HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Letture Consigliate

Seleziona per argomento:

AmbienteEnergia & MercatoRinnovabiliFossiliNucleareEfficienza & RisparmioMobilità sostenibileRiciclo e RifiutiSostenibilitàGli stakeholder dell'energia

"Comunicare la sostenibilità""Comunicare la sostenibilità"

Comunicare il nuovo paradigma per un nuovo vantaggio competitivo
"La sostenibilità, intesa nelle sue tre accezioni tipiche ambientale, sociale ed economica, non rappresenta per le aziende una moda o un trend passeggero ma una direttrice di sviluppo necessaria per rispondere a un consumatore sempre più attento e a un quadro normativo sempre più stringente. Il libro illustra come la sostenibilità, per rappresentare un reale fattore competitivo, debba non solo basarsi su solide fondamenta tecnico-scientifiche ma debba essere inserita tra gli elementi cardine del più generale orientamento aziendale diventando altresì una leva di marketing distintiva che va adeguatamente comunicata. Una comunicazione che differisce da quella commerciale tradizionale e che richiede approcci e competenze specifiche sia nella definizione dei messaggi sia nella gestione dei mezzi. Tutti questi aspetti vengono approfonditi con un taglio estremamente pratico e concreto e vengono traslati nella realtà grazie all’analisi di numerose case history che abbracciano best practice molto eterogenee per dimensione dell’impresa e settore merceologico di appartenenza. Il tutto con l’obiettivo di dimostrare che la sostenibilità è una scelta necessaria che va compiuta qui e ora e non resta appannaggio solo delle grandi realtà aziendali o dei settori per vocazione più 'green'”.
M. G. Persico, F. Rossi -  FrancoAngeli Ed

Anno: 2016


"La Nascita Imperfetta delle Cose""La Nascita Imperfetta delle Cose"

La grande corsa alla particella di Dio e la nuova fisica che cambierà il mondo
"In quel preciso momento, un centesimo di miliardesimo di secondo dopo il Big Bang, si è deciso il nostro destino. In un universo in cui materia e antimateria si equivalevano, e che quindi avrebbe potuto, in ogni istante, tornare a essere pura energia, può essere bastata una leggerissima preferenza del bosone di Higgs per la materia anziché per l’antimateria ed ecco che si è prodotto il mondo che abbiamo sotto gli occhi. «Ecco qua il minuscolo difetto, la sottile imperfezione da cui è nato tutto. Un’anomalia che dà origine a un universo che può evolvere per miliardi di anni». Se tutto nasce da lì, dobbiamo capire in ogni dettaglio quel momento cruciale, ricostruirlo fotogramma per fotogramma, al rallentatore e da diverse angolature. Per questo al Cern di Ginevra è stato realizzato Lhc, l’acceleratore di particelle più potente del mondo, il posto più simile al primo istante di vita dell’universo che l’uomo sia stato in grado di costruire. Per questo da anni i migliori fisici del mondo lavorano giorno e notte, ai quattro angoli del pianeta. È così che è stata catturata la «Particella di Dio». Ed è per questo che si studia ancora, per capire di più su come tutto questo è nato e su come andrà a f inire la nostra storia: se nel freddo e nel buio o in una catastrofe cosmica, che ci darebbe il privilegio di un’uscita di scena assai più spettacolare. Guido Tonelli è uno dei protagonisti di questa grande avventura, una delle guide di questo esercito di visionari. Qui racconta col piglio dell’esploratore cosa vuol dire affacciarsi oltre il limite estremo della conoscenza, cosa vuol dire fare la scoperta del secolo il giorno del proprio compleanno, cosa vuol dire capire come tutto è cominciato e come forse andrà a finire".
G. Tonelli - Rizzoli Ed

Anno: 2016


"Una speranza nell'aria""Una speranza nell'aria"

Dieci anni dopo il bestseller «I signori del clima», Tim Flannery, scienziato e scrittore, fa il punto sui cambiamenti climatici e su cosa può fare l’uomo per salvare se stesso e la Terra. In tutte le parti del mondo la gente affronta le conseguenze di un clima profondamente mutato, che comporta tempeste e uragani sempre più frequenti, incendi, alluvioni e siccità. Per alcune popolazioni è già diventata una questione di sopravvivenza. Basandosi sugli studi più recenti, Flannery fotografa con lucidità la situazione attuale, analizza le cause del riscaldamento globale e delinea un futuro in cui l’uomo non sarà più dipendente dall’energia fornita dai combustibili fossili, ma svilupperà al meglio le tecnologie già esistenti per produrre energie rinnovabili. Dalla possibilità di immagazzinare in modo sicuro l’anidride carbonica in Antartide o sul fondo degli oceani alla produzione di biocarburanti, Tim Flannery non parla di fantascienza, ma di un futuro possibile e, soprattutto, dell’unico futuro in cui potremo sopravvivere su un pianeta in armonia con tutte le forme viventi.

Anno: 2015


"Dialogo tra una lavatrice ed un tostapane""Dialogo tra una lavatrice ed un tostapane"

Impareremo a convivere con miliardi di sensori. A guardare un film mentre la nostra auto guida da sola. Sapremo controllare la salute dagli smartwatch allacciati ai nostri polsi, saremo avvisati quando si libera un parcheggio in città, oppure saremo guidati dalla nostra auto al distributore di benzina più vicino. Nei supermercati i prodotti ci racconteranno la loro origine e allo stadio con gli smartphone potremo consigliare al coach, in diretta, la nostra formazione ideale.

Anno: 2015


"Il Pianeta Stretto""Il Pianeta Stretto"

Qual'è il percorso che sta seguendo lo sviluppo demografico del pianeta e quali implicazioni comporterà nel breve e lungo termine? Sono queste le riflessioni affrontate dall'autore.
"Fra una sola generazione la Terra conterà due miliardi e mezzo di persone in più. Il problema è che si tratterà di una crescita assai disuguale: mentre la popolazione dei paesi ricchi rimarrà quasi stazionaria e invecchierà, quella dei paesi poveri raddoppierà o triplicherà addirittura nelle aree più deprivate, come quelle dell’Africa subsahariana, con una forte prevalenza delle generazioni più giovani. In questo quadro Livi Bacci riflette sul cammino del mondo nel XXI secolo, analizzando le implicazioni che uno sviluppo demografico così squilibrato avrà per la stabilità sociale interna ai vari paesi, per le migrazioni internazionali e i rapporti di forza tra le nazioni oltre che, naturalmente, per l’ambiente".

M. Livi Bacci - Il Mulino Ed

Anno: 2015


"Energy management""Energy management"

"L'efficienza energetica è attraente e ostica, facile e difficile, invocata, troppo spesso mitizzata. Promette molto ma non sempre mantiene, e resta circonfusa di aloni di indecidibilità: un macchinario è concreto, ma l'efficienza è astratta, e non si sa nemmeno dove finisca l'efficienza ed inizi il risparmio (ci sono differenze?). La cosa certa è che l'efficienza costa e, poiché i benefici si presenteranno in un futuro aleatorio, gli investitori trovano difficoltà a finanziarla.
Questo libro fa chiarezza su tutta la linea. Poiché l'efficienza si regge sui tre pilastri dell'economia, della tecnica e della diagnosi, il testo tratta approfonditamente tali aspetti e soprattutto le loro interconnessioni: quali sono e come si individuano le soluzioni efficienti, come si valutano, come si propongono e come si pianificano, con innumerevoli esercizi, esempi chiarificatori, curiosità, storie di vita vissuta. Il testo è destinato a tutti coloro che vogliano addentrarsi nel mondo dell’energy management, che siano attuali o futuri professionisti, manager e tecnici aziendali, funzionari di Pubbliche Amministrazioni, docenti di discipline tecniche o ricercatori"

Anno: 2015


"Ambiente costruito e salute""Ambiente costruito e salute"

"Negli ultimi anni si sono accumulate numerose evidenze sul ruolo esercitato dalla qualità degli ambienti di vita nel garantire e mantenere la salute, intesa nella sua accezione più ampia di 'completo benessere fisico, mentale e sociale'.
I principali requisiti da soddisfare rimandano a una serie di aspetti tecnologici progettuali e funzionali direttamente e indirettamente connessi alla qualità degli ambienti confinati e degli spazi urbani circostanti gli edifici. La definizione di un ambiente confortevole è dunque da ricondursi principalmente a un'attenta progettazione, che tenga conto dei diversi elementi che concorrono a garantire salubrità, sostenibilità, fruibilità e benessere degli edifici".

Anno: 2015


"Dove vanno a finire i nostri rifiuti?""Dove vanno a finire i nostri rifiuti?"

La scienza di riciclare, gestire, smaltire gli scarti
"Un tempo c'era solo la discarica. Oggi la filiera dei rifiuti parte prima e sempre più spesso, dopo la raccolta differenziata con i trattamenti biologici dell'umido, l'estrazione di ulteriori materiali riciclabili e il recupero dell'energia nei termovalorizzatori, in discarica non ci arriva proprio. Per capire cosa succede ai nostri rifiuti, partiamo dai problemi quotidiani di una famiglia che potrebbe essere la nostra - dove butto la carta di un cioccolatino che ha dentro del metallo? - e arriveremo a una panoramica su tutto il ciclo dei rifiuti: termovalorizzatore, discarica, fino al problema delle scorie radioattive. Ciò che buttiamo cambia nel tempo e non solo in quantità. Basta pensare agli scarti dell'elettronica, inesistenti fino a poco fa. Il miglior rifiuto è quello che non si produce, ma arriveremo mai a rifiuti zero? Forse no, ma possiamo prevenire la produzione di scarti con il design ecologico e l'aiuto della tecnologia".
M. Grosso, M.C. Montani - Zanichelli Ed

Anno: 2015


"Mobilità a Idrogeno in Italia e nel Mondo""Mobilità a Idrogeno in Italia e nel Mondo"

L'idrogeno figura tra i combustibili alternativi più importanti negli anni a venire anche in prospettiva alle politiche europee per la qualità dell'aria nonchè del sostegno del trsporto a idrogeno a livello europeo. Una carrellata delle varie tipologie di vetture a idrogeno, i vantagi ed i programmi di sviluppo delle principale case automobilistiche. Si parla anche di celle o pile combustibili e dell'omologazione delle vetture e le infrastrutture di rifornimento.
R. Francia - Cinque Internatiional Ed.

Anno: 2015


"Food and The Cities""Food and The Cities"

Politiche del cibo per città sostenibili
"Dal 2008 più della metà della popolazione umana vive in città. Si tratta di un evento che non ha precedenti nella storia e che apre scenari nuovi anche per quanto riguarda la sostenibilità dei sistemi alimentari a scala locale, regionale e planetaria. Nei centri urbani si concentrano i maggiori consumi di cibo, ed è nelle città che si trovano i centri decisionali, le infrastrutture e le organizzazioni su cui convergono i sistemi alimentari dell’economia globalizzata. Food and the Cities racconta le esperienze di diverse città nel mondo come Almere, Amsterdam, Bristol, Gent, Londra, Malmö, Melbourne, Milano, New York, Toronto, San Francisco, Vancouver e decine di altre città. Ciascuna di esse ha adottato politiche sul cibo articolandole in termini di governance, produzione locale, accesso, educazione, riduzione degli sprechi e degli impatti, promozione dell’agroecosistema, fino ad arrivare a vere e proprie strategie urbane per il cibo". Introduzione Giuliano Pisapia, Sindaco di Milano. Prefazione Giuseppe Guzzetti, Presidente della Fondazione Cariplo.
A. Calori, A. Magarini - Ed. Ambiente

Anno: 2015


 

Pagina 6 di 48: [Prec] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [Succ] [10>>] [20>>]

Rinnovabili: Obiettivo coprire il 32% dei consumi energetici al 2030 nei paesi UE15/06/2018
Rinnovabili: Obiettivo coprire il 32% dei consumi energetici al 2030 nei paesi UE

Rinnovabili dovranno coprire il 32% dei consumi energetici entro il 2030 In base ad un accordo tra Parlamento Europeo, Commissione UE e Consiglio...Leggi tutto

Economia circolare: Insistere su termovalorizzazione e simbiosi industriale, ma occhio ai falsi miti13/06/2018
Economia circolare: Insistere su termovalorizzazione e simbiosi industriale, ma occhio ai falsi miti

Monica Tommasi (Presidente Amici della Terra) ha discusso insieme a noi dell'attuale situazione nel nostro paese relativa all'economia circolare;...

Leggi tuttoArchivio

Efficienza energetica: L'importanza di interpretare big data ed analytics20/06/2018
Efficienza energetica: L'importanza di interpretare big data ed analytics

Uno dei principali elementi su cui si gioca la concorrenza tra aziende è l’innovazione. In termini di efficienza energetica, quali sono le...

Leggi tuttoArchivio

Modello, struttura e processi dell'economia circolare

L'economia circolare prende spunto dai meccanismi di retroazione (non lineari) che contraddistinguono i sistemi viventi e assume che i sistemi...

Guarda

Internet of Things: La Top 7 dei progetti piu' rivoluzionari

Internet of Things è un neologismo riferito all'estensione di Internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti. Introdotto da Kevin Ashton,...

GuardaVideo per argomento

Quanto ne sai su
Letti Fluidi Pressurizzati (PFBC)?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

29/11/2018 - 01/12/2018 - Bologna - Illuminotronica 2018: Home&Urban technology EXPO

ILLUMINOTRONICA 2018: l’evoluzione di un progetto

Nuove date - dal 29 novembre al 1 dicembre - e una nuova sede - Fiera di Bologna -
per l’unica mostra convegno dedicata alle tecnologie Home & Urban

Milano, 25 Gennaio 2018 - Il cambiamento è crescita! Soprattutto se va in una direzione di...

Leggi tuttoEventi per settore
Sitemap
   
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti