HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Rifiuti: entrano "di diritto" nell'Economia Circolare

Rifiuti: entrano "di diritto" nell'Economia CircolareIl pacchetto europeo per la Circular Economy, la diffusione della raccolta differenziataraccolta differenziata
Raccolta di rifiuti raggruppati per tipologia (per esempio, carta, vetro, plastica) al fine di riciclarli rendendo più facile lo smaltimento e valorizzando il rifiuto stesso come materia prima. Ogni Comune stabilisce le modalità di raccolta.
, la consapevolezza e i comportamenti dei cittadini, hanno modificato in modo radicale, negli ultimi anni, il settore dei “rifiuti”. Quanto prima veniva considerato un semplice scarto delle attività produttive o della vita quotidiana nelle città, è oggi materia di ricicloriciclo
Operazione grazie alla quale è possibile recuperare un materiale avviandolo a trattamenti specifici per poterlo riutilizzare.
, riuso
, produzione di materie prime e attivazione di processi di mercato, di occupazione e di economie.

Una complessità che necessita quindi adeguamenti normativi e di regolazione. È su questo che giuristi, docenti di diritto e imprese del settore ambientale si sono confrontati nei due giorni dell’VIII Conferenza di Diritto dell’energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
, promossa dal GSE e dall’università di Roma Tre, in collaborazione con Utilitalia e dedicata quest’anno alla complessa filiera industriale dei rifiuti.

Un tema, quello del ciclo dei rifiuti, oggi strategico sotto diversi punti di vista, industriale, ambientale ed energetico. “Alla Conferenza hanno preso parte più di 200 persone, delle quali oltre la metà sono studenti”, ha detto il Presidente del GSE, Francesco Sperandini, sottolineando come “proprio agli universitari di oggi presto passeremo il testimone, affinché possano portare avanti il lavoro iniziato. Come in una staffetta non può esserci vittoria alla guerra contro il cambiamento climatico”, ha concluso Sperandini, “senza lo sforzo congiunto delle due parti che hanno partecipato alla conferenza”.

Secondo Filippo Brandolini, vicepresidente di Utilitalia "per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità ambientale che il Pacchetto dell'Economia CircolareEconomia Circolare
Modello che pone al centro la sostenibilità del sistema, in cui non ci sono prodotti di scarto e in cui le materie vengono costantemente riutilizzate. Si tratta di un sistema opposto a quello definito “lineare”, che parte dalla materia e arriva al rifiuto.
fissa al 2030, occorre un sistema imprenditoriale ed industriale con capacità di innovare ed investire. Per questo sviluppo industriale è urgente che il settore sia sottoposto ad un regime di regolazione nazionale, nell'interesse dei cittadini e dell'ambiente. Come Utilitalia auspichiamo che il quadro normativo porti rapidamente alla costituzione di ARERA, l’autorità di regolazione prevista dal Governo come ampliamento delle competenze dell’Autorità per l’Energia ElettricaEnergia Elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
il Gas e il Sistema Idrico
". Che l’industria dei rifiuti sia un settore rilevante per il futuro della green economy lo confermano anche i dati dello studio WAS (Waste Strategy) realizzato da Althesys. Il waste management è un mercato da circa 10 miliardi di euro, con le prime 75 imprese per dimensione, pubbliche e private, che fatturano quasi 6,7 miliardi e hanno investito 320 milioni di euro nel 2015, con una crescita del 6% rispetto all'anno precedente e con il segmento del trattamento e valorizzazione dei materiali riciclabili che vale oltre 2 miliardi di euro. Secondo il WAS la filiera ambientale ha ancora un forte potenziale di crescita soprattutto nel Mezzogiorno, con 2,3 milioni di tonnellate di rifiuti non ancora intercettate.

La seconda giornata della Conferenza si è aperta con le relazioni di sintesi dei Professori dell’Università di Roma Tre, Giulio Napolitano e Andrea Zoppini, mentre a concludere i lavori è intervenuto il Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sui rifiuti, Alessandro Bratti, che ha sottolineato come “quello dei rifiuti sia un settore in trasformazione e nel quale occorrono regole univoche, a partire dalle definizioni stesse di materia prima e seconda e di rifiutorifiuto
Secondo quanto definito nel decreto legislativo n.22 del 5 febbraio 1997 il rifiuto è una sostanza o un oggetto di cui il detentore decida o sia obbligato a disfarsi". I rifiuti possono essere classificati in diversi modi, per esmpio in base all'origine oppure in base alla pericolosità.
”.

Fonte: GSE - Utilitalia

 

Notize correlate

Data: 07/04/2017

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

La societa' circolareLa societa' circolare

Fordismo, capitalismo molecolare, sharing economy
Dopo la lunga stagione del fordismo novecentesco e quella del postfordismo basato sull’egemonia della micro e piccola impresa territorializzata, siamo oggi entrati in...

Scopri tutte le letture consigliate

Riciclo: Rivoluzione per i RAEE con l'entrata in vigore dell'open scope29/11/2017
Riciclo: Rivoluzione per i RAEE con l'entrata in vigore dell'open scope

I rifiuti elettronici da gestire si preparano al raddoppio. È lo scenario previsto con l’entrata in vigore del cosiddetto “open scope”, ovvero...

Leggi tutto

Riciclo: Arriva anche per i cocktail, al Vesper ad Amsterdam19/11/2017
Riciclo: Arriva anche per i cocktail, al Vesper ad Amsterdam

Che lo spreco alimentare sia una piaga che miete circa 1,3 miliardi di tonnellate di cibo all’anno vi sarà capitato di sentirlo. Meno...

Leggi tuttoArchivio

Il nucleare e le verità non dette08/10/2015
Il nucleare e le verità non dette

Intervista a Umberto Minopoli, Presidente AIN - Associazione Italiana Nucleare, sul delicato tema dell'accettabilità sociale dei rifiuti...Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Energia dai rifiuti: termovalorizzazione?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti