HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Mobilità: Le e-bike guidano l'intero mercato italiano delle biciclette

Le e-bike guidano il gruppo, le bici tradizionali tengono il passo

Modelli adatti sia per muoversi in città sia per gite fuori porta. Le e-bike mostrano considerevoli segnali di crescita sia per quanto riguarda le vendite (+19%) sia per quanto riguarda la produzione locale (circa 11.400 veicoli prodotti in più rispetto al 2016). 

 

e-bike.jpgLe e-bike fanno l'andatura per l'intero mercato delle bici italiano, nell'ultimo anno sono infatti state vendute 148.000 unità in più rispetto al 2016 (+19%). I dati sono stati rilasciati da Confindustria ANCMA che ha fatto luce sull'intero mercato delle biciclette italiano.

Nel 2017 in totale sono state vendute 1.688.000 biciclette, registrando il +1% rispetto al 2016; fattore determinante per la crescita sono state le vendite di e-bike, infatti per le bici tradizionali è stato registrato un leggero trend negativo (-1%).

La crescita delle vendite di e-bike trova anche implicita conferma nell'aumento della produzione locale; nel 2017 sono state prodotte nel nostro paese circa 35.000 veicoli contro i 23.600 del 2016

I vari modelli di bici elettriche disponibili sul mercato favoriscono un utilizzo promiscuo del mezzo, adatto sia ai contesti urbani che extraurbani.  La velocità delle e-bike (25 km/h) infatti consente di non patire eccessivamente la differenza di andatura rispetto ad automobili e moto, favorendo quindi la circolazione; mentre alcuni modelli hanno una capacità di erogazione della potenzapotenza
Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
che può arrivare anche a 250 Watt, non soffrendo quindi i dislivelli tipici delle zone collinari e montuose. 

Un'ultima considerazione è relativa ai minori rischi di furto; togliendo il computer di bordo che gestisce la componente elettronica, la bici diventa inutilizzabile, mentre togliendo la batteria risulterebbe insensato rubare il veicolo, in quanto il prezzo della singola batteria è piuttosto alto.

 

Orizzontenergia

 

Notizie correlate

Data: 16/05/2018

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"Green Mobility""Green Mobility"

Come cambiare la città e la vita
Il settore dei trasporti, all’intersezione tra innovazione tecnologica, politiche nazionali ed europee, logiche di mercato e stili di vita, ha una parte fondamentale in tutte le...

Scopri tutte le letture consigliate

Mobilità: Continua la crescita del car sharing, boom di iscrizioni 01/06/2018
Mobilità: Continua la crescita del car sharing, boom di iscrizioni

Cresce il car sharing in Italia, in crescita iscrizioni e noleggi Sempre più italiani utilizzano i veicoli di car sharing nel nostro paese; nel...Leggi tutto

Mobilità: Londra investirà 160 milioni di euro in piste ciclabili08/05/2018
Mobilità: Londra investirà 160 milioni di euro in piste ciclabili

Londra destinerà 160 milioni di euro per nuove piste ciclabili Sadiq Khan, sindaco di Londra, ha confermato di voler stanziare un importante...Leggi tuttoArchivio

Mobilita' elettrica: La visione del mercato di Repower01/06/2016
Mobilita' elettrica: La visione del mercato di Repower

Per avere una visione completa sugli orizzonti della mobilità elettrica abbiamo scelto di aprire una finestra sul mondo degli operatori del...

Leggi tuttoArchivio
Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti