HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Letture Consigliate

Seleziona per argomento:

AmbienteEnergia & MercatoRinnovabiliFossiliNucleareEfficienza & RisparmioMobilità sostenibileRiciclo e RifiutiSostenibilitàGli stakeholder dell'energia
Seleziona per tag:

"Neomateriali nell'economia circolare""Neomateriali nell'economia circolare"

A partire dalla Rivoluzione industriale, abbiamo progettato e costruito sulla base della percezione che le materie prime fossero pressoché infinite, e altrettanto illimitati gli spazi in cui riversare i rifiuti prodotti dalle nostre attività. Si è così affermata un'economia lineare: basata sul "produco, utilizzo e butto via", impone pressioni non più sostenibili su risorse, ecosistemi e società. In risposta a questa situazione, si sta affermando un modello basato su logiche circolari, che sta trasformando lo scenario delle materie e delle tecnologie a disposizione dei progettisti e delle aziende. Questo volume racconta una rivoluzione che, tra laboratori di ricerca, start-up geniali e colossi industriali offre prospettive esaltanti per l'occupazione e lo sviluppo del nostro paese e del suo sistema produttivo.

Anna PellizzariEmilio Genovesi.

Anno: 2018


"Le sostenibili carte dell'Italia""Le sostenibili carte dell'Italia"

Cos’è la sostenibilità? Riguarda l’ambiente o anche molto altro? È una questione solamente etica che fa appello al senso di responsabilità, individuale e collettivo, o è pure un affare economico? Si tratta di una moda passeggera o è una duratura e sempre più forte tendenza mondiale? Qual è la situazione dell’Italia? E l’opinione degli italiani? Quali carte il Bel Paese può giocare per vincere questa difficile e decisiva partita? Quali valori lo distinguono dai concorrenti e gli danno un vantaggio, se trasformati in fattori per generare benessere? Che ruolo può avere la cultura? E il territorio? E quanto importante è il contributo delle imprese e degli imprenditori? Queste sono alcune delle molte domande da cui ha preso le mosse la ricerca contenuta in questo volume. Le risposte sono incoraggianti e identificano le aree in cui istituzioni e imprese possono e devono fare di più e meglio. Puntano nella stessa direzione: per raggiungere la meta della sostenibilità, la via italiana deve coinvolgere tutti i soggetti, il settore pubblico come quello privato, i singoli e le associazioni. Occorre una strategia complessiva dell’intero Paese, che è chiamato ad affrontare, con spirito imprenditoriale finalmente consapevole, la riconciliazione della crescita economica, dell’equilibrio ambientale e dell’equità. Insomma, della sostenibilità a tutto tondo.

Luca PaolazziTeresa GargiuloMauro Sylos Labini.

Anno: 2018


"La transizione alla green economy""La transizione alla green economy"

In occasione dei primi dieci anni di attività della Fondazione per lo sviluppo sostenibile, attingendo al patrimonio di studi e ricerche accumulato e a una vasta bibliografia internazionale, il libro parte da una riflessione critica sullo sviluppo sostenibile e propone un’interessante definizione dei fondamenti della green economy. Insieme, offre un robusto quadro di riferimento sui cambiamenti in atto in direzione green e delle condizioni che possono favorirli o rallentarli: politiche pubbliche, eco-innovazione, finanza verde, imprese. 

Edo Ronchi, 2018

Anno: 2018


"La tutela risarcitoria contro i danni ambientali tra direttiva 2004/35/CE e d.lgs. 152/2006""La tutela risarcitoria contro i danni ambientali tra direttiva 2004/35/CE e d.lgs. 152/2006"

Quanta rilevanza possono assumere i danni ambientali oggi? Per dare una risposta a tale domanda, occorre partire dal presupposto che l’uomo e le risorse naturali fanno parte di un sistema complesso, nel quale sono posti tra loro in costante interrelazione, denominato ambiente. Il volume La tutela risarcitoria contro i danni ambientali tra direttiva 2004/35/CE e d.lgs. 152/2006, edito da Aracne Editrice, Aprile 2018, propone un’analisi e una valutazione, priva di sentimenti politici, della legislazione europea e italiana in materia di prevenzione e riparazione dei danni ambientali, ossia della direttiva-quadro 2004/35/CE e della parte sesta del decreto legislativo n. 152 del 2006.

Antonio Aruta Improta, 2018

Anno: 2018


"Circular economy: dallo spreco al valore""Circular economy: dallo spreco al valore"

Un dato è incontrovertibile: le risorse della Terra sono limitate. Se le pratiche attuali continueranno, il forte incremento demografico, abbinato al boom della domanda di beni e servizi, le sfrutterà fino al punto di rottura. A peggiorare le cose, l'attuale modello di crescita lineare considera l'impatto dello spreco come una questione che "qualcun altro" dovrà risolvere - e nel frattempo la capacità del pianeta di assorbire e smaltire i rifiuti diminuisce ogni anno. È evidente che bisogna fare qualcosa. 

P. Lacy, J. Rutqvist, B. Lamonica

Anno: 2017


"Green computing e e-commerce sostenibile. Un piccolo viaggio negli impatti ambientali della rete""Green computing e e-commerce sostenibile. Un piccolo viaggio negli impatti ambientali della rete"

Un viaggio all'interno del green computing, una branca di studi dell'informatica che si occupa della ricerca di tecnologie a ridotto o del tutto assente impatto ambientale. In un'epoca in cui tutto diventa digitale, uno sviluppo etico e sostenibile della rete Internet e dei suoi servizi (ivi compreso il commercio elettronico) rappresenta un'esigenza di primo ordine. Se da un lato la tecnologia ha permesso all'uomo di superare alcuni limiti imposti dalla natura, dall'altro ne ha alterato gli equilibri. Sarà possibile ritrovarli?

A. De Chirico

Anno: 2017


"Trash. Tutto quello che dovresti sapere sui rifiuti""Trash. Tutto quello che dovresti sapere sui rifiuti"

I rifiuti parlano di noi e della civiltà che abbiamo sviluppato, eppure ne sappiamo ancora pochissimo. Li produciamo da duecentomila anni e stiamo appena iniziando a capire che sono un enorme problema, ma anche un’opportunità. Curiosità e tanti dati, tecnologie di punta e antiche tradizioni, arte e persino ricette gourmet per ricostruire la storia di un’idea – quella del rifiuto – che nei secoli si è trasformata moltissime volte. Re Mida trasformava in oro tutto quello che toccava. Noi, più modestamente, lo trasformiamo in rifiuti. Ma se fossero preziosi anche quelli? Abbiamo lasciato palline da golf sulla Luna e modificato il clima con le emissioni dei nostri motori e delle nostre industrie. Sepolto scorie chimiche vicino alle cascate del Niagara, dispero migliaia di rottami nello spazio intorno alla Terra e trasformato quartieri e intere città in discariche. Persino sull’Everest i rifiuti sono un problema.

Piero Martin, Alessandra Viola

Anno: 2017


"L'economia della ciambella""L'economia della ciambella"

Sette mosse per pensare
È alla teoria economica che guardiamo quando dobbiamo decidere sul nostro futuro, che si tratti di investire denaro o di affrontare le sfide sociali e ambientali che abbiamo davanti. Continuiamo a farlo con un’ostinazione singolare, nonostante i pessimi risultati a cui l’adesione a teorie vecchie di secoli ci ha portato. Disuguaglianze, cambiamenti climatici, recessioni, crisi delle risorse e distruzione della biodiversità, società tanto ricche quanto infelici... È arrivato il momento di rivedere i modi in cui pensiamo all’economia, integrando in un unico ragionamento dimensione sociale, economica e ambientale. Un’economia più equa e al servizio delle persone, questo libro illustra come farlo, spezzando la nostra dipendenza dal dogma della crescita a ogni costo, rinnovando il sistema finanziario per arrivare a un’economia che sia al servizio delle persone, oltre che rigenerativa per gli ecosistemi. Questo libro adotta un approccio multidisciplinare e attinge alle ultime acquisizioni dell’economia ecologica e comportamentale, della teoria dei sistemi complessi e delle discipline della sostenibilità e risponde a una domanda fondamentale: come trasformare economie che hanno bisogno di crescere, a prescindere che ci facciano o meno prosperare, in economie che ci fanno prosperare che crescano o meno.
K. Raworth - Ed Ambiente

Anno: 2017


"Effetto serra, effetto guerra""Effetto serra, effetto guerra"

Vedere il problema dell’immigrazione e dei conflitti dalla parte del clima. Una prospettiva inedita. Quanto i cambiamenti climatici influiscono sulle migrazioni e sulle crisi internazionali? Più il deserto avanza più le ondate migratorie aumentano. Più cresce il pericolo di guerre.

Un analista diplomatico (Grammenos Mastrojeni) e un fisico del clima (Antonello Pasini) indicano la strada per gestire cooperativamente il futuro che ci aspetta e che sarà segnato dalla rivoluzione climatica già in atto.

Continue ondate migratorie aprono scenari a cui non eravamo preparati, e paiono il preludio a esodi di interi popoli. Le aree dove questi sommovimenti si originano hanno tutte qualcosa in comune: il clima che cambia, il deserto che avanza e che sottrae terreno alle colture mettendo in ginocchio le economie locali. Clima e guerre, clima e terrorismo. È difficile tracciare una precisa concatenazione di cause ed effetti fra il riscaldamento globale e i singoli eventi che ci hanno traumatizzato recentemente, ma una cosa è ormai certa: il clima che cambia contribuisce al disagio e all’aumento della povertà di intere popolazioni, esposte più facilmente ai richiami del terrorismo e del fanatismo. In tutto questo, l’Italia è in prima linea: lo sanno bene a Lampedusa. Per questo un climatologo e un diplomatico – così lontani, così vicini – hanno preso la penna giungendo alle stesse conclusioni: se abbandoniamo i più poveri da soli alle prese col cambiamento climatico, non solo facciamo finta di non capire ciò che ci insegnano la moderna scienza del clima e l’analisi geopolitica – che siamo tutti sulla stessa barca e che i problemi sono interconnessi e hanno una dinamica globale –, ma lasciamo anche crescere un bubbone di conflittualità che prima o poi raggiungerà pure noi; i primi migranti del clima lo sanno bene. Prendere coscienza dei rischi di un clima impazzito può favorire un’operazione di pace, integrazione e giustizia di portata inedita.

Anno: 2017


"Zero Rifiuti in Casa""Zero Rifiuti in Casa"

100 astuzie per alleggerirsi la vita e risparmiare
Libro che nasce dall’esperienza personale dell'autrice e propone un modello semplice ed efficace per contribuire alla salvaguardia dell'ambiente e vivere felici e “leggeri”, riducendo consumi e rifiuti e risparmiando circa il 40% del budget familiare, senza rinunciare ad alcuna comodità.
B. Johnson - Logart Press Ed

Anno: 2017


 

Pagina 1 di 18: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [Succ] [10>>]

Riscaldamento: Consumatori confusi e poco informati, occorre chiarezza ed innovazione04/12/2018
Riscaldamento: Consumatori confusi e poco informati, occorre chiarezza ed innovazione

Luigi Gabriele (Public Affairs Specialist Adiconsum) ha risposto alle nostre domande su come i consumatori abbiano reagito alle attuali...

Leggi tutto

Antincendio: Le nuove linee guida per le infrastrutture di ricarica elettriche04/12/2018
Antincendio: Le nuove linee guida per le infrastrutture di ricarica elettriche

Il Ministero dell’Interno, Dipartimento dei Vigili del Fuoco, ha recentemente pubblicato le Linee guida per l’installazione di infrastrutture per...

Leggi tuttoArchivio

Efficienza energetica: Le acciaierie tra decarbonizzazione e circolarita' delle materie prime04/12/2018
Efficienza energetica: Le acciaierie tra decarbonizzazione e circolarita' delle materie prime

Attualmente la fase di decarbonizzazione in Italia per un settore altamente energivoro come quello delle acciaierie, come viene percepita dagli...

Leggi tuttoArchivio

Ambiente: Come la Co2 puo' diventare il combustibile del futuro..

La comunità scientifica ha da tempo iniziato a discutere e progettare rimedi che siano in grado di ridurre l'inquinamento atmosferico; questo...

Guarda

Tech: I "rischi" di avere una smart home

Dalla Norvegia arriva uno spot che nasconde un sensato interrogativo sulla smart home, celato da un'esilarante gag. Il protagonista dello spot...

GuardaVideo per argomento

Quanto ne sai su
Ventilazione Meccanica Controllata - VMC?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

13/12/2018 - Roma - I nuovi scenari della mobilita' elettrica: upgrading tecnologico, potenzialita' ed impatti

Sviluppo tecnologico, impatti su ambiente e salute, sicurezza, iniziative per la diffusione della alimentazione elettrica nel trasporto stradale sono alcuni degli argomenti affrontati da ENEA nel corso del convegno conclusivo sulla mobilità elettrica, nell’ambito dell’Accordo di Programma per la...

Leggi tuttoEventi per settore
Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti