HomeChi siamoComitato ScientificoPartner e PatrociniContattiNewsVideoIntervisteEventiFeed RSS
facebook.comtwitter.complus.google.compinterest.comyoutube.comlinkedin.comoknotizie.virgilio.it
OrizzontEnergia

Certificazione energetica

Ti trovi in: Energipedia - Tutto sull'Energia \ Incentivi e detrazioni \ Certificazione energetica \

Fino a poco tempo fa il prezzo d’acquisto di un appartamento era influenzato principalmente dalla sua ubicazione e dalle rifiniture. Dal 1 Luglio 2009 la certificazione energeticacertificazione energetica
Documento che attesta i consumi energetici di un edificio, riportandone la quantità di energia, oltre ad informazioni dettagliate sull'involucro edilizio e sugli impianti installati . Introdotta con la finanziaria 2007, la certificazione energetica viene redatta da tecnici specializzati grazie a cui è possibile classificare gli edifici, un po' come si fa con l'etichettatura energetica degli elettrodomestici. Questo certificato incide sul valore dell'immobile.
ha aggiunto un altro parametro di valutazione per tutte le unità abitative oggetto di transazione: l’efficienza energeticaefficienza energetica
Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell' impatto ambientale e dei costi associati.
.

Così come già accaduto per gli elettrodomestici, gli immobili sono ora classificati in base alle loro prestazioni energetiche (dalla classe migliore, la A+, all’ultimo gradino, la classe G) ovvero in base al fabbisogno energetico annuo necessario a garantire il comfort abitativo, espresso in kWhkWh
Unità di misura dell'energia elettrica equivalente a 1.000 Wh (wattora), ovvero 1.000 W forniti o richiesti in un'ora.
/m2 anno.

Pertanto un immobile di classe A vanterà consumi energetici inferiori rispetto ad uno di classe F, in quanto progettato secondo scelte costruttive e tecnologiche che ne riducono le dispersioni termiche e dotato di impianti più efficienti per soddisfare i bisogni domestici qual riscaldamento, produzione di acqua calda sanitaria, eventuale condizionamento estivo e ventilazione.

Da un’indagine condottacondotta
Rete di tubazioni adibite al trasporto di combustibili (gas e petrolio) dai luoghi di produzione ai luoghi di stoccaggio, di imbarco, di trattamento e di consumo.
da Eurima (European Insulation Manufacturers Association) è emerso che l’Italia, in ambito europeo, spicca negativamente in termini di consumi energetici imputabili all’edilizia (circa il 17%). Non solo, sempre in ambito europeo, il settore edilizio italiano è responsabile di circa il 25% delle emissioni di CO2CO2
Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell'atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

, e il riscaldamento, incidendo per i 2/3 sul consumo di energiaenergia
Fisicamente parlando, l'energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L'unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
nell’edilizia, ne è la causa principale.

L’impulso ad una maggiore efficienza del "sistema edificio + impianto" non solo condurrebbe ad importanti vantaggi economici, ma anche ad indubbi benefici ambientali grazie al minor uso di combustibili: è pertanto da perseguire attraverso un’attenta analisi delle prestazioni energetiche degli edifici e l’individuazione degli interventi utili a eliminare gli sprechi e limitare le inefficienze.

La certificazione energetica si inserisce in tale contesto al fine di rendere consapevoli gli operatori e, soprattutto, i cittadini della convenienza di soluzioni costruttive ed impiantistiche più efficienti, sia in termini economici, che ambientali.

Attraverso l'Attestato di Prestazione Energetica (APE) si classificano ed attestano quindi le prestazioni energetiche del "sistema edificio + impianto" attraverso:

  • L’analisi delle caratteristiche costruttive dell’edificio e dei serramenti per valutarne le dispersioni termiche
  • L’esame dell’impianto di riscaldamento e raffreddamento per valutarne l’efficienza rispetto alle esigenze abitative

L’attestato non solo fornisce la diagnosi energetica dell’immobile, ma può anche raccomandare interventi che ne migliorino l’efficienza, quali:

  • sostituzione degli infissi – utilizzo di doppi vetri;
  • applicazione di materiali isolanti per ridurre la dispersione termica attraverso le pareti perimetrali;
  • coibentazione delle coperture;
  • sostituzione di caldaie vecchie con generatori di calore più efficienti;
  • inserimento di pannelli solaripannelli solari
    Pannelli in grado di assorbire calore dal sole per riscaldare un fluido. Essi sono costituiti da un insieme di tubi affiancati (fasci tubieri) all'interno dei quali altri tubi (assorbitori) trasferiscono il calore assorbito ad un fluido termovettore (per esempio acqua nel caso di riscaldamento di acqua sanitaria). Esternamente il pannello è costituito da un telaio che sorregge dei vetri che hanno sia il compito di proteggere il fascio tubiero da sporcamento e da eventi meteorologici, sia il compito di far passare le radiazioni del sole facendo però in modo che esse, una volta assorbite e rimesse dai tubi, restino comunque all'interno del pannello (è come se il calore venisse intrappolato all'interno del pannello).
    o fotovoltaici.

La certificazione energetica viene redatta da tecnici specializzati, iscritti ad appositi Albi. E’ obbligatoria nel caso di nuove costruzioni, di interventi di ristrutturazione che alterino le prestazioni energetiche e necessaria per accedere alle agevolazioni di qualsiasi natura. Ha validità di 10 anni e deve essere aggiornata qualora un intervento di ristrutturazione vada a modificare le prestazioni energetiche dell’edifico stesso. Dal 1 Luglio 2010 l’attestato è obbligatorio anche nei casi di locazione.

Ti potrebbe interessare anche...

"Il nuovo edificio green: Soluzioni per il benessere abitativo e l'efficienza energetica""Il nuovo edificio green: Soluzioni per il benessere abitativo e l'efficienza energetica"

L'edilizia si sta muovendo rapidamente nella direzione della sostenibilità ambientale, con soluzioni che guardano al futuro. Quali sono i materiali più adatti, tra quelli già disponibili da tempo in commercio, e...

Scopri tutte le letture consigliate

Efficienza energetica: Quanta attenzione gli viene data nelle case degli italiani?17/07/2017
Efficienza energetica: Quanta attenzione gli viene data nelle case degli italiani?

Se avessero a disposizione un’ingente somma di denaro da spendere per la propria casa, quasi 4 italiani su dieci (37%) la impiegherebbero per...

Leggi tutto

Efficienza energetica: RAEE 2017, bene gli ecobonus ma rimangono gli ostacoli economici11/07/2017
Efficienza energetica: RAEE 2017, bene gli ecobonus ma rimangono gli ostacoli economici

Risultati positivi, ma anche criticità e ostacoli sul fronte dell’efficienza energetica nel nostro Paese. Negli ultimi tre anni gli ecobonus hanno...

Leggi tuttoArchivio

Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo15/06/2017
Efficienza energetica: L'utilizzo della cogenerazione in uno stabilimento produttivo

Nella vostra filiera produttiva, partendo da monte per arrivare a valle, quali sono le soluzioni di sostenibilità ed efficienza energetica più...

Leggi tuttoArchivio

Quanto ne sai su
Incentivi al settore trasporti?
esplora le nostre pagine educational
Energipedia

Sitemap
    
Home | Orizzontenergia in due parole | I nostri convegni | Chi siamo | Note legali | Privacy | Contatti