HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Rinnovabili: In Turchia il solare potrebbe superare quota 20GW entro il 2026

Il solare in Turchia può superare i 20GW entro il 2026

Uno studio settoriale prevede tre tipi di scenari per il fotovoltaico: il più ottimistico prevede 30GW di capacità installata entro il 2026, mentre il più conservativo prevede 6 GW. 

Turchia fotovoltaico.jpgLa Turchia potrebbe coprire oltre il 20% del proprio fabbisogno energetico con eolico e solare entro il 2026, raggiungendo i 40 GW di capacità installata combinata; è quanto emerge dal rapporto "Increasing the Share of Renewables in Turkey’s Power System: Options for Transmission Expansion and Flexibility", pubblicato dallo Shura Energy Transition Center, un'ente turco fondato dalla European Climate Foundation (ECF), dalla tedesca Agora Energiewende e dall'Istanbul Policy Centre (IPC) presso l'Università di Sabancı.

 

Gli autori dello studio hanno anche rivelato che raggiungere i 40 GW di energia eolicaenergia eolica
Energia ricavata dal vento in virtù della velocità con cui soffia. Questa forma di energia viene prodotta grazie a macchine eoliche (dette anche aerogeneratori) che convertono l'energia cinetica del vento in energia meccanica di rotazione, e, successivamente, in energia elettrica utilizzabile per differenti scopi.
e solare è possibile senza dover sostenere ulteriori investimenti per il miglioramento del sistema di trasmissionetrasmissione
Attività di trasporto dell'elettricità sulla rete a partire dai centri di produzione sino ai centri di utilizzo. Il maggiore proprietario della rete di trasmissione nazionale dell'energia elettrica ad alta tensione è Terna.
di energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
del paese.

Lo studio analizza tre diversi scenari per lo sviluppo futuro del fotovoltaico e dell'eolico in Turchia: uno scenario di base di 20 GW, in linea con le previsioni di TEIAŞ (che include 6 GW di energia solareenergia solare
Energia radiante derivante dal Sole e che raggiunge la Terra sotto forma di radiazione elettromagnetica. Ad oggi esistono fondamentalmente due modi per sfruttare l'energia solare direttamente: attraverso i pannelli solari (per la produzione di energia termica ed elettrica), pannelli fotovoltaici (per la produzione di energia elettrica). L'energia dal Sole è fondamentale anche per lo sviluppo delle altre forme di energia rinnovabili (per esempio per la crescita della biomassa, per i moti dei venti, per il ciclo idrologico delle acque, ecc..).
); uno scenario da 40 GW (con 20 GW di PV); e un terzo scenario da 60 GW (di cui 30 GW proverrebbero dal solare).

Nel primo scenario, si prevede che il solare e l'eolico raggiungeranno una quota del 12% nel mix elettrico del paese, mentre nel secondo e nel terzo scenario la loro quota combinata dovrebbe raggiungere rispettivamente il 21% e il 31%.

Il secondo e il terzo scenario sono più ambiziosi e richiederebbero investimenti significativi nel miglioramento della rete, calcolati rispettivamente in 390 milioni di euro e 430 milioni di euro. La differenza è data dal fatto che, nel terzo scenario, devono essere costruiti 2.750 km di linee extra, contro gli 8.300 km del secondo scenario.

Inoltre, lo Shura Energy Transition Center ha riportato nello studio che circa 1,7 GW di nuove installazioni fotovoltaiche sono state collegate alla rete in Turchia lo scorso anno. Complessivamente, la capacità operativa del fotovoltaico collegata alla rete del Paese a fine Dicembre 2017 era di circa 2,6 GW.

Nel frattempo, l'energia solare senza licenza registrata in Turchia ha raggiunto i 4,62 GW (AC) alla fine di Aprile 2018, secondo le nuove statistiche pubblicate da TEIAŞ, apparse sul profilo Twitter del direttore generale della compagnia, Abdullah Atalay.

Le nuove installazioni in Aprile hanno totalizzato solo 38 MW, un importo piuttosto contenuto rispetto ai 648 MW registrati a Marzo e i 552 MW annunciati da TEIAŞ per i primi due mesi di quest'anno.

Complessivamente, la capacità fotovoltaica di nuova installazione per i primi quattro mesi di quest'anno è stata di 1.238 MW. Per quanto riguarda le altre nuove installazioni di energia rinnovabile, ad Aprile l'eolico ha visto l'aggiunta di circa 53 MW, mentre per l'energia geotermicaenergia geotermica
È una forma di energia termica accumulata nelle profondità terrestri grazie al flusso di calore proveniente dal mantello e dal nucleo del pianeta. Lo sfruttamento dell'energia geotermica avviene soltanto in zone particolari dove questo fenomeno è particolarmente attivo (per esempio in prossimità di vulcani, geyser, soffioni, ecc...). Essa trova impiego sia nella produzione di energia elettrica che nella produzione di calore per usi industriali o civili (geotermia a bassa entalpia).
non è stata registrata alcuna nuova capacità.

Nonostante questi numeri impressionanti, la crescita lenta registrata ad Aprile sembra suggerire che i grandi risultati dei mesi precedenti e dello scorso anno siano probabilmente destinati a ridursi nel prossimo futuro, e che il mercato solare turco vedrà una crescita più lenta nel 2018 rispetto a quella dell'anno scorso. Sebbene i progetti fotovoltaici senza licenza stiano ancora beneficiando di un FIT di circa $ 0,13/kWhkWh
Unità di misura dell'energia elettrica equivalente a 1.000 Wh (wattora), ovvero 1.000 W forniti o richiesti in un'ora.
, un aumento della commissione di rete per i progetti solari, passato da 0,0256 TRL/kWh nel 2017 a 0,1025 TRL/kWh (circa $ 0,027), potrebbe causare un più basso livello di dispiegamento di impianti solari quest'anno.

Il mercato turco ha visto grandi volumi di sviluppo negli ultimi due anni a causa dei costi decrescenti della tecnologia fotovoltaica e dei sopra citati progetti fotovoltaici senza licenza, che in teoria non possono superare 1 MW, ma possono essere combinati in parchi solari più grandi costituiti da diverse sottounità da 1 MW.

La Turchia sta attualmente puntando a installare 5 GW di energia solare entro il 2023.

 

Per ulteriori approfondimenti consulta il report "Increasing the Share of Renewables in Turkey’s Power System: Options for Transmission Expansion and Flexibility

 

Orizzontenergia

 

Notizie correlate

 

Data: 14/05/2018

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"Le energie rinnovabili nella climatizzazione""Le energie rinnovabili nella climatizzazione"

L'uso dell'energia nella nostra società è un bisogno ineluttabile e che non si può ragionevolmente pensare di poter ridurre. Quello che si può fare è, però, sostituire l'energia fossile (gas, gasolio, carbone)...

Scopri tutte le letture consigliate

Rinnovabili: Eolico e fotovoltaico raggiungono 1 TW di potenza installata07/08/2018
Rinnovabili: Eolico e fotovoltaico raggiungono 1 TW di potenza installata

Eolico e fotovoltaico raggiungono i 1000 GW di installazioni  I dati Bloomberg NEF indicano che il mondo ha raggiunto la cifra fondamentale di...Leggi tutto

Energia: Cambiamenti climatici, rinnovabili, nucleare, fossili. I principali obiettivi del governo spagnolo 23/07/2018
Energia: Cambiamenti climatici, rinnovabili, nucleare, fossili. I principali obiettivi del governo spagnolo

Cambiamenti climatici, rinnovabili, nucleare e fossili. La task force del governo spagnolo Tra i principali obiettivi che il governo spagnolo è...Leggi tuttoArchivio

Eolico: La fase di stallo italiana in attesa dell'impulso delle nuove procedure d'asta25/05/2018
Eolico: La fase di stallo italiana in attesa dell'impulso delle nuove procedure d'asta

Nel corso del 2017 in Italia sono stati installati 254 MW di capacità aggiuntiva per il settore eolico,  che copre il 5,5% della domanda di...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Rinnovabili?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti