HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Energia: Puntare sulle rinnovabili consentirà di evitare di caricare le bollette di incentivi

Roma, 23/03/2018 - Sul futuro delle rinnovabili elettriche in Italia gli Amici della TerraAmici della Terra
Associazione ambientalista presente in Italia dal 1978 che costituisce la rappresentanza italiana di Friends of the Earth International.Gli Amici della Terra promuovono azioni di educazione al rispetto verso l'ambiente, sostenendo iniziative sul territorio affinchè i governi e le istituzioni sovranazionali adottino politiche di sviluppo sostenibile.
condividono la valutazione dell’AD di Enel, Starace, che propone di puntare su idroelettrico, geotermico e fotovoltaico sui tetti degli edifici e che sottolinea correttamente che l’Italia non è un paese vocato per l’eolico anche a causa del basso grado di ventosità.

Gli Amici della Terra ribadiscono – dichiara Monica Tommasi - che è possibile un importante sviluppo delle rinnovabili elettriche per conseguire gli obiettivi 2030 delle politiche energetico ambientali senza bisogno di incentivi a carico delle bollette e senza impatti inaccettabili per il paesaggio italiano come nel caso del fotovoltaico nelle aree agricole e degli impianti eolici”.

In questa prospettiva l’Associazione ambientalista apprezza che la bozza di DM predisposta dal Ministero dello Sviluppo Economico ribadisca con chiarezza il divieto di incentivazione del grande fotovoltaico nelle aree agricole.

Positiva anche l’impostazione del meccanismo delle aste per i grandi impianti – prosegue Tommasi - che appare correttamente finalizzata a far emergere la piena competitività ormai raggiunta da tecnologie come il fotovoltaico e l’eolico. A nostro parere questa impostazione farà emergere come per gli impianti eolici e fotovoltaici non ci sia più bisogno di incentivi”.

Infine, una critica alla richiesta di Elettricità Futura di creare dei contingenti riservati agli impianti eolici, sintomo chiaro del timore che, nella realtà italiana, emerga la maggiore competitività del fotovoltaico. “Sarebbe assurdo – conclude la presidente - che per gli interessi della lobby dell’eolico i cittadini pagassero oneri in bolletta di una tecnologia più cara e con maggiori impatti ambientali”.

 

 

Notizie correlate

Data: 23/03/2018

Archivio

Gas: Le verita' non dette sul piano di sostituzione dei contatori30/01/2018
Gas: Le verita' non dette sul piano di sostituzione dei contatori

Migliaia di consumatori stanno ricevendo le lettere dal proprio distributore locale per la sostituzione del contatore del vecchio contatore...

Leggi tuttoArchivio

Mobilita' elettrica: Come sostenere la diffusione di e-vehicles nel nostro paese

In Italia la diffusione di veicoli elettrici tocca livelli davvero molto bassi; la situazione è ancora più allarmante se comparata allo sviluppo...

Guarda

Ambiente: Il quadrimarano a forma di manta che divora i rifiuti in mare

9 milioni di tonnellate di rifiuti in plastica vengono annualmente riversati negli oceani. Basti pensare che  l'isola di plastica del Pacifico del...

GuardaVideo per argomento

Quanto ne sai su
Ventilazione Meccanica Controllata - VMC?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

"Quale mercato elettrico?" - G.B. Zorzoli"Quale mercato elettrico?" - G.B. Zorzoli

Con questo saggio il Prof Zorzoli aggiorna le sue analisi sul processo di liberalizzazione del mercato elettrico fornendo una lucida disamina ed...

Leggi tuttoLetture per argomento

29/11/2018 - 30/12/2018 - Bologna - Illuminotronica 2018: Home&Urban technology EXPO

ILLUMINOTRONICA 2018: l’evoluzione di un progetto

Nuove date - dal 29 novembre al 1 dicembre - e una nuova sede - Fiera di Bologna -
per l’unica mostra convegno dedicata alle tecnologie Home & Urban

Milano, 25 Gennaio 2018 - Il cambiamento è crescita! Soprattutto se va in una direzione di...

Leggi tuttoEventi per settore
Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti