HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Ambiente: Il Senato approva ImEA, l'imposta che premia le produzioni sostenibili

Il Senato della Repubblica Italiana ha approvato la risoluzione su ImEA (Imposta sulle Emissioni Aggiunte); l'imposta rappresenta un superamento dell'ETS (Emission TradingTrading
Attività di acquisto e/o di vendita di prodotti (materie prime o commodities) sui mercati internazionali.
Scheme) e comporta il riconoscimento della diversa componente carbonica relativa alla produzione dei prodotti. Con ImEA si possono superare gli effetti del Carbon Leakage, che penalizza le industrie che portano avanti produzioni sostenibili (come quelle italiane) ed avvantaggia produzioni ad elevate emissioni di CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

(come ad esempio in Cina).

Agime Gerbeti, Docente presso l'Università di Roma Lumsa, ci ha rilasciato un commento a coronamento di un processo che l'ha vista protagonista nell'ideazione e nell'iter che ha portato all'approvazione del Senato di una risoluzione sull'ImEA:

"Ogni estate restiamo attoniti da temperature torride, ogni autunno sorpresi da fenomeni meteorologici estremi, ogni inverno rassicurati da un inaspettato e accomodante tepore. Siamo ormai del tutto indifferenti al “taglio basso” delle notizie sui cambiamenti climatici che sembrano urlare in lontananza cose di nessuna importanza. Eppure le nostre coste sono assediate dai migranti climatici, i nostri raccolti vanno perduti e l’acqua razionata alle città.

Gli scienziati ci hanno da tempo avvisato e l’unica cosa realmente sconcertante è la nostra perdurante indifferenza, indignati per ogni “raffreddore” della cronaca politica ma insensibili al cancro dei cambiamenti climatici che trasformerà completamente la nostra vita e il nostro mondo.

I professori di economia ci dicono che l’inquinamento è una “esternalità della produzione”, cioè effetti che l’attività di una fabbrica esercita sulla produzione o sul benessere di altri individui, senza che a questo sia corrisposto un valore di mercato. Ma l’effetto serraeffetto serra
Fenomeno fisico per cui alcuni gas contenuti nell'atmosfera (anidride carbonica, vapore acqueo, metano, ecc..) intrappolano il calore proveniente dal sole facendo in modo che la temperatura media sulla Terra permetta la vita delle varie specie. Il meccanismo è simile a quello che avviene in una serra, da cui il nome. Tuttavia l'aumento e, dunque, la situazione di squilibrio della concentrazione di tali gas è causa di un eccessivo riscaldamento della superficie del pianeta con conseguenze anche pesanti sugli ecosistemi, su scala globale.
, risultato dei gas che vengono rilasciati anche nelle attività industriali umane, avrà conseguenze enormi sull’economia, sulla cultura, sulla società, eccome se ne avrà.

Con il libro “CO2 nei beni” presentato nella Conferenza nazionale sull’efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
e confortata dal supporto degli Amici della TerraAmici della Terra
Associazione ambientalista presente in Italia dal 1978 che costituisce la rappresentanza italiana di Friends of the Earth International.Gli Amici della Terra promuovono azioni di educazione al rispetto verso l'ambiente, sostenendo iniziative sul territorio affinchè i governi e le istituzioni sovranazionali adottino politiche di sviluppo sostenibile.
, sostengo che non ha alcun senso imporre dei limiti alle emissioni in atmosferaatmosfera
Involucro di gas e vapori che circonda la Terra, costituito prevalentemente da ossigeno e da azoto, che svolge un ruolo fondamentale per la vita delle specie, perché fa da schermo alle radiazioni ultraviolette provenienti dal Sole. Essa si estende per oltre 1000 km al di sopra della superficie terrestre ed è suddivisa in diversi strati: troposfera (fino a 15-20 chilometri), stratosfera (fino a 50-60 chilometri), ionosfera (fino a 800 chilometri) ed esosfera.
solo alle industrie europee
, perché a fronte della loro perdita di competitività derivante da tasse aggiuntive, la loro quota di mercatoquota di mercato
Percentuale del mercato servito da una determinata azienda, definita come il rapporto tra la quantità di prodotto venduto dall'impresa in un determinato mercato e quella venduta in totale (nello stesso mercato).
sarà occupata da industrie che non hanno questi limiti come quelle cinesi, indiane e statunitensi, spesso molto più inquinatrici delle fabbriche europee.

Proposi allora l’adozione una imposta sulle emissioni aggiunte (ImEA) per premiare i consumatori europei che avessero scelto prodotti fabbricati senza o con poche emissioni, per valorizzare tutte quelle industrie che, ovunque producessero, usavano energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
rinnovabile, che adottavano una filiera produttiva sostenibile; una imposta che non consentisse agli inquinatori del mondo – perché il mercato è il mondo – di usare vettori energetici inquinanti e approfittarsi dei bassi costi associati.

Più di qualcosa si sta muovendo e dopo la risoluzione simile approvata ad Aprile dalle Commissioni industria e ambiente, ieri è stata approvatada tutte le forze politiche (con la sola astensione della Lega) – una risoluzione nell’ambito dell’affare assegnato al Sen. Scalia “Asimmetrie competitive per l’industria europea derivanti dai bassi costi energetici e dai bassi standard ambientali in Paesi extra-UE”.

Con “l’avviso favorevole” del sottosegretario all’Ambiente Barbara Degani, rileva che il sistema ETS “ha fallito la sua missione, a causa di un prezzo delle quote di emissioneemissione
Qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell'atmosfera a seguito di processi naturali o antropogenici, che produce direttamente o indirettamente un impatto sull'ambiente.
troppo basso
” e impegna il Governo a “prendere iniziative in sede europea, per rompere il meccanismo vizioso dell’attuale politica UE di decarbonizzazione, affiancando all’Ets la previsione di una Imposta sulle Emissioni Aggiunte (ImEA), quale strumento per la perequazione internazionale dei costi energetici e ambientali sulla produzione dei beni, sulla base del carboniocarbonio
Elemento chimico costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche chimica del carbonio: sono noti più di un milione di composti del carbonio. È molto diffuso in natura, ma non è abbondante: è presente nella crosta terrestre nella percentuale dello 0,08% circa, e nell'atmosfera prevalentemente come monossido (CO) e biossido (CO2) di carbonio (anidride carbonica). Allo stato di elemento si presenta in due differenti forme cristalline: grafite e diamante.
emesso, a prescindere dal luogo di fabbricazione
”.

Più di qualcosa si muove per rendere la sostenibilità industriale parametro competitivo della produzione dei beni: in futuro chi userà le fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
e sarà efficiente energeticamente vincerà sul prezzo finale del bene, quindi sul mercato. E questo piccolo ma significativo passo lo si deve riconoscere anche al Senato italiano".

 

Agime Gerbeti, Docente presso l'Università di Roma LUMSA

 

Notizie correlate

Data: 03/08/2017

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"Urban data: Tecnologie e metodi per la citta' algoritmica" "Urban data: Tecnologie e metodi per la citta' algoritmica"

La diffusione di tecnologie e metodologie digitali sta modificando radicalmente l'approccio progettuale e le relative implicazioni alle diverse scale. Urban data si focalizza sulle nuove modalità progettuali e...

Scopri tutte le letture consigliate

Ambiente: Membrane ultrapermeabili contro i gas serra10/08/2017
Ambiente: Membrane ultrapermeabili contro i gas serra

Un team di ricercatori dell’Istituto per la tecnologia delle membrane del Cnr di Cosenza, in collaborazione con le Università di Edimburgo, della...

Leggi tutto

Cambiamenti climatici: Nel 2100 in Europa gli effetti coinvolgeranno due persone su tre10/08/2017
Cambiamenti climatici: Nel 2100 in Europa gli effetti coinvolgeranno due persone su tre

Canicole, inondazioni, tempeste … nel 2100, due persone su tre che vivono in Europa, potrebbero essere colpite da eventi climatici estremi,...

Leggi tuttoArchivio

Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo15/06/2017
Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo

Nella vostra filiera produttiva, partendo da monte per arrivare a valle, quali sono le soluzioni di sostenibilità ed efficienza energetica più...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Valutazione della sostenibilità ambientale?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti