio annuo del 2,2%, superiore al tasso di crescita del 1,9% del Tpes. La crescita è stata particolarmente elevata per il fotovoltaico e l’eolico, con una crescita del 46,2% e del 24,3%, rispettivamente, trainata principalmente dai paesi dell’OCSE e la Cina. Idroelettrico e biocombustibili solidi restano la forma più utilizzata di energia rinnovabile, e sono cresciuti in linea con il Tpes, del 2,5% e 1,5% all’anno, rispettivamente.

Figure 2: Annual growth rates of world renewables supply from 1990 to 2014

I paesi non-OCSE consumano circa tre quarti di tutte le fonti rinnovabili, il che riflette l’uso della biomassabiomassa
In generale si identifica con biomassa tutto ciò che ha matrice organica ad eccezione delle plastiche e dei materiali fossili. Come indicato nel decreto legislativo del 29 Dicembre 2003 n. 387, per biomassa si intende " la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall'agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali) e dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, nonchè la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani ". Ciò che accomuna le diverse tipologie di biomassa è la presenza di carbonio che mette a disposizione un elevato potere calorifico eventualmente sfruttabile per fini energetici.
solida (legno) da parte delle famiglie. Per questo, quasi la metà di tutta l’energia in Africa è rinnovabile, mentre essa rappresenta un quarto di quella utilizzata in Asia (esclusa la Cina). Nei paesi dell’OCSE, tuttavia, la quota di energie rinnovabilienergie rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
nell’approvvigionamentoapprovvigionamento
Insieme di attività finalizzate al reperimento dei quantitativi materie prime necessarie allo svolgimento delle attività economico-produttive di un Paese consumatore.
energetico totale è solo il 9,4%, mentre le fonti rinnovabili sono ora la seconda fonte di produzione mondiale di elettricità, pari al 22,3% del totale. Le fonti rinnovabili sono seconde soltanto al carbonecarbone
Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d'impiego.
I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un'elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono 'energeticamente' più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
(40,7%), davanti al gas (21,6%), al nuclearenucleare
Forma di energia derivante dai processi che coinvolgono i nuclei atomici (fissione e fusione).
(10,6%) e al petroliopetrolio
Combustibile di colore da bruno chiaro a nero, costituito essenzialmente da una miscela di idrocarburi. Si è formato per azioni chimiche, fisiche e microbiologiche da resti di microorganismi (alghe, plancton, batteri) che vivevano in ambiente marino addirittura prima della comparsa dei dinosauri sulla terra. I principali composti costituenti del petrolio appartengono alle classi delle paraffine, dei nafteni e degli aromatici, che sono composti organici formati da carbonio e idrogeno e le cui molecole sono disposte secondo legami di varia natura.
(4,3 %).

Figure 3: 2014 shares of renewable of regional total primary energy supply

La fonte idroelettrica costituisce la maggior parte della produzione elettrica da rinnovabili, con il 73,2%, ciò che rappresenta il 16,4% della produzione di elettricità mondiale. Questo, mentre solare, eolico, geotermiageotermia
È una forma di energia termica accumulata nelle profondità terrestri grazie al flusso di calore proveniente dal mantello e dal nucleo del pianeta. Lo sfruttamento dell'energia geotermica avviene soltanto in zone particolari dove questo fenomeno è particolarmente attivo (per esempio in prossimità di vulcani, geyser, soffioni, ecc...). Essa trova impiego sia nella produzione di energia elettrica che nella produzione di calore per usi industriali o civili (geotermia a bassa entalpia).
e maree hanno rappresentato il 4,2% della produzione mondiale di elettricità nel 2014 e il 18,7% dell’elettricità rinnovabile totale. Dal 1990, la produzione di elettricità da fonti rinnovabili a livello mondiale è cresciuto in media del 3,6% annuo, leggermente al di sopra del tasso di crescita produzione di energia elettrica complessiva, pari al 2,9%.

Figure 4: Fuel shares in world electricity production 2014

La produzione di elettricità da rinnovabili nei paesi OCSE è cresciuta del 3,8% tra il 2014 ed il 2015, raggiungendo 2,471.1 TWh. Ciò rappresenta quasi un quarto (23,0%) della produzione totale di energia elettrica dell’OCSE nel 2015. Nel 1990, vento, biogasbiogas
Miscela di gas prodotti in seguito ad un processo di digestione anaerobica di materiale organico di origine vegetale e animale. Alcuni batteri provvedono a decomporre il materiale organico, in ambiente privo di ossigeno, producendo una miscela gassosa formata da metano (50÷70%), anidride carbonica (35÷40%) e tracce di altri gas. Le materie prime utilizzabili sono residui agricoli, zootecnici dell'industria agro-alimentare, acque e fanghi reflui.
e biocombustibili liquidi rappresentavano meno del 0,6% della produzione di elettricità. Tra il 1990 e il 2015 queste tecnologie sono cresciute molto più velocemente rispetto a qualsiasi altra fonte di energia, con l’eolico che ha visto la crescita più notevole – dallo 0,3% nel 1990 al 22,9% nel 2015.

Figure 5: OECD regional shares in renewables electricity production from 1990 to 2015Figure 6: Annual growth rates of electricity production between 1990 and 2015 in OECD countries

La quota di fotovoltaico nella produzione di elettricità da fonti rinnovabili dell’OCSE è aumentata da un’entità del tutto trascurabile al 7,1% nello stesso periodo di tempo, mentre il biogas è cresciuto dallo 0,3% al 3,2%. Queste fonti hanno visto tassi di crescita medi più elevati di quelli delle tecnologie mature, come l’idroelettrico (0,6%), i biocombustibili solidi (2,6%) e la geotermia (2,3%), così che la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili non idroelettriche ha visto uno sviluppo dell’8,6% annuo tra il 1990 e il 2015.

Fonte: Assoelettrica

 

Notizie correlate

Data: 22/08/2016

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"Geografia delle fonti rinnovabili. Energia e territorio per un'eco-ristrutturazione della societa'""Geografia delle fonti rinnovabili. Energia e territorio per un'eco-ristrutturazione della societa'"

Nel dibattito accademico e politico, le fonti rinnovabili sono spesso presentate come la risposta risolutiva della questione energetica contemporanea, fatta di disuguaglianze economiche, tensioni politiche e...

Scopri tutte le letture consigliate

Energia: Dalla fusione tra Assoelettrica ed assoRinnovabili nasce Elettricità Futura28/04/2017
Energia: Dalla fusione tra Assoelettrica ed assoRinnovabili nasce Elettricità Futura

Si è tenuta oggi presso il “Centro Congressi Roma eventi” la prima Assemblea di Elettricità Futura, nuova Associazione costituita...

Leggi tutto

Energia: Maggior Tutela, rialzi per l’elettricità nel 2° trimestre28/04/2017
Energia: Maggior Tutela, rialzi per l’elettricità nel 2° trimestre

Sale ancora il costo dell’energia elettrica per gli utenti forniti dal servizio di Maggior Tutela: dopo il rialzo dello 0.9% avvenuto a gennaio,...

Leggi tuttoArchivio

Lo Spalmaincentivi passerà al vaglio della Corte Costituzionale09/07/2015
Lo Spalmaincentivi passerà al vaglio della Corte Costituzionale

Il 24 giugno il TAR Lazio ha emesso svariate ordinanze con le quali ha ritenuto fondati i dubbi di legittimità costituzionale del decreto...Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Energia dal mare?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti