HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Mobilità sostenibile: cosa possiamo fare

Ti trovi in: Energipedia - Tutto sull'Energia \ Mobilità sostenibile \ Mobilità sostenibile: cosa possiamo fare \

Div/1 EN/4 RISP/MOBILITA'_COSA FARE_Div1_auto1.jpgSecondo il Ministero dello Sviluppo Economico le due aree di intervento maggiormente funzionali al miglioramento dell’efficienza nei trasporti sono:

  1. miglioramento delle tecnologie di trazione
  2. riorganizzazione delle modalità degli spostamenti e sviluppo delle reti e dei servizi.

Alla prima categoria appartengono le seguenti misure:

- Utilizzo di automobili con minori consumi per chilometro, in particolare di auto di cilindrata medio-piccola che rispettino l’attuale target europeo di 140 grammi di CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

emessa per km. Secondo la recente direttiva comunitaria gli obiettivi previsti al 2015 e al 2020 sono stati ulteriormente ridotti a 130 gCO2/km e 95 gCO2/km, rispettivamente.

Alla seconda categoria appartengono invece le seguenti misure:

- Ricorso a servizi di car sharing e car pooling

- Adottare uno stile di guida ecocompatibile

- Utilizzo di servizi pubblici 

LE REGOLE D'ORO PER UNA GUIDA ECOSOSTENIBILE (ECO-DRIVING)

Ridurre i consumi e le emissioni di CO2 (fino al 15 % !!) è possibile adottando uno stile di guida intelligente e un’adeguata manutenzione dell’auto.

I consigli per risparmiare in tal senso sono numerosi e facili da seguire:

- Accelerare con gradualità, perché accelerare violentemente penalizza i consumi e le emissioni. In generale, mantenere uno stile di guida “morbido”.

- Mantenere una velocità uniforme il più possibile.Div/1 EN/4 RISP/MOBILITA'_COSA FARE_Div3_auto eco.jpg

Per esempio in autostrada andare a 110 km/h anziché a 130 km/h permette di risparmiare il 35 % di carburante, 110 euro in un anno, senza grosse perdite di tempo. La cosiddetta “velocità economica” per cui si ottengono buone prestazioni con i minimi consumi è pari a circa 2/3 della velocità massima.

In città mantenere una velocità costante permette di risparmiare fino al 25 % di carburante

- L’utilizzo della climatizzazione incrementa i consumi in modo considerevole. Se si viaggia al di sotto degli 80 km/h è possibile abbassare i finestrini per raffrescare l’automobile, anziché usare l’aria condizionata.

- Alle alte velocità (al di sopra dei 90-100 km/h ) è bene tenere i finestrini chiusi per non aumentare la resistenza all’avanzamento dell’automobile. In tali condizioni, infatti, la potenzapotenza
Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
del motore viene impiegata a vincere gli attriti piuttosto che per fare lavoro utile.

- Procedere con la marcia superiore quando le condizioni lo consentono. Il risparmio è del 10 % di carburante per ogni tragitto.

- Mantenere i pneumatici in pressione. Se la pressione è troppo bassa i consumi di carburante aumentano e la stabilità su strada peggiora. La resistenza al rotolamento, infatti, aumenta e il pneumatico si usura più facilmente.

- Togliere portapacchi o portasci dal tetto quando non vengono utilizzati. Questi accessori, infatti, peggiorando l’aerodinamica del veicolo comportano consumi maggiori. Evitare di viaggiare in condizioni di sovraccarico, perché il peso del veicolo influenza i consumi, soprattutto nella guida in città.

- Curare la manutenzione del veicolo eseguendo gli opportuni controlli. Questo comporta un risparmio del 5 % dei consumi di carburante.

- Spegnere il motore in caso di fermate superiori ai 2 minuti.

Ti potrebbe interessare anche...

"L'e-mobility: Mercati e policies per un'evoluzione silenziosa""L'e-mobility: Mercati e policies per un'evoluzione silenziosa"

Il ruolo della e-mobility quale una delle componenti in grado di modificare il binomio trasporti- inquinamento è sempre più chiaro, tenendo conto del crescente ruolo delle fonti rinnovabili nella produzione di...

Scopri tutte le letture consigliate

Mobilità sostenibile: E se il mezzo del futuro fossero le biciclette?19/06/2017
Mobilità sostenibile: E se il mezzo del futuro fossero le biciclette?

In Italia gli spostamenti sulle due ruote non motorizzate di una bicicletta, avvengono solo per il 3,3% della popolazione. Il nostro paese è...

Leggi tutto

Mobilità sostenibile: 100 tecnologie Made in Italy per la sfida europea01/06/2017
Mobilità sostenibile: 100 tecnologie Made in Italy per la sfida europea

La diffusione di auto elettriche cresce rapidamente e nel 2016 la loro vendita nel mondo è aumentata del 40% [1] In occasione della...Leggi tuttoArchivio

Mobilita' sostenibile: Per lo sviluppo serve una vera cultura della mobilita'22/03/2017
Mobilita' sostenibile: Per lo sviluppo serve una vera cultura della mobilita'

Il comparto elettrico sta cercando di scardinare il tradizionale sistema di propulsione dei veicoli basato sulla combustione, per molteplici...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Auto elettrica?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti