HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Incentivi all'idroelettrico

Ti trovi in: Energipedia - Tutto sull'Energia \ Incentivi e detrazioni \ Incentivi all'idroelettrico \

GLI INCENTIVI ALL'IDROELETTRICO

Il Decreto Ministeriale del 6 luglio 2012 regola le nuove modalità di incentivazione della produzione di energia elettricaenergia elettrica
Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all'energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
da impianti alimentati da fonti rinnovabilifonti rinnovabili
Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
- il sole
- il vento
- l'acqua
- la geotermia
- le biomasse
, diverse da quella solare fotovoltaica, con potenzapotenza
Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
non inferiore a 1 kWkW
Unità di misura della potenza equivalente a 1.000 Watt.
.

Gli incentivi previsti dal Decreto si applicano agli impianti nuovi, integralmente ricostruiti, riattivati, oggetto di intervento di potenziamentopotenziamento
Operazioni grazie a cui è possibile aumentare la potenza di un impianto, migliorandone allo stesso tempo il rendimento.
o di rifacimento, entrati in esercizio a partire dal 1° gennaio 2013.

Incentivi idroelettrico

Tra le altre modalità di incentivazione alle rinnovabili elettriche non fotovoltaiche vi sono poi i Certificati VerdiCertificati Verdi
I certificati verdi, introdotti con il cosiddetto decreto Bersani sulla liberalizzazione del settore elettrico, costituiscono una forma di incentivazione dell'energia prodotta con fonti rinnovabili. Essi vengono assegnati agli impianti rinnovabili entrati in funzione dopo il 1° aprile 1999 che producono energia elettrica, ad esclusione della fonte solare. Dal 2002, produttori e importatori di energia elettrica prodotta da fonti non rinnovabili hanno l'obbligo di immettere ogni anno in rete una certa quota di energia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili. L'obbligo può essere soddisfatto anche attraverso l'acquisto di CV da altri soggetti. La quota imposta (cioè la percentuale di energia da rinnovabili rispetto a quella prodotta con fonti tradizionali) è decretata per legge.
Certificati Verdi I certificati verdi, introdotti con il cosiddetto decreto Bersanidecreto Bersani
Decreto legislativo n. 79 del 16 marzo 1999, recepimento italiano della direttiva Comunitaria 96/92/CE, in cui vengono stabilite le norme che regolamentano la liberalizzazione del mercato elettrico. In sintesi, l'ordinamento sancisce che le attività di produzione, importazione, vendita e acquisto di energia elettrica sono attività libere, avviando in questo modo le basi di un mercato in cui a fronte di una domanda "libera di scegliere" c'è un'offerta concorrenziale da parte degli operatori elettrici.
sulla liberalizzazione del settore elettrico, costituiscono una forma di incentivazione dell'energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
prodotta con fonti rinnovabili. Essi vengono assegnati agli impianti rinnovabili entrati in funzione dopo il 1° aprile 1999 che producono energia elettrica, ad esclusione della fonte solare. Dal 2002, produttori e importatori di energia elettrica prodotta da fonti non rinnovabili hanno l'obbligo di immettere ogni anno in rete una certa quota di energia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili. L'obbligo può essere soddisfatto anche attraverso l'acquisto di CV da altri soggetti. La quota imposta (cioè la percentuale di energia da rinnovabili rispetto a quella prodotta con fonti tradizionali) è decretata per legge.
, titoli negoziabili rilasciati dal GSE che costituiscono una forma di incentivazione dell’energia prodotta con impianti qualificati IAFR (impianti alimentati da fonti rinnovabilifonti rinnovabili Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell'uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili: - il sole - il vento - l'acqua - la geotermiageotermia
È una forma di energia termica accumulata nelle profondità terrestri grazie al flusso di calore proveniente dal mantello e dal nucleo del pianeta. Lo sfruttamento dell'energia geotermica avviene soltanto in zone particolari dove questo fenomeno è particolarmente attivo (per esempio in prossimità di vulcani, geyser, soffioni, ecc...). Essa trova impiego sia nella produzione di energia elettrica che nella produzione di calore per usi industriali o civili (geotermia a bassa entalpia).
- le biomasse
), e la Tariffa Omnicomprensiva, un meccanismo di incentivo previsto dalla Legge Finanziaria 2008 riservato agli impianti IAFR entrati in esercizio dopo il 31 dicembre 2007, di potenza nominalepotenza nominale
Potenza massima a cui una macchina può funzionare in determinate condizioni, generalmente specificate dal costruttore.
media annua non superiore ad 1 MW o 0,2 MW per gli impianti eolici.

Clicca qui per saperne di più.

Ti potrebbe interessare anche...

"Energetica generale""Energetica generale"

V Edizione
"Negli ultimi anni l’Unione Europea si sta proponendo quale 'guida mondiale' nella riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra imputabili alle attività umane, e vuole 'trasformare l’economia Europa...

Scopri tutte le letture consigliate

Rinnovabili: A Gennaio installazioni in crescita14/03/2017
Rinnovabili: A Gennaio installazioni in crescita

Prosegue il trend positivo delle nuove connessioni fotovoltaiche che grazie a 25,7 MW installati risultano in aumento del +12% rispetto a gennaio...

Leggi tutto

Valvole termostatiche: Cosa cambia con la proroga al 30 Giugno? 22/02/2017
Valvole termostatiche: Cosa cambia con la proroga al 30 Giugno?

Negli ultimi giorni del 2016 è giunta la notizia che molti attendevano: il Governo, con il decreto Milleproroghe (D.Lgs 30 dicembre 2016, n. 244,...

Leggi tuttoArchivio

Lo Spalmaincentivi passerà al vaglio della Corte Costituzionale09/07/2015
Lo Spalmaincentivi passerà al vaglio della Corte Costituzionale

Il 24 giugno il TAR Lazio ha emesso svariate ordinanze con le quali ha ritenuto fondati i dubbi di legittimità costituzionale del decreto...Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Incentivi al biogas?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti