HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Riciclo: La necessità di una moda slow e la chimera del riciclo al 100%

Greenpeace ha divulgato il nuovo rapporto denominato "Fashion at the crossroads" in cui viene puntato il dito contro l'industria della moda accusata di consumare fin troppe risorse, ed aggiungendo che vi è l'assoluta necessità di tracciare un utilizzo delle risorse in modo più sostenibile puntando verso una "Moda slow".

Il rapporto presenta una serie di soluzioni già ad oggi implementate, a cui dovrebbero aspirare gran parte dei brand in modo da delineare un modello di sostenibilità non solo ambientale ma anche etica e sociale. 

Chiara Campione, Senior Corporate Strategist di Greenpeace Italia, ha dichiarato che: "L'economia circolareeconomia circolare
Modello che pone al centro la sostenibilità del sistema, in cui non ci sono prodotti di scarto e in cui le materie vengono costantemente riutilizzate. Si tratta di un sistema opposto a quello definito “lineare”, che parte dalla materia e arriva al rifiuto.
non dev'essere un'etichetta di cui fare abuso, dietro di essa infatti si nasconde l'utopia dell'industria della moda secondo cui la circolarità possa essere la soluzione unica per risolvere la problematica dell'uso inefficiente delle risorse. In ogni caso dobbiamo consumare di meno perchè il ricicloriciclo
Operazione grazie alla quale è possibile recuperare un materiale avviandolo a trattamenti specifici per poterlo riutilizzare.
100% è una chimera
".

L'associazione prospetta l'adozione di una normativa sulla responsabilità delle aziende che preveda il ritiro obbligatorio dei prodotti a fine vita; in questo modo verrebbe evitata l'eventualità che finiscano in discarica o negli inceneritori. La normativa inoltre dovrebbe premiare coloro che si impegnano sul fronte della riduzione dell'impatto ambientaleimpatto ambientale
L'insieme degli effetti (diretti e indiretti, nel breve o nel lungo termine, positivi o negativi, ecc..) che l'avvio di una determinata attività ha sull'ambiente naturale circostante.
del prodotto

 

Orizzontenergia

 

Notizie correlate

Data: 18/09/2017

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"L'occhio del pescespada""L'occhio del pescespada"

La contemporanetità di questa narrativa racconta la quotidianità di un grande supermercato osservata da un sensibile "Forrest Gump" sui generis: Charlie - il protagonista - che è un apprendista al banco del pesce ed...

Scopri tutte le letture consigliate

Riciclo: Arriva anche per i cocktail, al Vesper ad Amsterdam19/11/2017
Riciclo: Arriva anche per i cocktail, al Vesper ad Amsterdam

Che lo spreco alimentare sia una piaga che miete circa 1,3 miliardi di tonnellate di cibo all’anno vi sarà capitato di sentirlo. Meno...

Leggi tutto

Sostenibilità: La prima strada di plastica riciclata si trova nel Regno Unito04/07/2017
Sostenibilità: La prima strada di plastica riciclata si trova nel Regno Unito

Un ingegnere scozzese, Toby McCartney, ha trovato un rimedio per favorire il riciclo della plastica e rendere le strade più sostenibili; l’azienda...

Leggi tuttoArchivio
Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti