HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Letture Consigliate

Seleziona per argomento:

AmbienteEnergia & MercatoRinnovabiliFossiliNucleareEfficienza & RisparmioMobilità sostenibileRiciclo e RifiutiSostenibilitàGli stakeholder dell'energia
Seleziona per tag:

"Indice delle Liberalizzazioni 2014""Indice delle Liberalizzazioni 2014"

"Qual è il paese più liberalizzato d’Europa? E in quali settori l’Italia si trova indietro rispetto ai partner europei? L’Indice delle liberalizzazioni 2014 contiene un esame rigoroso del grado di apertura di dieci settori dell’economia in quindici Stati membri dell’Unione europea. Obiettivo dell’Indice, che dal 2007 monitora l’evoluzione della concorrenza nel nostro paese, è individuare punti di forza e di debolezza dei differenti paesi. Misurare le liberalizzazioni serve a rendere esplicito, per ciascun settore, quali paesi si siano dotati di mercati competitivi e quali, invece, siano ancora viziati dall’intervento pubblico. Inoltre la metodologia dell’Indice consente di identificare quelle riforme che possono rimuovere le barriere alla concorrenza e, con esse, gli ostacoli alla crescita economica. Secondo l’Indice delle liberalizzazioni 2014, il paese più liberalizzato nell’Ue15 è il Regno Unito, con un punteggio di 94 su 100. Seguono Spagna, Svezia e Paesi Bassi, tutti con 79 punti. In fondo alla classifica si trova invece la Grecia (58%), preceduta dal Lussemburgo (65%) e da Italia, Francia e Danimarca (66%). Per quel che riguarda in particolare l’Italia, dei dieci settori esaminati quello più liberalizzato sono le telecomunicazioni (86%), seguite da mercato elettrico (81%) e televisioni (75%), settore però dove il nostro paese occupa l’ultima posizione in Europa. I settori meno liberalizzati sono invece il trasporto ferroviario (48%), i carburanti (57%) e le poste (59%). L’Indice delle liberalizzazioni 2013 è disponibile ESCLUSIVAMENTE COME EBOOK
C. Stagnaro - IBL Libri Ed.

Anno: 2014


"Energia per l'Italia""Energia per l'Italia"

“Se il futuro è legato alle energie rinnovabili, è in questa direzione che deve puntare la ricerca. Purtroppo quello che manca è un Piano di ricerca nazionale, mentre i quattro decenni trascorsi hanno messo in evidenza una carenza fondamentale del nostro Paese: un distacco abissale fra le tecnologie energetiche da installare nei territori e la popolazione che le deve accettare. Questa situazione ha riguardato ogni tipo di impianti e qualsiasi tipo di intervento, dal ponte di Messina ai trafori alpini. Si tratta del famoso “effetto nimby”, acronimo inglese di Not In My Back Yard, letteralmente “non nel mio cortile”, che indica un atteggiamento di protesta e di rifiuto contro le opere di interesse pubblico che si teme abbiano un impatto negativo sull’ambiente. Ma per evitare o ridimensionare simili rischi che impediscono la realizzazione di ogni tipo di opera, l’unica terapia possibile è l’informazione adeguata, costante e approfondita. La paura dei cittadini può essere trasformata in coscienza civica capace di accettare gli interventi soltanto avviando un rapporto diretto con la popolazione fondato sulla correttezza dei problemi e delle soluzioni adottate per il benessere comune della nazione. Solo la conoscenza può abbattere il muro nimby.” 
G. Caprara - Ed. Bompiani

Anno: 2014


"Nuove Energie""Nuove Energie"

Le sfide per lo sviluppo dell'Occidente
"Lo shale gas per risparmiare sul costo dell’energia, far ripartire la manifattura e portare così l’Europa e l’Italia fuori dalla crisi.
A rilanciare con forza l’importanza della "rivoluzione energetica" del gas di scisto è Giuseppe Recchi, presidente di Eni, nel suo ultimo libro Nuove Energie. Le sfide per lo sviluppo dell’Occidente.
Nel libro Recchi ricostruisce con cura le principali tappe che hanno portato alla rivoluzione innescata solo una decina di anni fa da George P. Mitchell, il pioniere del fracking, la tecnica di fratturazione o frantumazione idraulica, che ha permesso l’estrazione del gas dagli scisti argillosi - rocce a bassa permeabilità situate molto al di sotto della superficie terrestre e impregnate di gas (shale gas) e petrolio (shale oil)."
G. Recchi, Marsilio Editori

Anno: 2014


“La rinascita del carbone”“La rinascita del carbone”

"Il volume 'La rinascita del carbone', scritto in collaborazione con Eugenio Occorsio, giornalista di Repubblica, ripercorre le tappe più significative dell’evoluzione del carbone e del suo utilizzo quale fonte primaria per la produzione di energia elettrica, dando particolare rilievo alle tecnologie attuali volte a garantire un trattamento eco-compatibile di questo prezioso minerale, che ne fanno un combustibile altamente utilizzato per accrescere i fabbisogni energetici mondiali. All’interno del volume anche un quadro panoramico del contesto italiano e un’analisi dettagliata delle centrali a carbone presenti sul territorio nazionale, testimonianza degli sforzi intrapresi da tutti gli operatori del settore che hanno dimostrato negli anni una eccezionale capacità di focalizzazione sull’innovazione."
E. Occorsio, Assocarboni

Anno: 2014


"Energia e innovazione""Energia e innovazione"

"Il presente libro, avvalendosi di figure ed immagini fotografiche, vuole dare un’idea delle varie fonti di energia e delle tecniche necessarie per la loro utilizzazione, cogliendo l'occasione per rimarcare i due punti deboli del nostro sistema di approvvigionamento energetico: la forte dipendenza dall’estero e la vulnerabilità delle forniture, legata a vari fattori quali il graduale esaurimento delle risorse tradizionali e le instabilità economiche e politiche della scena internazionale".
Enrico Rota, Aracne Editrice

Anno: 2013


"Indice delle Liberalizzazioni 2013""Indice delle Liberalizzazioni 2013"

"Nel 2013 l'Indice delle liberalizzazioni - il tradizionale rapporto dell'Istituto Bruno Leoni sul grado di apertura di diversi settori dell'economia - si presenta con diverse innovazioni metodologiche. L'indagine costruisce infatti, per la prima volta, una "classifica" tra i 15 paesi membri della 'vecchia' Europa. I settori esaminati sono: carburanti, elettricità, gas, mercato del lavoro, servizi postali, telecomunicazioni, televisioni, trasporto aereo e trasporto ferroviario. Per ognuno di questi settori, attraverso l'identificazione di una serie di criteri, è stato costruito un indice di liberalizzazione, pari a 100 per il paese più liberalizzato e a 0 per quello meno liberalizzato. Dalla media tra i risultati settoriali è così emerso un indice di liberalizzazione complessivo per ciascun paese, che esprime sinteticamente la maggiore o minore presenza di barriere all'ingresso, all'esercizio e all'uscita delle imprese dal mercato. Ad aprire la classifica, come paese più virtuoso, è il Regno Unito, a chiuderla è invece l'Italia. Il rapporto include un saggio sull'evoluzione della regolamentazione nel settore delle professioni." L’Indice delle liberalizzazioni 2013 è disponibile ESCLUSIVAMENTE COME EBOOK.
Carlo Stagnaro, VV.AA. - IBL Libri Ed.

Anno: 2013


"Enrico Mattei""Enrico Mattei"

Vita, Disavventure e Morte di un Cavaliere Solitario
"Enrico Mattei, presidente dell'ENI, l'uomo più potente dell'Italia del Dopoguerra - muore in un incidente aereo la notte del 23 ottobre 1962 - che aveva immaginato un'Italia capace di rendersi autonoma nella produzione strategica di energia a danno delle imprese straniere che si spartivano il mercato mondiale del petrolio. Incidente o attentato?"
F. Niccolini, S. Cortesi - BeccoGiallo Ed.

Anno: 2013


"IEA - Coal Information 2013""IEA - Coal Information 2013"

"Coal Information 2013è uno di una serie di pubblicazioni annuali dell'AIE con dei dati statistici a proposito delle principali fonti di energia, fornisce una panoramica completa sulle tendenze del mercato, dati mondiali storici ed attuali sul settore del carbone, tra cui i dati preliminari del 2012. (Inglese)
Pubblicazione IEA-International Energy Agency - AIE-Agenzia Internazionale dell'Energia

Anno: 2013


"Prepariamoci""Prepariamoci"

A vivere in un mondo con meno risorse, meno energia, meno abbondanza... e forse più felicità (La Nuova Edizione)
Un’illuminate e realistica analisi di ciò a cui stiamo andando incontro perpetuando l’atteggiamento del ‘meglio non pensarci e andare avanti’. L’Europa sta vivendo un momento di crisi profonda, i tempi che stiamo vivendo ci insegnano che le situazioni devono essere prese per quelle che sono e non per quello che ci immaginiamo. L'Autore lo spiega bene: un conto è quello che desideriamo – dal nostro Paese, dalla nostra economia, dalla nostra società –  un conto è quello che è realmente.
L. Mercalli - Chiarelettere Ed. 

Anno: 2013


"La terza rivoluzione industriale""La terza rivoluzione industriale"

Come il "Potere Laterale" sta trasformando l'energia, l'economia e il mondo
"Il petrolio e gli altri combustibili fossili, le fonti energetiche su cui si basa l'odierno stile di vita nei paesi dell'occidente, sono in via di esaurimento e le tecnologie da essi alimentate stanno diventando obsolete. intanto, i mali che affliggono il mondo globalizzato - crisi economica, disoccupazione, povertà, fame e guerre - sembrano aggravarsi. A peggiorare le cose, si profila all'orizzonte un catastrofico cambiamento climatico provocato dalle attività industriali e commerciali ad alte emissioni di gas serra, e che già entro la fine di questo secolo potrebbe mettere a repentaglio la vita dell'uomo sul pianeta. la nostra civiltà deve scegliere se continuare sulla strada che l'ha portata a un passo dal baratro, o provare a imboccarne coraggiosamente un'altra: un nuovo regime energetico, non più centralizzato e gerarchico ma distribuito e collaborativo, e che segnerà il passaggio dalla globalizzazione alla «terza rivoluzione industriale»"
J. Rifkin - Mondadori Ed.

Anno: 2012


 

Pagina 1 di 7: 1 2 3 4 5 6 7 [Succ]

Mobilità: Auto ibride, il futuro dell’auto è sempre più green18/08/2017
Mobilità: Auto ibride, il futuro dell’auto è sempre più green

Sempre più spesso sentiamo parlare di nuove tecnologie legate allo sviluppo delle auto, oramai vetture totalmente hi-tech, dotate di dispositivi...

Leggi tutto

Ambiente: Membrane ultrapermeabili contro i gas serra10/08/2017
Ambiente: Membrane ultrapermeabili contro i gas serra

Un team di ricercatori dell’Istituto per la tecnologia delle membrane del Cnr di Cosenza, in collaborazione con le Università di Edimburgo, della...

Leggi tuttoArchivio

Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo15/06/2017
Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo

Nella vostra filiera produttiva, partendo da monte per arrivare a valle, quali sono le soluzioni di sostenibilità ed efficienza energetica più...

Leggi tuttoArchivio

Intervista Orizzontenergia - Granarolo

In occasione del convegno "Retail&Food Energy 2017", Giorgio Ruscito direttore di Orizzontenergia ha intervistato Lorenzo Innocenti (Energy...

Guarda

Intervista Orizzontenergia - Leroy Merlin

In occasione del convegno "Retail&Food Energy 2017", Giorgio Ruscito direttore di Orizzontenergia ha intervistato Fabio Minghetti (Director of...

GuardaVideo per argomento

Quanto ne sai su
Fotovoltaico: consigli pratici & FAQ?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti