HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Mobilita' elettrica: Flotta triplicata in Italia e oltre 500.000 utenti in Europa, alla scoperta di eCooltra

Enrico Pascarella (City manager - eCooltra Italia) ha risposto alle nostre domande volte ad inquadrare il servizio di scooter sharing di eCooltra, attivo in Italia a Roma e Milano. Nel nostro paese il servizio, in funzione da Aprile 2017, ha già registrato molti apprezzamenti degli utenti ed è appena stato annunciato il triplicamento della flotta, con scooter 100% Made in Italy.

 

Il vostro servizio è attivo in Italia da circa un anno e mezzo, le vostre aspettative iniziali sono state soddisfatte? Quante sono state le sottoscrizioni?

eCooltra new fleet_ASKOLL EVA 1.jpgCorretto, siamo arrivati in Italia ad aprile dello scorso anno introducendo, per primi in Italia, il servizio di scooter sharing elettrici: prima a Roma e, subito dopo, a Milano. Siamo estremamente soddisfatti dei risultati raggiunti in soli 18 mesi in Italia. Per questo motivo, infatti, continuiamo a investire nel nostro Paese: abbiamo appena annunciato il triplicamento della flotta con un totale di 800 nuovissimi ASKOLL (400 a Milano e 400 a Roma) 100% made in italy e 100% green che abbiamo voluto interamente personalizzare per configurazione, equipaggiamento e layout.

Il numero dei nostri utenti è in continua crescita e ora ne contiamo più di 500.000 in Europa: essendo un servizio fruibile in tutte e 5 le città in cui operiamo (Roma, Milano, Barcellona, Madrid e Lisbona) consideriamo sempre il dato aggregato e non per singolo Paese.

 

Da un servizio di scooter sharing come il vostro ci si aspetta che le fasce d’età più reattive appartengano ai più giovani. Quali sono le fasce d’età più reattive alla vostra offerta? Il vostro servizio sta registrando consenso anche presso altre fasce d’età? 

Il servizio è disponibile per i maggiorenni con patente, quindi il nostro target di utenti parte dai 18 anni fino ai 40 anni. Oltre questa fascia di età gli utenti non sono molti ma vediamo che, con maggiore lentezza, diventano più numerosi, il che significa che siamo riconosciuti sempre di più come la soluzione della mobilità del presente con uno sguardo al futuro.

 

eCooltra è un servizio di scooter sharing a flusso libero e l’utenteutente
Soggetto che consuma elettricità o gas.
non deve preoccuparsi di ricaricare il veicolo. Secondo il vostro parere, avete risolto un problema all’utente o lo state accompagnando progressivamente alla consapevolezza di dover ricaricare il veicolo? In un prossimo futuro potremo assistere all’eventualità che sia l’utente a dover ricaricare il veicolo?

Fino a due anni e mezzo fa non esisteva ancora nulla a livello di “free float scooter-sharing elettrico” quindi non ci è facile immaginare come sarà il futuro. Come gruppo Cooltra, possiamo garantire che non rimarremo ad attendere che i cambiamenti e le evoluzioni accadano ma rimarremo sempre attenti e sensibili tra ciò che desidera l’utente e ciò che è possibile fare per lui.

 

Ritiene che una maggior penetrazione dei veicoli elettrici nelle città richieda anche la promozione di una politica tariffaria ad hoc? Roma e Milano, ed in generale il contesto italiano, che grado di attenzione rivolgono ai servizi di mobility sharing?

roma-milano.jpgSia Milano sia Roma, dove siamo presenti, sono estremamente sensibili ai servizi di sharing mobility. A tutti i livelli. In particolare, le persone sono sempre più rivolte anche alle tematiche green e di tutela ambientale il che rende ancora più popolari i servizi come il nostro. Le nostre strategie tariffarie sono in linea con gli standard non solo italiani ma europei e sono volte a rendere semplice ed economico l’utilizzo dei servizi di sharing mobility e, comunque, saranno sempre orientate al vantaggio dell’utente.

 

Quanto incide il ruolo della comunicazione nella sensibilizzazione della mobilità sostenibile ai cittadini? Avete ricevuto l’appoggio di istituzioni locali e/o nazionali?

Noi siamo orgogliosi di poter rappresentare, raccontare e promuovere un cambiamento in grado di produrre benefici per il singolo e per la collettività. E non solo a livello di comunicazione ma anche con i fatti. Il nostro servizio di sharing di scooter ad emissioni zero offre un approccio nuovo, flessibile e sostenibile alla mobilità nei centri urbani incontrando il favore di un sempre maggior numero di utenti che scelgono il rispetto dell’ambiente e la facilità di muoversi nel traffico senza stress. Le procedure amministrative di attivazione del serivizio di sharing sono chiare e facilmente attuabili poiché anche le istituzioni hanno il desiderio di fornire questo tipo di servizio ai propri cittadini.

 

Milano vede più servizi di scooter sharing elettrici attualmente attivi. Qual è il valore aggiunto del vostro modello Askoll?

La scelta che abbiamo fatto è 100% Made in Italy: dopo un’attenta selezione, abbiamo infatti scelto la società italiana ASKOLL EVA quale partner ideale per la realizzazione di uno scooter elettrico interamente personalizzato eCooltra. Ideale sia per le prestazioni che per la sicurezza di una guida senza stress in città.

eCooltra_askoll.png

Il modello Askoll si è rivelato il più adatto per la sua flessibilità ad adattarsi all’orografia della viabilità cittadina di Milano e Roma, per essere maggiormente scattante assicurando, quindi, una reazione più veloce alla partenza e per essere dotato di batterie molto più leggere e rimovibili, a garanzia di una più rapida e agevole sostituzione per essere sempre disponibile al noleggio.

Gli scooter sono stati personalizzati secondo quanto ci hanno chiesto, più frequentemente, i nostri utenti: la sella è stata ampliata e allungata per accogliere comodamente due passeggeri e integrano un sofisticato sistema computerizzato che si interfaccia con la nuova app. A disposizione degli utenti sono sempre disponibili due caschi entrambi alloggiati nel bauletto posteriore dello scooter insieme alle cuffiette sottocasco igieniche monouso e alle salviette umidificate.

Lo scooter di Askoll in dotazione per gli utenti di eCooltra, progettato e prodotto interamente in Italia, è dotato di motore elettrico brushless, non emette CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

, non rilascia odori né è rumoroso come un classico scooter a benzina. Raggiunge una velocità massima di 45 km/h ed è dotato di ruote grandi a doppia mescola, morbide ai lati, più rigide al centro che assicurano grande stabilità di guida.

 

Intervista ad Enrico Pascarella (City Manager eCooltra Italia) a cura di Orizzontenergia

 

Notizie correlate

 

Data: 21/09/2018

Aggiungi il tuo Commento

Archivio

Ti potrebbe interessare anche...

"Green Mobility""Green Mobility"

Come cambiare la città e la vita
Il settore dei trasporti, all’intersezione tra innovazione tecnologica, politiche nazionali ed europee, logiche di mercato e stili di vita, ha una parte fondamentale in tutte le...

Scopri tutte le letture consigliate

Mobilità elettrica: 124.000 auto elettriche Volkswagen potrebbero essere ritirate dal mercato08/08/2018
Mobilità elettrica: 124.000 auto elettriche Volkswagen potrebbero essere ritirate dal mercato

Volkswagen potrebbe dover ritirare dal mercato 124.000 auto elettriche ed ibride Il cadmio, metallo pesante, è stato rinvenuto all'interno di un...Leggi tutto

Mobilità: Continua la crescita del car sharing, boom di iscrizioni 31/07/2018
Mobilità: Continua la crescita del car sharing, boom di iscrizioni

Cresce il car sharing in Italia, in crescita iscrizioni e noleggi Sempre più italiani utilizzano i veicoli di car sharing nel nostro paese; nel...Leggi tuttoArchivio

Mobilita' elettrica: Tiro a bersaglio sullo scenario italiano, facciamo un po' di chiarezza25/05/2018
Mobilita' elettrica: Tiro a bersaglio sullo scenario italiano, facciamo un po' di chiarezza

La puntata di Report del 19 Marzo scorso ha trattato il tema dell’auto elettrica, e dopo i circa quaranta minuti di trasmissione l’utente medio...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Biocarburanti?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti