HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Energia: Slitta a Luglio 2019 l’abolizione delle tariffe tutelate per l’energia

“Ci dobbiamo muovere con grandissima cautela ed essere sicuri che ci siano tutte le garanzie, e che non ci siano aumenti di prezzi per i consumatori”. Queste le parole con cui il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda ha commentato l’emendamento che rinvia di un anno (da luglio 2018 a luglio 2019) l’abolizione della Maggior Tutela. La decisione è stata presa nella riunione Governo-maggioranza dello scorso 5 aprile, motivata dal timore che la totale liberalizzazione del mercato possa portare ad un aumento dei prezzi per i consumatori.

 

Abolizione Maggior Tutela: i motivi del rinvio

Il superamento del regime tutelato è in discussione all’interno del più ampio ddl concorrenza, ormai fermo in Parlamento da oltre due anni; il disegno di legge recepisce alcune indicazioni dell’Antitrust riguardanti diversi ambiti: dalle assicurazioni alla rete carburanticarburanti
Sostanze solide, liquide o gassose, di origine naturale o derivanti da processi industriali, contenenti carbonio e idrogeno, che, se bruciate, sviluppano calore in base al loro "contenuto energetico" (potere calorifico).
, dalle professioni alle farmacie, fino appunto alla definitiva liberalizzazione del mercato dell’energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
.

Prima dell’ultima riunione tra Governo e maggioranza l’abolizione del servizio tutelato era prevista per il luglio del prossimo anno, data che già di per sé rappresentava una proroga rispetto a quella precedentemente stabilita (30 giugno 2015).

Il Governo ha dunque fatto sue le preoccupazioni dell’opposizione e delle associazioni dei consumatori, che in queste settimane hanno dato battaglia sul tema, sostenendo che l’addio alla Maggior Tutela rappresenterà una vera e propria stangata per quella gran parte degli utenti ancora rimasti nel regime tutelato.  

“Finalmente anche il Governo ha preso atto” ha dichiarato Antonio Filippi, responsabile delle Politiche energetiche della Cgil “che il passaggio al mercato liberomercato libero
Mercato in cui sia le imprese che producono sia le imprese che vendono energia elettrica operano in regime di concorrenza, stimolando una competizione che può portare benefici ai consumatori in termini di prezzi e qualità del servizio.
comporterebbe l'automatico aumento delle bollette e quindi un danno economico per le famiglie italiane”
.

Si è preferita quindi la cautela: 12 mesi in più per fare in modo che i consumatori siano pronti e consapevoli al momento della definitiva abolizione del servizio tutelato.

 

Prezzi mercato libero: il rapporto AEEGSI

Ad alimentare i dubbi ha contribuito l’ultimo rapporto dell’AEEGSI, in cui l’Autorità per l’Energia ha rilevato come nel biennio 2014/2015 gli utenti domestici abbiano in genere pagato prezzi sul mercato libero più alti rispetto alle offerte tutelate.

L’AEEGSI stessa ha evidenziato come il confronto tra le due tipologie di mercato sia complesso: le offerte di libero mercato comprendono infatti anche servizi aggiuntivi alla fornitura, assenti nella Maggior Tutela, e spesso bloccano per uno o due anni il prezzo della componente energetica. Ciononostante, in molti hanno visto nel monitoraggio AEEGSI la prova che l’abolizione del servizio tutelato si rivelerà una trappola per i consumatori.

Nel rapporto l’Autorità sottolinea però anche come in genere negozi e PMI riescano ad ottenere prezzi sul mercato libero in linea con quelli di Maggior Tutela, suggerendo che una delle cause dei costi maggiori sia in parte la poca dimestichezza degli utenti domestici con il libero mercato dell’energia.

Per questo l’AEEGSI ha ribadito il proposito di tutelare i consumatori con norme che rendano sempre più chiari i contratti energetici, e più semplice la lettura della bolletta e la comparazione tra le tariffe. Proprio per facilitare il passaggio al mercato libero, inoltre, nel gennaio scorso è stato istituito il servizio di Tutela Simile, che garantisce di poter avere per 12 mesi le stesse condizioni del regime tutelato, pur sottoscrivendo un contratto con una compagnia di mercato libero. Per ulteriori informazioni su questo nuovo servizio, invitiamo a consultare questo approfondimento.

 

Il futuro del ddl concorrenza

Il ddl concorrenza approderà il 20 aprile al Senato, per poi tornare nuovamente alla Camera per l’approvazione definitiva. Il Governo ha già dichiarato di voler mettere sulla legge la questione di fiducia: dovremmo quindi essere alle ultime battute di un provvedimento sofferto, che si trascina da due anni e andrà a toccare una grandissima quantità di settori.

 

 

Notizie correlate

Data: 13/04/2017

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"Risparmiare energia for Dummies""Risparmiare energia for Dummies"

"Volete essere certi che il vostro consumo energetico sia sostenibile? Volete risparmiare sulla bolletta energetica? Capite l'importanza di inquinare meno e consumare meglio?
È il momento di mettere in pratica, in...

Scopri tutte le letture consigliate

Energia: Approvato il Ddl Concorrenza, novità per il mercato energetico29/06/2017
Energia: Approvato il Ddl Concorrenza, novità per il mercato energetico

La Camera dei Deputati ha approvato il Ddl Concorrenza con 218 voti favorevoli, 124 contrari e 36 astenuti; la legge annuale sulla concorrenza...

Leggi tutto

Energia: A Luglio aumenti per la bolletta dell'elettricità, diminuisce quella del gas29/06/2017
Energia: A Luglio aumenti per la bolletta dell'elettricità, diminuisce quella del gas

Nel mese di Luglio i consumatori vedranno un rincaro nella bolletta dell'elettricità, mentre diminuirà la bolletta del gas. In base...

Leggi tuttoArchivio

Bollette: "Mi e' arrivata una bolletta da 9.400 euro!" Istruzioni d'uso19/04/2017
Bollette: "Mi e' arrivata una bolletta da 9.400 euro!" Istruzioni d'uso

In collaborazione con l'Associazione Codici - Centro per i diritti del Cittadino, vi presentiamo qui di seguito la storia di un consumatore a cui...

Leggi tuttoArchivio
Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti